Facebook, I like you :)

Preso da fb…

E va beh, ci ho ripensato, capita di cambiare idea no?

Lo ammetto facebook non mi piaceva, e tuttora non sono una “feisbucchiana”: non posto mai niente, non ci sono mie foto (se non una ‘nonfoto’ di 18 anni fa), non racconto la mia vita (per questo basta il blog!) ma… ma è comodo.

Intanto le persone che lo nutrono danno un sacco di informazioni utili, oppure inutili ma divertenti e insomma, sono letture piacevoli.

In secondo luogo la comodissima chat. Gli amici che ho su fb sono amici, non sconosciute figurine dell’album Panini, e trovarne uno in linea è sempre un piacere, sia pure per uno scambio veloce (di più non posso, se non con l’amichetta del cuore  😉  ).

Quando leggo belle cose, massime e pensieri di saggezza, vedo vignette divertenti, o vengono suggeriti articoli interessanti, con un solo clic (vabbè, due) condivido, e mi sembra un patrimonio messo in comune.

Come per tutte le cose, non è quello che si fa, ma come si fa. Non è lo strumento ad essere buono e cattivo, ma come lo si usa.

Insomma, il progresso è inarrestabile, viva anche fb (anche se Twitter non so ancora neanche cosa sia…  🙄 )

35 thoughts on “Facebook, I like you :)

  1. Io invece faccio ancora parte di coloro che proprio non lo sopportano. Nonostante i vari inviti non mi ci sono iscritta e penso che difficilmente cambierò idea. Ho scritto “penso” perché non si può dare per certa ogni cosa, ma al momento sono dell’idea che non cederò. Sono comunque d’accordo con quanto hai scritto, per ogni cosa non conta quello che si fa, ma come lo si fa e soprattutto il modo con il quale si usa uno strumento di comunicazione. 🙂
    Ciao, serena notte
    Pat

    "Mi piace"

    • Guarda, anch’io non mi ci sarei mai iscritta, mi ci ha portato per il collo una mia amica, voleva per forza che guardassi delle foto e per convincermi mi ha detto che avrei potuto usare anche uno pseudonimo. Mi trovai bene, anche se ebbi bisogno di un po’ di aiuto per imparare ad usarlo.

      Ancora oggi sono con uno pseudonimo (anche se gli amici che stanno lì sanno tutti chi sono, lo faccio per non essere rintracciata da parentame vario e soprattutto dai compagni di liceo, l’ultima cosa di cui ho voglia è tuffarmi nel passato!), e ancora oggi non lo so usare in tutte le sue funzionalità, ma lo trovo divertente, ci passo qualche minuto piacevole ogni giorno. Non è il mio mezzo principale di comunicazione, se faccio una festa mi attacco al telefono e non “creo un evento fb”, però riesco a sentirmi vicina al mio gruppetto di “eletti”.

      Mi dispiace che tu non ci sia, è uno spazio per quanto mi riguarda che dedico soprattutto agli amici di blog, e mi sono trovata simpaticamente bene.

      "Mi piace"

    • Si, ci sono molte persone che lo usano come stai facendo tu ed infatti mi hanno suggerito di fare la stessa cosa, ma proprio non mi attira, resto “vecchio stampo” e mi limito al blog 😆
      Questo ovviamente non significa che demonizzo chi lo usa in maniera adeguata, mentre invece ci sono persone che ci passano le giornate intere. Ampia libertà per chiunque, ci mancherebbe, ma trovo che a volte siano veramente esagerati…

      "Mi piace"

  2. Carissima @Diemme, a me è capitato, allo scopo di ritrovare vecchie conoscenze di WLS che sono migrate solo la, di entrarci, anche se solo per poco, perchè la richiesta di amicizia di un vicino di casa mi ha fatto subito ripiegare sul mio più comodo, e per certi versi meno affollato, WP.
    Credo che il passare dal virtuale al reale in certi casi diventi un’aspirazione, ma non il viceversa, almeno credo che sia questa la ragione ultima che è valsa per me.
    Ma poi, in un ambito dove non si è conosciuti, credo che si possa essere più spontanei, che è quello che mi sento io qui dentro, non dovendo rendere conto a nessuno di quanto esprimo, se non al senso di rispetto che considero ovvio.
    Magari con mentite spoglie, ma non credo che rinuncerò a ritrovare qualche persona che mi spiace sinceramente non faccia parte di una mia quotidianità.
    Ed alla fine, come hai ben detto tu, è vero che: “Non è lo strumento ad essere buono e cattivo, ma come lo si usa.” affermazione che sottoscrivo in toto!
    Un abbraccio grande amica carissima, la miglior giornata possibile per te!

    "Mi piace"

    • @Sergio: hai colto il punto, passare dal virtuale al reale può essere un’aspirazione, ma questo rimane per me un “giardino segreto”, un’evasione dalla vita di tutti i giorni, e la gente della vita reale poco ce la voglio, se non quella che ho deciso io.

      A parte che io non sono timida, quindi non avrei nessun problema a rifiutare amicizie non gradite e, se mi chiedono spiegazioni (ma non glielo consiglio) dargliene pure, preferisco comunque evitare, e mi sono creata il mio mondo beato e protetto. Non che quello reale poi mi stia stretto, sto bene anche in quello, ma considera che anche lì sono stata bene attenta a crearmi il mio spazio intorno, ho bisogno d’aria, è più forte di me!

      "Mi piace"

    • mi fa piacere tu mi abbia capito senza troppe spiegazioni, ma pure che, con esperienze e forse per motivi differenti, sul bisogno di mantenere una separazione degli ambiti differenti, la pensiamo alla stessa maniera!
      E’ sicuro che tu saresti una che dal vivo avrei molto piacere di conoscere!

      "Mi piace"

    • Caro @Sergio, non è tanto che io abbia bisogno di tenere gli ambienti separati, quanto di non frequentare la gente che non ho voglia di frequentare. Riprendo le parole di D&R, anche se, probabilmente, con un’altra accezione (e infatti ci tornerò sopra): se non li mantengo i contatti un motivo ci sarà!

      Io ho voglia di condividere anche tutto con i miei amici, ma non di mettere “sulla pubblica piazza” i casi miei per soddisfare la curiosità di illustri sconosciuti – o come tali vissuti. Io ho conosciuto persone che si parlavano via internet da una stanza all’altra della stessa casa, il che pure mi sembra abbastanza ridicolo. Tutte le persone che sono nel mio spazio amici, c’è un motivo per cui ci sono, c’è una voglia di condividere, un feeling, e non ci voglio persone che io considero estranee, fossero pure il cugino di primo grado (che poi, quello dei parenti, è un altro discorso ancora).

      Anche a me farebbe piacere conoscerti, peccato che abitiamo lontani, ma mai dire mai! 🙂

      "Mi piace"

  3. Facebook ha una faccia buona e una cattiva. Ma la faccia buona è straordinaria. Io lo adoro! 😀 Ho provato Twitter ma è troppo anonimo per i miei gusti, nel senso che si parla con degli estranei, a meno che non sei iper sicuro che non sia un vip, il che sarebbe lo stesso parlare con un estraneo.Ma è una questione di gusti. 😉

    "Mi piace"

  4. Facebook più che altro è accattivante e fa paura. E fa paura proprio per quello che è stato creato. Zuckerberg ha capito che la gente vuole condividere (facile e veloce) le sue informazioni, foto, e commenti del momento. Tutto in un solo sito senza impegnarsi molto. Certo, ci si poteva fare un sito web personale, ma c’era troppo da imparare e sbattere la testa. Con linguaggi Java incomprensibili e spazi limitati messi a disposizione online. Eh no, per i comuni mortali era troppo.
    Ovviamente, Zuckerberg non è stato l’unico a capire questa cosa. Molti lo avevano già fatto prima di lui. I vari Messenger, creati in competizione tra Microsoft, Google e Yahoo.
    Oppure, (chi se lo ricorda?) il famoso Second Life dei anni 2000. Potevi creare una nuova vita (personaggio). Viaggiare in un mondo nuovo (virtuale). Fare amicizie.
    Eppure li mancava qualcosa. E quel qualcosa, Zuckerberg lo ha indovinato.
    Che cos’ha Fb in più dei altri? Ebbene ha soltanto una cosa.
    Piccola…… ma geniale.
    Cercare amici. Eh si, lo fa LUI.
    Perché ti devi impegnare a cercare assiduamente di ricordarti i tuoi amici? A ricordarti i loro nomi? I particolari?
    Potrebbe farlo lui? Basterebbe che li dai i tuoi dati personali. E Facebook non fa altro che confrontarli con i altri. Se ci sono delle assomiglianze, delle vicinanze – come scuola, casa, lavoro, cognomi, hobby – allora “bang”, ti trovi con uno “potrebbe essere la/il tuo amico”.
    Ma non solo. L’amico Facebook ti propone anche i amici dei tuoi amici. E poi amici dei amici dei tuoi amici. Alcuni, non li conosciamo, me potrebbe essere questa una occasione buona, no? Sembra quel gioco piramidale dove offrivi una somma di denaro per ricevere otto volte. Solo che qui…… il sistema funziona. Meravigliosamente.
    Fino a qui, tutto a posto. Sembra che il sistema tocca la perfezione.
    Solo che……..
    Solo che è comparsa una problema. Dopo che abbiamo fatto (o trovato) decina di amici online, e condiviso informazioni con loro, ci rendiamo conto che “è troppo”.
    Ognuno, si sa…. ha il suo scheletrino nel armadio. E Facebook ha spalancato le sue porte.
    “Ma noo, questa cosa non volevo che la sappia (vede) quello X”
    Ovviamente, possiamo impedire di vedere (diciamo, una foto). Senza pero aver fatto caso che possiamo impedirlo di vedere sul suo sito. Ma non su quelli dei amici che li ho permesso di vederla. E “taggarla”.
    E cosi….. cominciano i problemi.

    P.S. Personalmente ho anch’io un account. L’ho fatto per curiosità. Ma non lo uso quasi mai. E non perché lo odierei. Ma semplicemente non mi attrae affatto. Mi sembra noioso. Questa, senza criticare a chi piace.

    "Mi piace"

    • @Valentino: bentornato! 😉

      Non so francamente cosa spinga le persone verso fb, ma nel mio caso ho trovato utile la comunicazione immediata con le persone della mia cerchia. L’ho utilizzato anche per ritrovare vecchi amici, ma ne ho ritrovato soltanto uno, anche se forse tra i due più importanti che mi premeva ritrovare, ma per il resto… fb per fare amicizia? Non direi.

      E’ vero, formalmente ho aggiunto “amici di amici”, quando è capitato di incrociarci in qualche discussione e di simpatizzare, né più né meno come in un “evento” reale. Per il resto direi di no, che per fare amicizia non ho bisogno di fb, rifiuto tutti gli inviti di persone estranee, e mi rimangono tutte le mie riserve sulla privacy, per cui non ci metto proprio niente di mio.

      "Mi piace"

  5. Per me è stata antipatia a prima vista. Certo, ad onor del vero io sono tendenzialmente orso e poco incline a socializzare con “la gente”, intesa come gruppo indistinto di persone.
    Faccio anch’io parte di quelli che non lo sopportano, ma proprio dall’inizio, per tutta una serie di fattori. Primo tra tutti è stato il fastidio che provavo ogni volta che ricevevo mail all’indirizzo di studio il cui contenuto era pressapoco il seguente: “Dai, iscriviti a FB! anche queste persone, presenti nella tua rubrica sono già iscritte!!” Ed io pensavo: ma chi *** vi da il permesso di sbirciare nella mia rubrica? Quindi, probabilmente, siamo partiti con il piede sbagliato.
    Ho ancora la convinzione che quattro parole scambiate a voce valgano più di cento via chat, che un amico sia una cosa reale e tangibile e quelle centinaia o migliaia che uno ha su FB siano solo degli sbiaditi simulacri. Certo, sarà sicuramente molto più facile e meno impegnativo che coltivare amicizie reali, ed è proprio lì che, per me almeno, non ne vale la pena.

    Mi dicono sempre: ma così puoi riprendere i contatti con le persone che hai perso per strada ed io rispondo sempre: “e se li ho persi un motivo ci sarà pur stato, no?”

    "Mi piace"

    • @D&R: ben ritrovato caro D&R! Ho visto che hai ricominciato anche a postare da te (ho letto tutto, anche se ho avuto modo solo di cliccare un “eccezionale”), e spero che tu continui a stare con noi.

      Orso tu? Giuro che non l’avrei detto! Magari uno che difende i propri spazi, esattamente come me. Io lettere d’invito non credo di averne mai ricevute, e se avessi ricevuto messaggi del tipo “L’hanno già fatto tutti!” sicuramente non mi sarei iscritta, mi dà veramente fastidio che qualcuno possa ritenere che io debba fare qualcosa perché l’hanno già fatta tutti! 👿

      Ci sono stata portata per mano da un’amica, che mi esortava a stare con loro in maniera più immediata, e devo dire che non me ne sono pentita. Certo, di tempo ce ne dedico davvero poco, credo che potrei aggiungere fb al blog solo in pensione… 😉

      "Mi piace"

  6. Ben ritrovati

    Non ho fatto riferimento a te DM, quando mi riferivo a l’amicizia su Fb. Io precisavo soltanto quale sarebbe il compito di Fb. Poi se piace, ben venga. Come dicevo, non sono uno fan di Zuckerberg. Ma detesto anche i suoi detrattori. A chi non piace, basta non iscriversi. O annullare il suo account.

    "Mi piace"

  7. Anch’io trovo utile FB, non tanto per la chat (non mi piace chattare) quanto per tenermi in contatto con amici sparsi in giro per l’Italia. Grazie a FB riesco a mantenere vive amicizie che le grandi distanze ucciderebbero e pure ad organizzare ritrovi dal vivo. Il prossimo sarà proprio domani in Portogallo con un mio amico di giri in moto che normalmente vive in Svizzera… Forte, eh? 🙂

    "Mi piace"

  8. Ho ricevuto diversi inviti ad escrivermi a Facebook. Rifiutati. Una mia amica ha insistito parecchio, diceva che avremmo potuto chattare e passare più tempo assieme. Beh, come dice D&R, se non ci sentiamo spesso ci sarà un motivo, o no?
    A parte tutto, non ho piacere di cercare nessuno ne di farmi trovare. Gli amici(conosciuti dal vivo e/o provenienti dal mondo virtuale e non per questo meno cari) hanno altro modo di rimanere in contatto con me, pure in chat ma da un’altra parte. Anche a me disturba il motiplicarsi di amici o pseudo amici come Gesù Cristo fece coi pesci. Eppure ci sono persone che si ritengono realizzate per avere 1200 contatti ai quali faranno, inevitabilmente gli auguri di Natale copia-incollati. Anonimi, freddi, roba da estranei. Io ci rimarrei molto male nel riceverli. E c’è pure chi giudica queste persone più felici delle altre proprio per via di quel numero di “amici”. Amici che sono il vicino di casa, il compagno di scuola coi quali nella realtà non vuoi averci niente a che fare. Su facebook sembrano assumere un’altra natura e la cosa mi sconvolge. Come è possibile ignorarsi dal vivo ed essere amici su facebook? o siamo amici o non lo siamo.

    P.s. Diemme la persona che ha ricevuto 30 I like perchè aveva fatto sapere che stava andando in bagno aveva poco da ridere. Le trenta persone lo stavano mandando con eleganza a… 😳

    "Mi piace"

  9. Personalmente questa cosa degli “amici” non la prendo troppo sul serio. Sono persone in più con cui puoi parlare su Fb e vederne gli aggiornamenti. Li chiamano “amici” ma dipende dai casi: alcuni lo sono sul serio, altri sono solo “conoscenti” dicitura esistente per altro. Tieni i contatti, parli, t’informi, ti fai effettivamente la base per una nuova amicizia, e soprattutto fai gli auguri di commpleanno. Ma alcune cose le lascerei per quelle che sono, senza pensarci su troppo. 🙂

    "Mi piace"

    • Comunque oggi mia figlia mi ha inviato un messaggio dal suo account e non è mai arrivato.

      Karina, il termine “conoscenti” esiste, ma in teoria non significherebbe “sconosciuti”… 🙄

      "Mi piace"

    • @Diemme: dipende. Poi è tutto relativo. Su Facebook sto anche facendo amicizia. conosco una ragazza che è cugina di una mia amica e l’altra che è amica di una mia amica. Sono sconosciute, conoscenti, ma i conoscenti sono chiamati così un po’ perché sono lontani, un po’ perché volendo si può pure iniziare a conoscerli 😉

      "Mi piace"

  10. FB lo trovo utile e comodo per
    1) postare foto dal cell e riprenderle dal pc senza usare cavetti e
    2) per rimanere in contatto con i figli che mi hanno come amica, e per qualche rara amica di cui leggo volentieri ma in alcuni gruppi specifici.

    Difatti nonostante il numero di amici ho disabilitato tutte le notifiche possibili (odio e cancello chi mi riempie di inviti a giochi) e ricevo notizie solo di una 20 di persone.

    Per il resto ossia prendere idee, conoscere, arricchirmi tramite le opinioni altrui (la vera contaminatio intelligente), essere nella notizia in tempo reale twitter non ha eguali. Provare per credere altro che vip e chi li segue!!!

    Come sempre non sono i social ad essere ‘sbagliati’ ma l’uso/abuso che se ne fa.

    E comunque meglio di fb ma un passo indietro a tw c’è google plus, ancora di nicchia e poco sfruttato e per questo mitico.

    Mi ripeto fb mi rimane solo per interagire con le figlie!

    "Mi piace"

    • @Polly: io con mia figlia riesco ancora a interagire di persona…. Certo, se i figli cominciano aprendere il volo internet diventa indispensabile!

      "Mi piace"

  11. Pingback: FB e la comunicazione veloce | Diemme

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.