Sinceri auguri?

auguri spiritosi

Mi sono ritrovata nel post scorso a rispondere a Sergio:

“se uno dovesse scrivere sui biglietti di auguri davvero quello che pensa, ne verrebbero fuori delle belle: al collega scansafatiche che va in pensione dopo 40 anni che ruba lo stipendio, al figlio dell’amica che si laurea col pidocchioso minimo sindacale dopo tredici anni di corso triennale, al compleanno della malefica suocera immortale che non vedi l’ora tiri le cuoia ma non le tira mai… :lol:

e questo mi ha fatto riflettere un po’. Davvero, se i nostri auguri dovessero davvero essere sinceri, cosa scriveremmo?

“Auguri per la tua laurea: dopo dieci anni che bivacchi tra i banchi universitari sei finalmente riuscito a ottenere – con voto che è meglio omettere – il famoso pezzo di carta che non ti servirà a un tubo. Vorremmo fosse foriero di un bel cambiamento nella tua vita, ma più probabilmente continuerai a fare dai tuoi genitori quello che hai fatto finora: il parassita”.

“Auguri per il tuo matrimonio: finalmente, dopo innumerevoli tentativi, sei riuscita a trovare l’allocco da incastrare. Spero almeno che tutta la tua precedente esperienza ti sia utile per rallegrarlo “.

“Buon compleanno: anche se l’età generalmente porta saggezza a parlarti sembri sempre un fanciullino: a guardarti no.”.

“Hai raggiunto il traguardo della pensione: finalmente l’ufficio potrà recuperare una sedia e la linea telefonica. Altre mancanze non ne sentiremo”.

“E’ nato! Auguro con tutto il cuore all’innocente creatura di non assomigliarvi neanche un po’! “.

E voi? Come vi sbizzarrireste?

About these ads

26 pensieri su “Sinceri auguri?

  1. Sarebbe divertente se per un giorno, un po’ come capita a Jim Carrey nel film Bugiardo bugiardo, tutti fossero obbligati a dire la verità :-D Non so cosa potrebbe capitare ma sarebbe di sicuro un gran casino :-)

    Mi piace

    • @gmbd: un casino irrecuperabile credo: non si romperebbero solo tante unioni, ci sarebbero proprio dei suicidi di massa! :mrgreen:

      (credo che neanche io resisterei allo schock di sapere cosa la gente pensa realmente di me).

      Mi piace

  2. Ma proprio casi del genere riesci a mettere assieme: una bella coppia che si sposa, una bella laurea di un ragazzo/a che si è davvero impegnato ed è ben riuscito, no?
    Comunque credo che in ogni circostanza si possa trovare uno spunto positivo, sul quale, senza ipocrisia, se del caso magari un po’ di ironia, si possa esprimere un auspicio positivo, sul quale dimostrare di crederci noi per primi.
    Altrimenti si, tanto vale prendere un biglietto prestampato, anche perché si avrebbe a che fare con qualcuno che nemmeno apprezzerebbe l’originalità di qualche pensiero, forse molto più interessato a quel che il biglietto accompagna!
    Ciao carissima, un abbraccione, anche per augurarti un felice weekend

    Mi piace

  3. …mi hanno obbligato a scrivere un biglietto di auguri per i 70 della mia nonna, che è sì tanto cara e buona ma tirrrrrrrchiaaaaa…… lei è una di quelle che ti fa i regali e te li consegna dicendo “per comprarti questo regalo non ho mangiato per una settimana…” e intanto lo tiene lì, mica te lo molla… e tu devi strapparglielo via a forza!
    avrei taaaanto voluto scriverle “cara nonna tanti auguri! per scriverti questo biglietto mi è venuto un crampo alla mano e dovrò farmi operare al tunnel carpale….” :D :D :D

    Mi piace

  4. Ahahah!!!
    Concordo con Giulio e Warp9: la sincerità comporterebbe la fine della nostra “civiltà”.
    Potrei aggiungere se non proprio un biglietto d’auguri, almeno un commento (richiesto) a un amico che ha acquistato una nuova auto: un SUV grande quanto una casa.
    “Complimenti per l’acquisto. Ora hai un bel bagagliaio da riempire con tutti i sacchi di cipolle che ti dovrai mangiare nei prossimi cinque anni, per avere i soldi per pagare le rate di questo bisonte!”

    Mi piace

  5. C’è un proverbio che dice “Se non puoi dire qualcosa di gentile allora taci”, ma in caso ci tocchi comunque, che si fa? Proprio in questo caso vengono in aiuto i biglietti prestampati con frasi di circostanza, almeno così non siamo del tutto ipocriti, il biglietto in fondo, mica l’abbiamo scritto noi!
    E noi ci riserviamo di scrivere un bel biglietto sincero a chi ci preme. Ottimizzazione dello sforzo. ;-)

    Mi piace

    • @Penny: esatto! Un bel biglietto che dice che il cielo è azzurro, il prato verde e gli uccellini cinguettano, e noi siamo in pace con gli uomini e con Dio. ;)

      Mi piace

  6. Mah, io penso che nel 99% dei casi quello che scriviamo sui biglietti non sia affatto sincero.

    Una volta mi è successo di scrivere un telegramma alquanto strano, tanto che la telefonista non riusciva a capire e me l’ha riletto tre volte. Trattandosi di un amico (precisamente il mio testimone di nozze) che si è limitato a mandarci la partecipazione (non l’invito!) al suo matrimonio solo un paio di giorni prima (magari è stato un ritardo delle Poste ma comunque si sa che il bon ton vuole che tali partecipazioni vengano spedite con largo anticipo), ci sono rimasta molto male, malgrado abbia intuito che trattavasi di “matrimonio riparatore” (i due erano già genitori di una bimba). Mi ha colpito in particolare il testo perché era la bambina ad annunciare le nozze, in modo simpatico visto che, più o meno, diceva: “Finalmente sono riuscita a convincere mamma e papà a sposarsi”. Allora nel telegramma scrissi (più o meno, non ricordo il testo):

    “Rallegrandoci con C. [nome della bimba] per il lieto annuncio, siamo sinceramente [davvero!] dispiaciuti per non essere stati avvertiti prima delle vostre nozze e vi auguriamo …”

    Insomma, credo che lui non me l’abbia mai perdonato quel telegramma così polemico e poi non gli ho nemmeno fatto il regalo. In ogni caso si sono appena separati. :(

    Mi piace

    • @Marisa: io non credo che ci sia una percentuale così alta di auguri insinceri (semmai di necrologi… ne sparano di boiate quando compongono un telegramma di condoglianze, o peggio ancora se pubblicano un annuncio su un giornale!).

      Mi dirai piuttosto che le persone spesso hanno difficoltà a scrivere frasi “ufficiali”, e così ricorrono a frasi fatte, manifestando così solo una certa insicurezza, e poi sembra loro che piu le frasi sono altisonanti più risultano adeguate.

      Carina la storia del telegramma, anche se io penso che ci siano sempre mille motivi per cui non si invita qualcuno, e non è detto che questi motivi nascondano qualche crepa nel rapporto, magari solo problemi personali contingenti.

      Mi piace

    • @melodie: ma perché la gente non se li risparmia? Io non vado a nessuna festa cui non mi faccia piacere andare, e difficilmente faccio auguri non sentiti (a meno che non me li estorcano con frasi tipo “Oggi è il mio compleanno, non mi fai gli auguri?”, che a quel punto che fai?

      Mi piace

  7. Auguri ai novelli sposi. Siate felici…tu, lei e i soldi di suo padre. Perchè, diciamocelo, se non fosse stata ricca tu non l’avresti nemmeno guardata. E come avresti potuto?è sul filo del rachitismo. E’ così principessina che non si può sopportare. E, diciamoci pure che se fosse stata comunque così “denutrita” e pure povera, ma tanto in gamba da non crederci,una fattiva e capace, tua madre l’avrebbe odiata alla prima occhiata e pure alla seconda e forse non vi sareste neppure sposati…ma quando si dice amore, si passa sopra a tanti piccoli difettucci :shock:
    Comunque auguri, eh…,

    Mi piace

    • @Luisa: eh eh, poi con i matrimoni d’interesse ci sarebbe proprio da sbizzarrirsi nei biglietti d’auguri, magari accompagnati anche da un disegnino :lol:

      Mi piace

  8. Quando la situazione è difficile,io mi attengo al proverbio citato da PennelliRibelli, cioè mi tengo sul generico con “Tantissimi auguri “(senza “affettuosi”,se non provo affetto) o “I migliori auguri” o “Gli auguri più belli”,o”Augurissimi”(se è una persona giovane). Se poi non sopporto la persona,”dimentico” la ricorrenza,salvo a scusarmi dopo.
    Quando invece fanno gli auguri a me, ringrazio e,se posso, rispondo “Altrettanto”,così se la persona non è sincera riceve quello che si merita.
    Comunque devo dire che con l’età sono diventata meno polemica

    Mi piace

E tu che ne pensi?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...