Voglio innamorarmi!

Oramai per me è una specie di maledizione non innamorarmi mai.

Qualcuno dice che è un atteggiamento di difesa, ma io lo voglio disperatamente, e l’ottimismo, la voglia d’innamorarsi, non dovrebbero avere la meglio su esperienza e paura?

Ma perché è tutto così maledettamente complicato?

Annunci

85 thoughts on “Voglio innamorarmi!

  1. Sai, la voglia di innamorarsi deve misurarsi con l’imprescindibile necessità di trovare qualcuno sul quale riversare questa voglia… e questo temo che sia l’ostacolo principale.. 😆

    Mi piace

    • Beh, a seconda dell’interpretazione, potrebbe essere un complimento o il suo esatto contrario. Per l’esattezza, intendevi che le persone che mi fanno il filo non sono degne di me, oppure che non mi si fila nessuno? 😛

      Mi piace

  2. E’ complicato innamorarsi o sei tu, complicata?

    C’è una bella pubblicità a Radio Popolare, su di un trucco per donne, forse, bellissima, dice che con uno sguardo: “ti seduco, ti prendo, ti… ti faccio innamorare”.

    Credo sia vero.

    Anche il gatto lo sa fare, farti innamorare con uno sguardo, anche il cane. La gatta umana, poi…

    Però è una cosa troppo naturale per renderla complessa.

    Mi piace

    • Divento evanescente? Sarebbe un motivo in più, non credi? Niente dieta, niente sondino e altre restrizioni, e volerei come una farfallina (beh, ora non mi fate i confronti con Belen, che non ci tengo proprio ai paragoni con quella sottospecie di […omissis…] ).

      Svampita, rincitrullita, felice, che cammina per la strada canticchiando e zompettando, arrossisce al solo pensare a lui: o sì, voglio essere proprio così!!! 😳

      Mi piace

    • Diemme: e se diventi anche rinco…? 🙂

      Attenta alla risposta, ricorda il post su Witney H., anche lei voleva sentirsi così accanto al Rapper tossico,

      Mi piace

    • Ma io non voglio un tossico!!! Secondo te, sono rimasta sola tanti anni, rifiutando pure persone degnissime, in attesa di un tossico??? 😯

      Rinco, rinco… quello d’amore è un bel rincoglionimento, voglio viaggiare su una nuvoletta 😳

      Mi piace

    • Ma è un’intossicazione sana, di quelle che rendono più belle, la pelle luminosa, il sorriso smagliante… 😀

      L’amore dà entusiasmo, energia, voglia di fare… rende forti, costruttivi, energici, motivati… 😀

      Mi piace

    • @Giulio: veramente il mio problema credo che sia proprio che non lo cerco, e se fa capolino all’angolo cambio strada e fuggo via.

      Ecco, dovrebbe approfittare di un mio attimo di distrazione… l’ultima volta avvenne così 🙄

      Mi piace

  3. Ehmmm…

    mi spiace… parlavo di una giovane ragazza che lavora in reception, al mattino non vedo l’ora di arrviare al lavoro e ho ripreso dei progetti che avevo abbandonato, ho voglia di sollevare il mondo… Sarà connesso a lei allora!

    Mi piace

    • E io che pensavo che fosse una battuta, e ti riferissi a un rincitrullimento da causa ignota! 😛

      Bene, l’amore è la cosa più bella del mondo, lo auguro davvero a tutti.

      Ma soprattutto a un mio amico, grande piacione, sempre a caccia di nuove reclute, più o meno virtuali, auguro che tutte le donne che gli stanno intorno si innamorino.

      Di un altro.

      Mi piace

  4. Quoto Giulio, ahimé l’amore pare sia un folletto dispettoso – dice un proverbio irlandese – che arriva solo quando non lo cerchi.

    Secondo i principi del REALITY TRANSURFING di Zeland (lettura consigliata a CHIUNQUE stia cercando di ottenere fortemente un risultato, sia in amore che nella carriera), volere molto ardentemente qualcosa ci allontana dall’obiettivo: infatti poiché tutto va bilanciato in Natura, l’Universo scatena forze di opposizione al nostro desiderio che vanno a compensare l’eccesso energetico provocato dalle nostre emozioni.

    Come si fa allora a realizzare un “desiderio”?
    Si impara a desiderare senza creare energia emotiva destabilizzante (o “potenziale superfluo”), scivolando invece dolcemente e con grazia verso quell’universo parallelo che contiene il nostro intento realizzato.
    Quando il “fuoco interiore” arde troppo fortemente, brucia la capacità di realizzazione dell’intento stesso.

    More details?
    Leggete il libro. Per me si sono rivelati 14 euro ben spesi, con ottimi suggerimenti pratici e spiegazioni incredibilmente azzeccate sul perché ci blocchiamo nella realizzazione delle cose che abbiamo a cuore (= le vogliamo troppo fortemente). Poca metafisica, molti esempi concreti, lettura scorrevole.

    (non ho ancora imparato molto bene a praticare l’arte del Reality Transurfing, ma almeno ho capito alla grande dove toppavo con la mia vita….)

    ciaooooo 🙂

    Mi piace

    • @Mrs President: sai come mi sono innamorata l’ultima volta?

      E’ stato circa cinque anni fa. Assistevo – ai soli fini umanitari – un tizio che si era messo in testa che ero follemente innamorata di lui.

      La cosa non era vera, tutt’altro, e la sua aria da convinto mi dava davvero sui nervi. Avevo un carissimo web-amico, e mi misi d’accordo con lui, che mi avrebbe telefonato mentre ero col convintone, e avremmo cominciato a fare cicci cicci.

      Beh, hai presente quando si dice “iniziare per scherzo e finire per davvero”? Alla fine della telefonata qualcosa era scattato, anche se poi, per questioni logistiche non ha mai decollato: ah, che occasione persa!

      Dall’epoca, niente, niente di niente. E’ vero, rifuggo le situazioni, non vado a feste, banchetti, ricevimenti, però vivo pur sempre in una grande città, sono una socievolona, di gente ne incontro in continuazione.

      Non sarò una tipa troppo difficile? Oppure semplicemente terrorizzata? Oppure con una mentalità del piffero? Oppure…boh!

      Mi piace

    • @goldie: ma magari una si vuole innamorare di un personaggio mitico che non esiste… ama l’amore, e non riesce a materializzarlo in un uomo. Capita anche questo.

      Mi piace

    • @sonoqui: se è destino? Maghi astrologi e veggenti dicono così, che se è destino non sfuggi.

      Ma al destino non andrà data una mano? E poi, se non è destino?

      Mica mi convince tanto questa storia… 🙄

      Mi piace

    • @Enrico: comunque la verità è che non do occasioni alla vita, non do occasioni alle persone, oltretutto non capisco quando una persona si propone (nel senso, se uno mi dice “Passo a prendere un caffè”, io metto su la Moka, mica la guepiere, e se mi fa un sacco di complimenti, se è premuroso, penso che sia una persona gentile, e così via… ).

      Peraltro ammetto di avere un target alto, non come aspetto o come posizione, ma come caratura morale non transigo, ho il mito dell’eroe senza macchia e senza paura e, forse, non è neanche un atteggiamento troppo maturo.

      Mi piace

  5. C’è forse qualche similitudine fra la mia e la tua situazione, perché anch’io offro ben poche occasioni al caso o al destino per fare il suo lavoro, anche perché se vado da qualche parte spesso sono in zone dove non c’è nessuno o quasi. 🙄

    Ho anche una certa tendenza a prender consapevolezza che qualcuna si interessa a me… nel momento in cui questa abbandona i suoi tentativi di farmelo intendere.. e sparisce con un altro.. 😆

    Però, differentemente da te, mi lascio condizionare dall’aspetto… e anche dall’età… e mi piacciono le donne in gamba, ma anche disinibite e un po’ osé.. 😳

    Resta il principio generale che in una “coppia” che si forma, i cambiamenti in positivo rispetto alla situazione precedente devono prevalere su quelli in negativo, altrimenti che senso avrebbe? 😉

    Mi piace

    • Io sono solo in gamba (né disinibita né osè 😛 ).

      E’ chiaro, se si forma una coppia, entrambi i componenti di detta coppia devono stare meglio rispetto alla situazione precedente, altrimenti che senso ha? 🙂

      Mi piace

  6. Non saprei dire come si faccia ad innamorarsi, capita e basta…certo che un minimo di vita sociale occorrerebbe farla, non si può aspettare che l’amore bussi alla nostra porta…in genere bussano quelli che ti propongono la fregatura. E se s’insinua piano un pensiero che non vogliamo, che si fa?non rimpiangiamo lo stato di calma piatta di prima? le energie vitali tornano se c’è un minimo di speranza di venir ricambiati, altrimenti sai che tristezza 😦

    Mi piace

    • Sai Luisa che c’è, che se l’amore non lo alimenti muore da sé e quindi, anche se ti innamori di una persona che non ricambia, se non ti ci intestardisci fai presto a dimenticarlo.

      Insomma, io di un uomo amo anche che mi ami, che mi apprezzi, che voglia stare con me, che mi abbia a cuore, che voglia rendermi felice…

      Mi piace

  7. Credo che un uomo come lo descrivi tu piacerebbe a molte 🙂 ritorniamo a bomba, dove possiamo incontrarlo, e se è più vicino di quanto sembri che lanci segnali chiari ed inequivocabili!

    Mi piace

    • E soprattutto che non tenti di fare il macho. Una volta incontrai un uomo delizioso ma, per conquistarmi, si mise a fare il duro e lo spavaldo. Quando mostrò la sua vera faccia, tenera e davvero innamorata, la nostra occasione l’avevamo perduta 😦

      Mi piace

  8. Ciao cara Diemme, sarebbe troppo semplice e forse non come si vorrebbe, che l’innamoramento arrivasse a comando, perderebbe anche tutto il suo alone di mistero!
    Io credo che sia importante predisporci noi, nel percepire i segnali, nel valutare meno superficialmente le persone che si incontrano, anche nel renderci più interessanti, amabili, da conoscere meglio.
    Ma questo per un innamoramento che non sarà il classico colpo di fulmine, piuttosto un progressivo scoprire aspetti e contenuti della persona che ce la fanno vedere con sempre maggior tenerezza.
    Non so, non credo che ci sia nessuno che può insegnare ad un altro, se non riportare le proprie e personalissime esperienze, che la dicono fino ad un certo punto.
    Comunque già il tuo volerti innamorare è sintomo di una persona col cuore aperto, una persona il cui sguardo non mancherà di una luminosità speciale!
    Ti auguro davvero che ti possa accadere, che possa essere un incontro felice!
    Volerlo è sempre la premessa più importante!
    Un abbraccio grande cara Diemme, auguri di ogni bene!

    Mi piace

    • Una volta una persona mi chiese se credevo nell’amore a prima vista, e io gli risposi di sì, poi aggiunsi, ripensando ai miei ex: “Io ho avuto solo amori a prima vista, perché se a tutti avessi dato un secondo sguardo sarei tornata sui miei passi!”.

      Scoppiò in una risata, ma è la verità. Io credo che le mie difese consistano nel fatto che non mi fidi moltissimo di me stessa, dai i precedenti…

      Se penso che ci fu un tempo che, relativamente ad Attila, avevo paura di perderlo… 😯

      Scherzi a parte, lo so che l’innamoramento non arriva a comando, altrimenti il comando l’avrei eseguito quando ho conosciuto delle persone veramente degne, che mi volevano bene e veramente avevano tanto da offrirmi: ma che fare, se la molla non scatta non scatta!

      Mi piace

    • Infatti sapevo di non aver nulla di nuovo da dirti, anche perchè forse potrebbe essere il contrario, visto che di esperienze credo tu ne abbia avute più di me!
      Ma lo stesso, mentre è bello sentirti dire di volerti innamorare, nello stesso tempo dispiace se ciò rimane solo un pio desiderio!
      Spero sempre bene per te! ciao donna speciale!

      Mi piace

  9. Non sono riuscita a leggere tutti i commenti quindi spero di non dire cose già dette.

    Allora, noi siamo coetanee. IO sono ben felice di non avere , per ora, questo problema. Ma per esperienza posso dire che l’amore capita, non lo si trova perché lo si cerca. Anzi, spesso la voglia di innamorarsi fa diminuire le possibilità di incontrare l’amore. Così come capita che lo si incontri e non lo si riconosca. Di solito succede alle persone troppo razionali. Lo sei?

    Capisco che la vita senza amore sia un po’ monca, ma mi sento di dirti quello che di solito dico alle donne senza figli (ma che li vorrebbero) : non sapete quanto siete fortunate! 🙂

    Insomma, senza amore ma con un problema in meno.

    Mi piace

    • Sì, sono troppo razionale, decisamente non sono una che si lascia andare, e questo potrebbe pure essere un bene, ma forse non sono neanche quella che lascia all’altro la possibilità di mettersi in discussione, cambiare, essere diverso, crescere insieme, e questo bene non è.

      So bene cosa sia l’amore, come è la vita con o senza, ma credo che i casi siano almeno tre, non due: infatti c’è la calma piatta del non amore, tranquilla ma noiosa, l’entusiasmo e la felicità dell’amore sano, il dolore di quello disfunzionale.

      Io vivo il primo caso, ho sempre rifiutato il terzo, ambisco al secondo.

      Mi piace

  10. Al solito non ho potuto leggere i commenti: Quanti!!!!!
    Per rispondere al tuo desiderio di innamorarti dovresti sapere che non ci si può innamorare a comando, che l’Amore decide lui e che ognuno di noi ha un inconscio che lavora in combutta coll’Amore.
    Smettila di desiderarlo e ti capiterà… e in quel momento entrerai in crisi.
    Ciao a tutti.

    Mi piace

    • Caro Quarch, non sono una ragazzina, d’innamorarmi m’è capitato, come mi è capitato di dover ricominciare dopo la fine di un amore.

      Sono stati amori importanti, la cui fine però non mi ha mai impedito di andare avanti. Da quando ho avuto mia figlia, ci sono sì stati degli impedimenti logistici, ma c’è stato forse anche un appagamento d’amore che mi ha reso – questa è stata la mia analisi – meno “bisognosa” di affetto esterno.

      Chiaro però che un conto è l’amore genitore-figlio, un altro conto è la reciprocità di due individui adulti. Io credo che ci sia qualcosa che mi blocchi, di cui non conosco il nome. Forse la parola “Paura” non basta: oppure sì?

      Mi piace

    • Ho nominato l’inconscio… non a caso. L’inconscio ci fa tantissimi “scherzi” e non demorde.
      Se trovo il tuo indirizzo ti mando una foto dell’inconscio (si fa per dire).

      Mi piace

  11. Concordo, niente macho. Non lo vedo bene ne per me ne per te. Niente uomo che scimmiotta goffamente gli uccelli maschi che attraggono col canto, e se ne vanno alle tre del mattino come alle tre del pomeriggio con l’autoradio a tutto volume per avvisare della loro presenza nel raggio di 20km! Con quelli verrebbe voglia o di chiamare i carabinieri o di imbracciare l’archibugio del nonno per dare la caccia al tordo :mrgreen: . No anche ai maschietti “ndo cojio cojio” (non sono sicura si scriva così, correggi per favore), quelli che sono sempre più depilati di noi, con le sopracciglia più fini, con più matita negli occhi, e inconsciamente mandano un messaggio non solo alle donne… Uno sarà pure buono d’animo e dolcissimo, ma mamma mia, non si può guardare. Per il resto penso che Cupido farà la sua parte, spero con la tecnica che ha scritto Sergio. Penso sia l’approccio più efficace per persone sempre sulla difensiva…e non scatta la molla avremo un amico in più, e non ci sarà andata male lo stesso 🙂

    Mi piace

    • Per comportamento “macho”, nel senso più deteriore del termine, intendo uno che prova a portarti a letto anziché dirti che con te sta bene e magari, perché no, che ti vuole bene.

      Ci sono uomini che ritengono che non sia appropriato fare i teneri, e invece lo è, urca se lo è: e pensare che magari lo sono pure!

      Per quelli ” ‘ndo cojo cojo” (neanch’io so se si scrive così, ma tanto ci siamo capite 😉 ) non intendevo quelli “uomini, donne, pecore, alberi, rifiuti tossici”, tanto quelli che vanno a caccia grossa e che ne fanno una questione di quantità più che di qualità.

      Per quanto, lasciamelo dire, uomini così sono la salvezza per l’autostima di quelle donne con poco appeal, che possono sempre raccontate a se stesse di avere un tot di corteggiatori 😀

      Mi piace

  12. Capito macho= uno che va per le spicce.
    Mamma mia Diemme, m’hai fatto morire dal ridere con quel “uomini, donne, pecore, alberi, rifiuti tossici” 😆

    Mi piace

    • @paperi si nasce: per cominciare, benvenuto tra noi 🙂

      In secundis, io questo desiderio lo sto ricominciando a provare adesso, dopo quasi diciannove anni di solitudine, quando ben altro orologio biologico comincia a battere i colpi e farsi sentire. Finora non ci ho pensato, e quindi l’amore, secondo le teorie più accreditate, sarebbe dovuto comparire all’orizzonte. 😉

      Mi sono rilassata, I’ve token it easy, ma niente amore in vista 😥

      Mi piace

  13. Allora, cara Diemme, successo niente di prelusivo a ciò che aneli?
    Oppure, visto che non è tanto loantana, aspettiamo direttamente la primavera, stagione vocata per antonomasia agli innamoramenti?
    Pensare che da qualche parte la persona giusta ci sarà senz’altro, il problema è solo che nei movimenti dei flussi umani si combini l’incontro!
    Io comunque sono sicuro che accadrà!
    Ciao con l’augurio di una felice giornata, anche di bel tempo come qui da me.

    Mi piace

    • @Sergio: no caro Sergio, niente di niente anzi, ti dirò, che un tizio che, in una scala da uno a dieci, poteva piacermi 0,5, è riuscito ultimamente a perdere pure quel mezzo punto.

      Mi sa che sono come quelli di “Amore a prima svista”, ipercritica per paura e complessi.

      PS: Sorry, per amore a prima svista non ho trovato filmati: peccato, era così carino!

      Mi piace

    • @Enrico: foto sexy? Ma stai scherzando? A parte che io sono sexy anche col saio, già così fatico a tenere a bada le orde di uomini infervorati, figuriamoci se pubblico foto sexy! 😆 :ol: 😛

      Mi piace

  14. Ciao, il tuo blog è meraviglioso! Caldo e vero….
    A me piace questa. “E non crediate di poter dirigere l’amore, perché sarà l’amore a dirigervi, se ne sarete degni” (Kalhil Gibran).
    Farsi guidare dall’amore verso persone, cose, attività, facilita incontri che abbiano senso e coinvolgano davvero. Un abbraccio

    Mi piace

    • Cara Olga, ma che piacere leggerti, non mi aspettavo questa bella sorpresa!

      Sono felice che ti piaccia il mio blog (io ricambio ritenendo meraviglioso il tuo libro 😉 ), e spero di averti spesso qua. E’ un blog che mi dà davvero tanta soddisfazione, anche grazie al contributo di tutte le persone che partecipano con le loro testimonianze e la loro passione.

      L’amore? Io sono piena d’amore, di quello universale, che coinvolge tutto il mondo. Mi sento in armonia con gli altri, un tutt’uno con loro, e questo mi rende felice però… comincio a sentire l’esigenza di aggiungere a questo amore universale uno più specifico, un qualcuno per cui essere importante, per cui essere il suo mondo: chiedo troppo?

      E, soprattutto, arriverà? Mah!

      Spero di rivederti presto, ti abbraccio forte.

      Mi piace

  15. E lo troverà @Olga …. o meglio sarà lui a ritrovare @Diemme, visto che d’ amore vive, e di memorie non futili, affondate saldamente nell’ esistenza … senza smarrire il sogno ! 😀
    Mi associo all’ amica : il tuo libro, @Olga, è eccellente ed ancor migliori gli intenti ed antichi, giacchè anch’ io, da sempre, ritengo con fondate ragioni che verso noi stessi, in armonia con gli altri, debba dirigersi il viaggio da intraprendere per la conoscenza dell’ anima nostra, la migliore e più nobile parte che possediamo, la meta a cui tutti e tutte, in questo guazzabuglio opaco che è la vita, dobbiamo appassionatamente puntare per vincere anche contro la solitudine e la malinconia accorata che la nutre noi malgrado .
    @Bruno …

    Mi piace

  16. bypassando tutti gli altri commenti… ma non pensi che forse l’Uomo di Cui ti devi Innamorare semplicemente deve ancora arrivare?

    E’ come quando cerchi casa… la casa perfetta non hai bisogno degli sforzi maldestri dell’agente immobiliare, lo capisci al volo che è la casa giusta per te 🙂

    Mi piace

    • Beh, in passato sono stata innamorata, moltissimo, profondamente, in maniera coinvolgente, e mica una volta sola!

      La prima volta avevo 11 anni, e me la portai dietro fino alla maturità (per la verità, anche oltre), e poi ricapitò, e ricapitò… insomma, dopo ogni storia (o mancata storia) una congrua elaborazione del lutto, e poi la vita continuava.

      Ero piena d’amore, un amore magari senza un bersaglio, ma mi sentivo la primavera addosso. Ora mi sento ripiegata su me stessa, come in un deserto, e questo non mi fa stare bene. Sembra che non creda più a niente, che abbia smesso di sperare, che abbia troppa paura.

      Mi dispiace essere così, vorrei volere qualcuno, sarebbe molto più normale.

      Mi piace

  17. Eri “piena d’ amore” ?!?
    Sbagli @Diemme, a parere mio, giacche “sei piena d’ amore” !
    E’ mutata la stagione della vita, non splende più per te ( e per noi … ) la ruggente primavera della tua adolescenza … ma assai dolce è anche l’ autunno della vita, e concordo con @FraPuccino : forse, l’ Uomo giusto deve ancora arrivare … e per quanto poco ne sappia io di te … sono pur tuttavia certo che arriverà ! 😀
    @Bruno …

    Mi piace

  18. Nò, l’ anima @Diemme … te l’ hanno forse logorata, dilaniata, ma non certo vinta !
    C’ è in te, questo è vero, la paura, ma questo sentimento è tipico di ogni Donna che si sia fatta da sola, che “da sola” abbia allevato i figli, che tiene alla sua indipendenza conquistata ‘a mozzichi’ e difesa con le sole proprie forze, ma quando un Uomo, e non importa in quali vesti si presenterà, ti guarderà negli occhi e Tu sentirai che tutti i battiti del mondo si sono nascosti nel tuo cuore, beh allora ogni tuo proponimento, ogni tua malinconia, ogni tua paura svaniranno d’ incanto e Tu saprai che il tempo, è ancora tuo !!! 😀
    Qualcosa mi dice, che non sarà troppo tardi, mai !
    @Bruno …

    Mi piace

    • Caro Bruno, meglio che non ne parliamo più, sono veramente triste stasera. Sono stanca, da qualche anno a questa parte mi sento, inevitabilmente, nell’altra metà della vita.

      Ti prego, non mi argomentare che non è così, mi costringeresti a pensarci, e ne sarei più ferita.

      Mi piace

  19. No … non ti argomento più così … del resto, questa stessa sera – e senza alcun motivo plausibile come mi capita spesso – mi è presa una malinconia che mi fà un male della madonna e non riesco a tenerla lontana da me …
    Dovremmo recuperare la nostra antica voglia di ridercene e sbattercene di tutto, @Diemme, come facevamo un tempo …. ma anche i nostri amici, straordinari nello strapparci una risata con la loro ironia, avvertono probabilmente la pesantezza di fine domenica, e se ne stanno lontani .
    Sai che ti dico ?!?
    Domani è un altro giorno, @Diè … e che sia migliore !!!! 😀
    @Bruno …

    Mi piace

    • Anche tu sei avvolto dalla malinconia? E allora sarà una questione astrale, visto che siamo dello stesso segno, nati a un giorno l’uno dall’altro..

      Caro Bruno, quello che mi sta uccidendo è questa storia delle corde vocali, mi sento come se mi avessero amputato un arto, non ce la faccio più. L’altra sera, a cena con un mio amico, mi sono resa conto a un certo punto che non potevo più parlare. Io ho sempre affrontato ogni problema della mia vita, ero ben cosciente che “quando c’è la salute c’è tutto”, e non chiedevo altro. A 29 anni, un medico con la sua tracotanza fece un intervento che non doveva essere fatto, lo fece male, e per me seguirono tre anni e mezzo di malattia che mi fecero perdere tutto quello che avevo costruito fino ad allora, marito compreso.

      Ho ricominciato dalla gavetta, mi sono fatta stare bene quello che ero riuscita a ricostruire, combattevo con i miei chili pure scherzandoci su, e ora questa nuova botta, che è ripartita insieme al trigemino, e io devo stringere i denti e sorridere, ma non ne ho nessuna voglia.

      Sarà vera la psicosomatica? Sarà vero quello che dice la Louse Hay, che ogni malattia del corpo non è altro che la manifestazione di un’altra dello spirito? E io, ora, che dovrei fare?

      Mi piace

  20. C’ è tanta verità, nelle parole di @Louise Hay … la psico-somo-patìa è una realtà, e mi sembrano assai saggi, ed umani poi, i suoi consigli : li sto ascoltando mentre batto questo commento, e riscontro tante situazioni mie a cui rimedio proprio con le azioni suggerite da questa brava operatrice .
    Ma l’ anima umana, è assai più complessa, e guardare dentro di noi, talvolta, ci smarrisce, ci turba … e non sempre ci è possibile addentrarci di più, e poi … la memoria, e il tempo che se ne va !
    Comunque, le cose che dice sono indubbiamente i primi passi da fare, diciamo che sono l’ ABC per ricominciare ad essere noi stessi, ammesso che gli altri e questo mondo infame ce ne lascino il tempo !
    Dai … domani sarà migliore … e poi c’ è @Sissy : presente o assente che sia, lei c’ è sempre !!!! 😀
    @Bruno
    Post Scriptum : …. tacci sua, a quel “bastardo” di @medico, se eseguì l’ intervento con supponenza e tracotanza !!!

    Mi piace

    • Era una donna. Me la presentarono come grande medico, chi mi ci mandò ci stava da venti o trent’anni. Mi prese direttamente l’appuntamento lui, ché se mi avesse dato semplicemente il recapito io probabilmente non ci sarei andata mai. In realtà non dovevo fare niente, solo un controllo per tranquillizzarmi, perché io già sono un’ansiosa di mio ma in quel periodo, in rotta di collisione col mio compagno, l’uomo che ad oggi è stato il più importante della mia vita e con cui il rapporto stava naufragando, ero tesa come una corda di violino.

      Il mio istinto fu quello di scappare al solo leggere il suo nome sul citofono (ah, quel mio benedetto sesto senso che non ascolto mai!) e poi… le cose si incrociarono in una maniera tale che oramai mi sono convinta che fosse un evento predestinato.

      Comunque, ora non voglio pensarci più. Ora voglio solo riacquistare entusiasmo per la vita, e godermi quel che resta del giorno.

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...