Auguri piccola!

Piccola? Insomma, 17 anni non sono pochi, e poi tu sei dovuta maturare prima, giocoforza.

Sei stata solo mia fin dall’inizio: io e te, sempre sole, io e te. E poi tuo padre a cui stare attenta, tu piccola piccola, e lui che ti lasciava sola in macchina, lui che ti affidava al primo estraneo di passaggio sulla spiaggia per potersi spaparanzare al sole più tranquillo, lui che in piscina non ti guardava se c’era una bella gnocca che evidentemente gli interessava di più guardare.

E allora, non ti ho mai voluto togliere il padre, quel padre che chissà in base a cosa tu adori (“Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce“, diceva il buon Pascal), dovevo però salvaguardarti, “Non ti far lasciare sola in macchina”, “Non ti lasciare affidare a nessuno”, “Quando sei in acqua pretendi che stia con te, se si distrae chiamalo, se non ti sente esci!”. Però con lui stavi bene, lui era il divertimento e il gioco, la spensieratezza totale, lui erano caramelle per pranzo e cioccolata per cena e, forse, nella vita di un bambino c’è bisogno anche di questo.

Hai imparato presto a telefonarmi quando stavi male, tanto lui non ti avrebbe mai curato e sapevi che una febbre, se non si fa abbassare subito, può essere rischiosa: ti ho riempito di ansie? Probabilmente, anche se su un altro fronte ho cercato sempre di tranquillizzarti, e direi che oggi sei una ragazza serena.

Certo, un papà forte alle spalle, un papà capace e protettivo di serenità e sicurezza te ne avrebbe date di più, ma che vuoi farci, se fosse stato un altro non saresti nata tu, e allora va bene così.

Va bene così, perché tu hai reso la mia vita meravigliosa, l’hai riempita di significato, di scopi, di forza e di bellezza. Tu che hai mille virtù che non si sa bene da chi hai ripreso, certo non da quel tuo padre squinternato, né da questa madre troppo stanca per darti quella giocosità e anche quell’attenzione cui avresti avuto diritto.

Quando mia madre ti parla di me tu stenti a credere che sia io quella persona così attiva che lei descrive, creativa, costruttiva, che quello che si metteva a fare le riusciva, dagli abiti ai manicaretti, dai lavori d’ingegno al bricolage… ma tu questa persona non l’hai mai conosciuta, i miei tempi da quando tu sei nata sono sempre stati stretti, lotta continua per la sopravvivenza.

Però sono riuscita a darti tutto, anche se il concetto di parsimonia t’è rimasto, non vuoi che spenda mai nulla per te, magari lasci il cuore su un abito però non me lo lasci comprare, anche se io insisto a dirti che adesso possiamo, che i tempi duri sono passati.

Quanto mi somigli figlia mia, tu non immagini quanto! No, non alla me di adesso, ma a quella che sono stata. Forse non è giusto vedere nei nostri figli il nostro prolungamento, vedere in loro una seconda possibilità della nostra vita, pensare che loro forse avranno modo di essere quello che noi non siamo stati, però credo sia inevitabile.

Io non ti forzo in niente, rispetto i tuoi gusti, le tue inclinazioni, ma certo che poi mi fa piacere vedere che le nostre strade non sono in collisione, tutt’altro, e non posso a fare a meno di vederti come la mia seconda occasione di vivere: confido che tu avrai più possibilità di quelle che ho avuto io, io ti appoggerò finché posso.

Tu vuoi diventare medico, io quello non l’avrei mai fatto, ma certo che ne sono orgogliosa. Ti ci vedo medico, tu che hai la passione per la medicina, la passione per il prossimo, e anche la passione per l’arte, che se pure farai un’operazione la farai con la mano d’artista, e non da raffazzonatore.

Insomma, oggi rivedevo il video col discorso di Steve Jobs ai giovani laureati. Unisci i puntini, tutti gli episodi della tua vita, e ne capirai la trama, ne vedrai il disegno. Sono gli eventi più dolorosi della mia vita che mi hanno portato ad avere te, gioia infinita. Sarebbe bastato un solo tassello diverso, fosse pure un dispiacere in meno, e oggi non conoscerei questa felicità.

Scrisse il Manzoni «chi dava a voi tanta giocondità è per tutto; e non turba mai la gioia dei suoi figli se non per prepararne loro una più certa e più grande»: e non c’è dubbio che tu sia la più grande gioia che mai potessi sognare.

Grazie, amore mio, d’essere nata.

Annunci

34 thoughts on “Auguri piccola!

  1. Buon compleannoooooooo 🙂
    La tua gioia, la tua bambina, evidente a chiunque ti conosca un po, a chi legge le pagine del tuo blog. Siete sempre state sole,ma insieme una vera forza. Tu la sua e lei la tua. Dici che con un padre diverso avrebbe potuto essere più serena, può essere, ma non lo ha avuto, eppure.. L’oggi parla di una ragazza sana di principi, che ti vuole un bene immenso, che ha imparato a badare a se stessa grazie a quello che le hai insegnato, che sa impegnarsi in quello che fa, non è poco. Poi lei lo sa il peso da dare ai suoi genitori e non da oggi. Vuole bene anche al padre,ma l’hai cresciuta tu buona e non rancorosa. Non hai bisogno che te lo dica io, ma sii orgogliosa di lei, come le lo è di te 🙂

    Mi piace

  2. Mistero fino ad un certo punto. Chi ti legge da un po sa che prima di tutto viene il bene di tua figlia, che per fare male al padre(e ne meriterebbe) non useresti mai la bambina come fosse una pietra da scagliargli contro. Non è da tutti. Ricordi la storia del saggio Salomone col bambino di due madri? Solo chi ama davvero fa un passo indietro…

    Mi piace

    • Beh, quello sì, ho messo l’amore di mia figlia davanti a tutto, ma questo non significa che io lo abbia perdonato.

      Usare i figli come arma contro l’altro genitore è una cosa crudele nei confronti del bambino, e non è degno di un genitore che sostiene di amare i propri figli.

      Ciò premesso, non dimentico.

      Mi piace

  3. Mi pare più che giusto che tu non lo abbia perdonato!!! ma se un giorno la tua bambina dovesse allontanarsi dal padre perchè comincia a vederlo con altri occhi, sarà per libera scelta, non perchè te la sei “lavorata” giorno dopo giorno avvelenandole l’anima.

    Mi piace

  4. Auguri alla tua piccola donna ed a te, che sei una grande mamma!!! e lo testimonia il rapporto che avete tra voi due… complimenti poi per la poesia… è stupenda! ho letto anche il post dei 15 anni ed ho sofferto con te…

    Mi piace

    • @LadyPaola: grazie per i complimenti per la poesia, e per quanto riguarda l’altro post… mi rendo conto che è acqua passata, sembra davvero che sia trascorsa un’eternità.

      Grazie per gli auguri, fetta di torta virtuale per tutti! 😉

      Mi piace

    • @Aquila: ehi ehi ehi, io la pizza non l’ho mangiata!

      Sì, è proprio in gamba, speriamo che la vita le riservi tante cose belle e tanta felicità, davvero la merita.

      Mi piace

  5. Che bella dichiarazione d’amore, cara diemme! i figli sono le persone in cui crediamo sempre, quelle che più sentiamo nostre perchè sono venute al mondo dal nostro corpo, dal nostro cuore. auguri grandi alla tua ragazza che è di poco tempo più grande del mio secondo! 😀

    Mi piace

  6. Arrivo in ritardo, e mi scuso, ma spero siano ugualmente graditi i mei auguri di compleanno alla tua “piccola donna” che ha una “grande madre”. Questa credo sia la fortuna più apprezzata da una figlia. Di solito non si rendono conto, i figli, di queste fortune. Ma da quello che scrivi sono certa che lei già lo sa.

    Un abbraccio ad entrambe. 🙂

    Mi piace

  7. Sei una mamma e come tutte le mamme, che sbaglia e che fa delle cose giuste.

    Ma al di là di questo, sei una mamma tenera, perché l’amore “giusto” per i propri figli è tutto nella vita.

    ps: ‘nnagg… mi sarò compromesso troppo dicendo ciò? 😆

    Mi piace

  8. Auguri a tua piccola maaa…. mi sembra più una critica al padre che un ricordo della sua infanzia.
    Troppo evidente. E non credo che sarebbe contenta nemmeno lei a leggere il tuo “augurio”. (Visto che era cosi attaccata al padre).

    Mi piace

    • L’ha letto… certo, non le fa piacere sentire quelle cose del padre, ma sa che sono vere.

      D’altra parte, non è un uomo con cui è finita, e a distanza di anni io nutro ancora rancore, è uno che non si toglie dalle balle neanche con le cannonate, qui non si tratta di dimenticare il passato, questo è sempre presente!

      PS: ti aspetto sugli altri post, sai di che parlo… 😛

      Mi piace

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...