Specchio delle mie brame…

Lucy più rognosa del reame

Il post ancora non ce l’ho in mente, ma l’immagine mi rispecchia talmente tanto che non ho potuto resistere, ergo prima la inserisco, poi il post lo scriveremo strada facendo.

Potrei incominciare da uno “scambio” avuto con le mie colleghe (quelle belle-brave-simpatiche-adorabili), che mi hanno “accusato” di aver fatto la piaciona con un tizio: chi, io???? Piaciona io??? Ma dico, stiamo scherzando? Giuro che piaciona è l’ultima cosa che mi si possa dire!

Tanto per cominciare, avete presente quelle che non le vedi mai con un capello fuori posto? Ecco, a me è difficile, se non impossibile, vedermi con un capello a posto. Atteggiamenti diplomatici e compiacenti non so dove siano di casa, il linguaggio è diretto, senza eufemismi, fronzoli, limature.

Eppure loro insistono, hai voglia io a dire che sono semplicemente gentile come con tutti, macché, loro sentenziano che essere gentile è un conto, ma io travalico i confini delle normali forme di gentilezza e, insomma, sono piaciona.

La Diemme piaciona… signori miei, non c’è più religione!  😯

Annunci

83 thoughts on “Specchio delle mie brame…

    • @Frz: e quante ne dicono! C’era il marito di una mia collega che mi chiamava 144, diceva che avevo la voce da telefono erotico, che sembrava sempre che mi avessero interrotto mentre stavo facendo chissà cosa: ma non saranno loro ad avere una mente tortuosa e brulicante di turpitudini? Hai presente le proiezioni? 😉

      Mi piace

    • @Frz: beh, sicuramente non mi sento piaciona: sono tutto il contrario di quello che può essere una donna seduttiva, intrigante, maliziosa… io sono una bambaciona!

      Mi piace

  1. Comincia con loro a mostrare quanto poco piaciona sei!
    Se sei stata via in ferie, chissà quanto ne avranno parlato fra loro di questo, perché è una delle attività più praticate da parte delle donne, quando sono in gruppo, quello di far i conti alle colleghe!
    Ma almeno il destinatario della tua presupposta piacioneria ne valeva la pena, o si tratta di un obiettivo per loro irraggiungibile, quindi la loro una mera e squallida invidia?
    Ma quante belle-brave-simpatiche-adorabili colleghe ti ritrovi, ed io che quasi mi lamento perchè nel mio settore siamo solo maschi, un settore caserma di altri tempi!
    Ciao @Diemme, spero comunque possa essere una buona giornata per te!

    Mi piace

    • @Sergio: non vorrei essere fraintesa, tra noi c’è un clima goliardico e molto affiatato (esclusa la tizia che sappiamo, che al momento era assente): non che non siano maligne sul serio, ma diciamo che lo sono affettuosamente. In fondo, sanno che sono sola da tanto tempo e vorrebbero vedermi sistemata 😆

      Ne valeva la pena? Assolutamente no, ho rifiutato di meglio nella mia vita. Mi hanno fatto notare che il tizio era persona molto importante e imbottita di pecunia (ah sì, devono proprio essere proiezioni, perché io proprio non ci ho pensato, né m’interessa).

      Mi hanno detto: “Magari ti versa 5000 euro al mese sul conto”.

      5000 euro? E io mi starei a vendere per 5000 euro? Ho risposto che per cinquantamila di euro forse potrei cominciare a dare un’occhiatina alla carta d’identità (forse, e non più di quello 😆 ).

      Caserma da te? I nostri discorsi muliebri farebbero arrossire l’esercito, l’aviazione e la marina messi insieme!

      Mi piace

  2. Non ti conosco, quindi “famo a fidasse”: ma quand’anche avessi fatto la piaciona? Cosa interessa loro? Saranno fatti tuoi?
    Chiedo venia per la franchezza, ma non tollero chi non si fa i beati fatti suoi. E’ più forte di me.

    Mi piace

    • Sono due cose diverse: un conto è essere BBONA, un conto è avere quell’atteggiamento da “Guàrdame quanto so’ bbòna”, con eventuale annesso “nun te piacerebbe assaggiamme?”.

      Mi piace

  3. Ah ah ah ah …. te pjace ggjocà a nasconnino, eh ?!?
    A li quattro cantoni, eh ?!?
    Hai voja Tu a cchjarì che ‘n conto è esse’ BBONA e ‘n conto è fa’ la posa der tipo “Ahè, che nun me guardate …. quanto so’ BBONA ?!? Che me lassate qqui senza … ehm … toccamme” ?!?
    Co’ ‘sti lupi famelici che girene ner blogghe e ne la vita … nun te sarvi mica, quanno porti a spasso quei ‘popò’ de prommemorja che t’ aritrovi ! :mrgreen:

    Mi piace

    • I prommemorja non sono tutto. Giusto ieri, alle mie colleghe, raccontavo qualche aneddoto della mia vita, tra cui uno già in passato raccontato qui.

      Per chi non c’era, lo racconterò di nuovo. C’era nella nostra comitiva – quella che frequentavamo all’epoca io e Attila – una ragazza veramente notevole, diciamo la bella e giovane copia di Sharon Stone versione castana. Tutti i nostri uomini la guardavano con la bava alla bocca, con un certo – legittimo – disappunto di noi compagne ufficiali.

      A un certo punto, a detta di una, questa si era fatta un ritocchino al seno: non so se fosse effettivamente così o no, non le avevo certo mai guardato il seno in vita mia, ma qualcosa di vero ci doveva essere visto che, casualmente, di qualsiasi cosa si parlasse quel giorno il discorso cadeva sul fatto che lei avesse una quarta.

      Parliamo di vestiti, e vabbè, le stringono al seno perché lei ha una quarta, ma se si parla della cena di capodanno, delle gare di enigmistica, del prezzo delle cipolle rosse, dell’ultimo film di tale regista, mi dite che c’entra questo intercalare continuo (sempre toccandosi con un profondo sospiro): “Eh, perché vedete, io ho una quarta… “? Poi lo dicono a me piaciona, sgrunt!

      Insomma, al trentesimo “Io ho la quarta” mi rivolgo a lei e le faccio (emulando lo stesso suo personale “autotoccamento”): “Beata, io le ho sempre invidiate quelle col seno piccolo, io co’ ‘sta sesta!”. 😆

      Beh, tornando al prommemorja, il caro Attila commentò: “Ma vuoi mettere che c’è intorno alla quarta sua e che alla sesta tua?”. Poi si lamenta che una l’ha messo sul libro nero, tsè! 👿

      Mi piace

  4. Venendo a conoscenza dell’ episodio che costì hai narrato, premesso che @attila è un tenero, simpatico, memorabile, parassitario … CIALTRONE che, delle “donne donne”, non ci ha capito granchè, penso che Tu, alla scema che partiva ‘in quarta’, hai risposto più che bene !!!
    Se ci fossi stato io, alla sua ennesima partenza ‘con la quarta’ le avrei simpaticamente fatto notare : “Ma bella mia, se parti con la quarta …. il tuo motore si imballa e sei costretta a fermarti ! Meglio, mooolto meglio, ingranare subito la prima e successivamente la seconda, se si vuole partire bene senza fermarsi più …. fino alla sesta, che hanno solo le fuoriserie” !!! 😀
    Postescritto = quoto @Aquilaritornante : cjà raggijone !!! :mrgreen:

    Mi piace

  5. Essì chessò soddisfazzijoni : de resto, le seste so’ mmisure che s’ addicono solo che a le FUORISERJE e qquelle so’ BBONE SEMPRE !!! :mrgreen:

    Mi piace

  6. Io non t’immagino piaciona, non nel senso convenzionale, però ottieni i risultati ai quali le piacione tendono. Io credo che il tuo atteggiamento un po’ disinteressato e autosufficiente (assolutamente spontaneo per te) può apparire una vera e propria “strategia” . Insomma, Diemme, tuo malgrado, tu provochi. Susciti nei maschi l’istinto di conquista e predominio.

    Mi piace

    • Suscito nel maschio l’istinto di piegarmi: mi fanno a pezzi, e poi se ne vanno furibondi per non esserci riusciti.

      Eppure io l’ultima cosa che vorrei fare agli uomini è la guerra, mi costringono a mettermi sulla difensiva, ma chi glielo fa fare? Non potremmo semplicemente goderci la vita?

      Mi piace

    • E se fossi tu che te le vai a cercare le battaglie?
      Casualità a parte, è probabile che tu ti senta demotivata di fronte ad un uomo, docile, mansueto, arrendevole, sdolcinato, mieloso … chissà!
      Una cosa appare certa, tu non sei una gatta morta (gatte morte si nasce), per cui non possono piacerti le persone diverse da te. Tu vivi di attrazioni fatali.
      Io comunque, non giudico mai una donna dagli uomini che le sono piaciuti o che le piacciono. Detto ciò (non so fino a che punto c’azzecca) mi sento di dire che, indipendentemente dai i tuoi gusti, dalle tue propensioni, ti trovo una persona assolutamente positiva, dalle mille virtù, anche se intimamente fragile.
      Tié!! beccati sta sviolinata, da luporenna lumacone (è il corrispondente maschile della piaciona).

      Mi piace

    • @luporenna: credo ci sia un equivoco di fondo nel pensare che si debba essere mosci o aggressivi. Il contrario dell’uomo debole non è l’uomo prepotente, e viceversa. Esiste – o, quantomeno, spero che esista – l’uomo equilibrato, assertivo senza essere prepotente, accomodante senza essere debole, carismatico senza deliri di onnipotenza. In fondo, vorrei semplicemente una persona che non sia né despota né cogliona, chiedo troppo?

      Mi piace

    • Carissima Diemme, delle volte mi faccio prendere un po’ la mano e comincio a divagare senza controllo. A dispensare critiche se non addirittura consigli, immaginando che siano tollerabili per chiunque (è una cosa che tu, comunque, hai dimostrato saggiamente di saper fare, indipendentemente dalla fonte). Quello del dare consigli, è un lusso spropositato me me, che non dovrei assolutamente permettermi, da persona poco esemplare quale sono, ma tant’è … se lo fanno persino i preti ….
      Tornando a te, credo che le tue pretese, oltre ad essere assolutamente legittime, non sono per niente spropositate. E credo, inoltre, che tu abbia le carte in regola per poterle prima o poi realizzare, soprattutto in considerazione della tua tracotante sesta.

      Mi piace

    • @luporenna: più che tracotante direi trasbordante, ma mi viene la malinconia se devo pensare che quelle sono le carte da giocare per trovare una persona intelligente, assertiva ed equilibrata! 😦

      Mi piace

    • Non ti rammaricare. Per trovare una persona intelligente, assertiva ed equilibrata, non sono determinanti certi trasbordi, o almeno non solo quelli, sebbene adornino, ci vuole soprattutto “fortuna” 😉
      Ma se sei una persona, saggia, intelligente, ironica e sai prendere per il culo gli amici, nella giusta misura, e sai accettare che gli altri lo facciano con te, sempre nella giusta misura (come pare che tu sappia fare) non hai bisogno di un bel cavolo di niente!!!
      Se t’interessa il mio parere, io ti trovo una FEMMINA molto ma molto affascinante…. (e non ti ho ancora visto…)

      Mi piace

    • Magari proprio perché non mi hai ancora visto… però sì, l’ironia non mi manca, ma questo a volte fa imbestialire gli uomini anche di più…

      Mi piace

    • Per me l’ironia è un requisito essenziale. Nel corso degli anni sono arrivato alla conclusione che un rapporto, qualunque rapporto, dev’essere soprattutto divertimento!!!
      A me manca tantissimo, addirittura più del … oops!! Non si puo’ dire.
      Un abbraccio fortissimo (chissà perché, con te, da qualche ora a questa parte, la immagino una pratica molto piacevole….boh! … intendo l’abbraccio, comunque)

      Mi piace

    • Sarà per via degli ammortizzatori… sai come mi dice mia figlia “Sei un morbido cuscino”, ma mica si riferisce solo ai “Prommemorja”! 😆

      Mi piace

    • Che ti chiami Tommaso lo so (sei o non sei tra i miei amici fb? 😉 ), ma credo che stavolta ti debba fidare della mia parola 😛 (anche perché, qualunque cosa abbia detto o fatto San Tommaso, la mia religione non prevede santi 😆 ).

      Mi piace

    • Se non sei cristiana allora ammetti la poligamia, per cui il cerchio si chiude lo stesso metaforicamente e soprattutto fisicamente, giusto?
      Scusa! Una domanda (con l’età mi sto rincoglionendo), a proposito di fb, ma sei tu, quindi […] ?

      Mi piace

    • “Se non sei cristiana allora ammetti la poligamia”: perdona se te lo dico, ma una persona che dice una cosa come questa mi lascia davvero perplessa…

      C’era un mio collega che una volta semplicemente affermò che io ero atea: “Ma io non sono atea,” obiettai, “io sono credentissima!”.

      “Sei cattolica?”
      “No” risposi.
      “E allora sei atea!”.

      Ecco, francamente, a una persona così non è che avessi molto da dire…

      Comunque alla tua domanda la risposta è sì. 😉

      Mi piace

    • Dato che il cannocchiale, tanto per cambiare, è out of order, faccio copia incolla del post.

      DIALOGO (GARANTITO AUTENTICO)

      C. Lei però è cristiana.
      A. No, io sono ebrea.
      C. Sì, ma ebrea cristiana, comunque …
      A. No, ebrea ebrea!
      C. Sì, ebrea ebrea va bene, ma ebrea ebrea cristiana, no?
      A. No, io sono ebrea ebrea ebrea.
      C. Scusi, ma allora non ci capisco più niente …

      Mi piace

    • @Barbara: va beh, questa era facile, semplicemente “cristiana” viene usato come sinonimo di “italiana”, è il fenomeno più tipico e diffuso 😉

      Mi piace

    • Ma la persona in questione non è italiana. Inoltre il termine cristiano è usato abitualmente come sinonimo di “decente”: comportarsi da cristiani, mangiare da cristiani; come sinonimo di italiano non l’ho mai sentito. A parte questo, il discorso verteva sulla religione.

      Mi piace

    • @Barbara: beh, io ti parlo per la mia esperienza. Sei ebrea ma pare evidente che tu non sia straniera, e allora non sei “ebrea ebrea”, sei “ebrea cristiana”. Se insisti, ti chiedono dove sei nata, e tu rispondi a Roma. E allora sei cristiana. No, sono ebrea. Forse i tuoi sono ebrei. Sì certo, anche loro. Dove sono nati?
      A Roma.

      A questo punto gettano la spugna.

      Mi piace

    • @Marisa: eppure quanto non sto in ufficio le mie colleghe mi mancano (quasi tutte… 😉 ), non manco di telefonare e, se capito nei paraggi, magari faccio pure un salto a salutare (e non è masochismo, ti assicuro!).

      Mi piace

    • @Marisa: e mannaggia che in ufficio non posso vedere i filmati! Cioè, vedere sì, ma senza audio…

      Il film non l’ho visto, ti farò sapere stasera 😉

      Mi piace

    • Ti prego DIEMMEEEE!!! Stavo scherzando riguardo alla poligamia. Rimuovi ogni perplessità. E’ l’utlima cosa che voglio. Ho semplicemente messo in atto un maldestro stratagemma per attentare alla tua virtù.

      Mi piace

    • @Luporenna: guarda che per attentare alla mia virtù non ci vuole niente, basta essere naturalmente liberi, bellissimi, colti, affascinanti, galanti, brillanti, saper suonare il pianoforte, il violino e la chitarra, non fumare, non fare e non avere mai neanche fatto uso di sostanze stupefacenti, non avere nessuna propensione per la poligamia, adorarmi e usare precauzioni.

      Gradite posizioni politiche filoisraeliane. E poi tutte le altre posizioni (del kamasutra, s’intende).

      Mi piace

    • PS: dimenticavo, gradirei una persona poco alternativa, nel senso che, a quello cui piace legare, frustare, dominare o viceversa, preferisco quello che mi abbraccia e dice che mi vuole bene: lo so che la normalità non va più di moda, è noiosa e banale, la gente ha bisogno di stimoli, brividi, emozioni, ma a me emoziona tanto un po’ di sana normalità, avere accanto una persona che mi vuole bene mi darebbe brividi sufficienti.

      Mi piace

  7. Le tue colleghe ti vogliono vedere accasata, però il bruttone dai 5000€ al mese sempre brutto rimane. E se una ci deve provare che sia almeno con un uomo che le piace veramente… Forse viene scambiata per piacioneria la disinvoltura e la facilità d’approccio con il prossimo senza distinzioni di genere.

    Mi piace

    • @Luisa: veramente il bruttone può darsi pure che di euro ne becchi 30.000, i 5.000 citati dalle colleghe sarebbero stati semplicemente… come dire… il mio gettone presenza 😆

      Comunque, a pari reddito, se proprio una vuole essere venale, ne circolano pure tanti di un bello, ma di un bello, che quasi quasi una a rallegrare il corpo e l’anima ci penserebbe, è solo che questi ricchi-belli-colti generalmente hanno un grande difetto: LO SANNO!!!

      Mi piace

  8. Quindi i 5000€ erano gli spiccioli per prendere caffè e cappuccino al bar?
    Ecco, quelli di un bello ma di un bello cominciano ad essere più interessanti… Su colleghe su, se dovete sponsorizzare qualcuno sappiate almeno scegliere!
    E certo che lo sanno, ma non è che hanno a che fare con la sora Peppina…

    Mi piace

    • Certo che no… comunque, io farò pure la piaciona, ma questo oggi ha chiamato quattro volte e poi si è precipitato qui (mica per dire… 😉 ).

      Mi piace

    • E, tra le altre cose, mi ha trovato che stavo cercando il video del caffè della Peppina per rispondere al tuo commento: ah, che parte da donna sensuale che ho fatto!

      Mi piace

  9. Un giorno dissi ai miei compagni: ” A voi che mi accusate di presunzione, di essermi montato la testa, sappiate che le vostre parole non mi fanno ne caldo ne freddo, tanto IL MIO REGNO NON E’ DI QUESTO MONDO”.
    Fino a stasera ho sempre pensato di aver esagerato …

    Mi piace

    • lapsus?!? Io lo chiamerei: desiderio d’immaginazione onirica, diversa da quella onanistica (che potrebbe comunque innescarsi, in soggetti sensibili ai trasbordi).

      Mi piace

    • Ahahah, saresti in buona compagnia, perché mi è stato riferito che girano da queste parti numerosi lurker (almeno spero siano lurker e non miei commentatori abituali), che mi leggono per ammazzare il tempo tra una pratica onanistica mentale e una materiale (ma, di questo, parleremo in altra occasione 😉 ).

      Mi piace

    • Oh MIODDIO!!!! Ma che traccia lasciano del loro passaggio? Come fanno ” i tuoi informatori” a sapere che ti hanno letto e soprattutto che si sono “ispirati”?
      Immagina cosa succederebbe se pubblicassi qualche foto 😉

      Mi piace

    • @luporenna: no no, scusa, mi sono spiegata male, non intendevo quel tipo di ispirazione, e probabilmente non mi sto riferendo neanche a maschi.

      Mi riferivo a quella manica di serve che, non avendo niente di meglio da fare – e di qui il mio riferimento all’onanismo, di cui capisco che non possano abusare – sta tutto il giorno a spulciare tra i miei scritti per poi inoltrarli via e-mail a tizio e caia con nota di accompagnamento “Lo vedi cosa ha scritto?” (come se tizio o caia non fossero in grado di leggere da soli o, nel caso abbiano deciso di non leggere, non si possa dedurre che non gliene frega niente). Comunque, la mia saggia amata nonna commenterebbe: “Nun pozzano ave’ artra gioja ‘n’a vita!” 😆

      Mi piace

    • Noi maschietti a queste forme di perfidia non ci arriviamo. Per quanto riguarda le pratiche onanistiche, invece (non nel senso teologico bensì “dispersivo”) , non c’è confronto

      Mi piace

    • @luporenna: gli uomini sono più portati per l’onanismo in senso strettamente tecnico, le donne per quello mentale, specie certe nella cui testa c’è tanto spazio libero che c’entrano tutte le seghe di questo mondo.

      Dicono sempre quanto tira un pelo di donna, per cui l’uomo va in apnea, ma a vedere quanto scodinzolano certe psiconaniste per un pelo d’uomo, c’è davvero da fare una richiesta ufficiale di revisione del proverbio! 😆

      Mi piace

    • Come mi disse un mio corteggiatore (uno di quelli miliardari tra l’altro) con enorme stupore, “Sei una donna senza infingimenti”: comincio a pensare che se è merce rara per i comuni mortali, figuriamoci a quei livelli, devo averlo sconvolto!

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...