A chi si ama senza dirlo…

… però c’è.

E per rispettare la tradizione “Due canzoni, due emozioni”, propongo anche questa:

26 thoughts on “A chi si ama senza dirlo…

  1. no, è un problema tuo (ti piace la connotazione negativa che ho dato a questo avvio? 🙂 )
    Secondo me Adriano, anche se non mi fa impazzire, ha mantenuto una sua dignità.
    amare senza dirlo…può capitare, ma alla fine è come quando devi andare al bagno. Mica vorrai fartela sotto?
    ah quanta grettezza.

    "Mi piace"

  2. Insomma, vi racconto la storia (nel frattempo è arrivato il commento di violaceo, che includo nella risposta).

    Cercavo questo video, che mia figlia mi aveva mostrato e, abbenché mi dicano che gira moltissimo in rete, volevo proporvi, nel caso vi fosse sfuggito:

    Per andare su youtube, ho cliccato tra i preferiti e sono andata a finire su “Hai bucato la mia vita”, canzone che è stata la colonna sonora delle lacrime “post-ultimo amore”.

    Mi è saltata agli occhi la prima canzone tra quelle elencate a fianco, che non conoscevo e mi ha riportato in mente il mio post “Le parole che non ti ho detto”, e collegato a quello tra i related, il secondo, che pure mi ha intrigato, che qualche maligno penserà subito che è dedicato a […], sai com’è, (a proposito, com’è? ) e invece è tutto molto casuale, o forse no, come dicevo ieri a un amico, da parte mia è stata una coincidenza, da parte del Fato non so).

    Violaceo, hai perfettamente ragione, ma guarda che io l’ho sempre detto… o almeno fatto capire in maniera assolutamente inequivocabile. A volte anzi, l’hanno capito anche quando non era (colpa della mia esuberanza).

    Insomma… Beh, sì, un po’ prosaico lo sei stato, ma rende bene l’idea e… quanno ce vò ce vò!

    "Mi piace"

  3. Fato o coincidenze o sonasega come le chiamava Jung (me l’ha detto una del settore)..
    Ne sono stato vittima anche io, la scorsa settimana.
    Sogni ricchi di simbolismo (ora poi, nemmeno troppo difficile da decifrare, un simbolismo ampiamente alla mia portata) che poi si avverano.

    Carino il video dell’amore alla frutta, ma tornando a Celentano apprezzo parecchio il lamento cantato di “Tir”, rigorosamente da ascoltare alla guida con la camicia sbottonata e il gomito fuori dal finestrino.
    (La devo far sentire a mio figlio, sono convinto che in quattro balletti se la impara e poi la canterà con un pathos ineguagliabile. )
    Non c’è da stupirsi che le donne non mi trovino carino.
    Che io sia perdonato!

    "Mi piace"

  4. Volevo guardarmi un film.
    Poi mi son detto “va’, andiamoci prima a fare un blog-giro. Vediamo se da Diemme c’è qualche novità”.

    E trovo quattrovideoquattro, di cui ne conosco solo uno.

    Così poi mi prendo il Tir ( te lo riporto Violaceo) e vado verso youtube, svolto a sx sui preferiti, scavalco il primo related e mi perdo all’uscita di “mostra tutti”.

    Alla fine il gelato al gusto di fato e torno indietro, canticchiando:

    Non si vede bene, saranno i tergicristalli.

    "Mi piace"

    • Insomma, si scherzava in rete, e andammo a finire a un matrimonio, con tanto di cugini testimoni e un nonno un po’ strambo che interveniva a suo modo.

      A un certo punto una persona disse “E io faccio come Julia Roberts” ne Il matrimonio del mio migliore amico” e lo fece… e non la smise più.

      Io le feci presente che a un certo punto Julia Roberts desistette… non capiì il messaggio. Ma tu, che sei un vecchio lettore, forse tutto questo lo sai (o no?)

      Ritorniamo alla fatidica domanda: esiste il caso?

      Vo’ a cercare un altro video….

      "Mi piace"

  5. Diemme,

    arrivo alla tua casa direttamente da quella Mormile.

    Io ho nel cuore un amore puro e vero, ma me lo posso tenere solo per me. Non si sceglie di innamorarsi e sopratutto non si sceglie di chi innamorarsi.

    Ho sorriso leggendo Violaceo. Non è proprio così. Ci sono condizioni per cui non puoi urlarlo al vento.

    L’amore a volte resta dentro di noi, perchè è così che deve essere.

    Un abbraccio misterioso

    "Mi piace"

    • @misteria.

      Non sono d’accordo. Secondo me si può dire sempre. Dipende dai modi e dalle intenzioni.

      Se si dice a a una persona, che per certi versi è irraggiungibile, che si ama, comunque le si fa un dono, e le si dà la possibilità di scegliere. Non sto parlando di dichiarazione, che so io, a una persona sposata, per dargli la possibilità di lasciare il partner, perché quello sarebbe scorretto, ma di una dichiarazione fine a se stessa, che voglia dire esattamente quello che dice: ti amo, anche se non sarai mai mio per questo e questo motivo, il sentimento c’è, e che ti sia di sostegno e conforto. Può essere a una persona che sta partendo per le lontane americhe senza intenzione di tornare, può essere, che so io, a una persona anagraficamente lontana da noi, cui per qualche motivo si decida di rinunciare, può essere un omosessuale, una cosa qualsiasi: sono tante le cose che possono tenere lontane due persone che si amano. “Amor omnia vicit”: prima dell’omnia ci metterei un “quasi”, se mi ricordassi come si dice in latino. “Voci nella notte” mi diceva “volere è potere”, ma io credo che il volere aumenti le possibilità, le centuplichi forse, ma non per questo le rende infinite o le crea dal nulla.

      Ma se “Io ti amo” non significa “Ti desidero”, “Vorrei averti” e così via, ma significa semplicemente “Ti amo”, io penso che si possa, e debba, dire sempre.

      Scusa, sono stata presa dalla foga del discorso e non ti ho dato il benvenuto. Ti avevo già letta tra le pagine di Alfonso, e sono felice che tu sia approdata qui.

      "Mi piace"

  6. Mi ero distratto un attimo, mi sa.

    Certo che anche te…se linkavo una canzone alpina ti avrei ricordato chissacché. 😆

    Sul caso, direi che l’importante è non farci caso.
    Se dovessimo interpretare tutto non ci capiremmo più un caso.

    Poi il saggio è sempre dietro l’angolo che suggerisce: “Fortuna, sfortuna ?…”

    "Mi piace"

    • Fortuna, fortuna… ogni rovescio di medaglia ha il suo diritto… tra un po’ lo metto pure come motto del blog! 😉

      Una canzone alpina mi avrebbe ricordato un signore che incontravo alla fermata di un autobus, un delizioso vecchietto che mi onorava di tutti i suoi ricordi, racconti assolutamente deliziosi. Aveva un bastone intagliato con le sue mani che era una vera sciccheria (so che non si scrive così, licenza poetica che ha la sua ragion d’essere … 😉 )

      "Mi piace"

  7. @Misteria te lo dico scherzando ma sono serio nelle intenzioni.

    Esiste una sindrome che si chiama “Innamorarsi di chi non si dovrebbe”.
    Perché a noi sembra di non poter determinare di chi innamorarsi o meno ma non è del tutto così.
    Dovremmo capire cosa ci spinge a gettare l’amo in un lago piuttosto che in un altro.
    Ad essere più disponibili con alcuni invece che con altri.

    Altrimenti poi arrivano le complicanze che sono “rifare gli stessi errori” fino al “ma tutti a me? Sembra che me li cerchi con il lanternino”.

    Poi la tua potrebbe essere veramente una situazione con scarse vie di ri-uscita. Ma tu non ti fermare.

    "Mi piace"

    • @Bali: beh, dipende da qual è la situazione. Sì, indubbiamente esiste linnamorarsi di chi non si dovrebbe come abito mentale, è un po’ un mettersi al sicuro dai rischi, un concedersi di amare, di sognare, senza mettersi in gioco, in un sentimento fine a se stesso. Io credo di esserne affetta, e non mi creo problemi a dire che nasconde la paura di soffrire, forse anche a dare, dopo essere stata spremuta come un limone, emotivamente parlando. Che poi, l’amore impossibile ti svuoti lo stesso e pure di più, è un fattore che pure si dovrebbe tenere in considerazione.

      Ma forse ho ancora di più un’altra sindrome: fuggo dalla persona ricca e di potere. Non è uno scherzo, mi fa sentire schiacciata e suffocata, e raramente è innocente. Io sono Esmeralda, uno spirito completamente libero, e anche tendenzialmente indomito. Impegni sì, anche solidi, cappi al collo no. Compagni sì, padroni non si azzardino neanche a pensarlo.

      “Non camminarmi davanti, potrei non seguirti. Non stare dietro di me, potrei non guidarti. Cammina al mio fianco e sii mio amico”.

      "Mi piace"

  8. HAHAH superstiziosa pure te?!?! 😛
    urca con il mio sono 19 ma il 19 non è come il 17 😀

    Già il titolo del post mi faceva intuire che era uno dei “post” che avrei voluto scrivere sul mio blog… amare senza dirlo.. forse io ne sarei la campionessa…
    troppa insicurezza, troppi problemi, troppo amore da dare… e troppa paura di soffrire.. tutto ciò è il mio amare senza dirlo… come ultimo “episodio” abbiamo l’amore che ho nutrito per un ragazzo durato quasi 2 anni i primi del mio percorso universitario… di certo non era questa grande bellezza come tutti mi facevano notare.. ma si sa io non ho mai cercato un tipo “bello e impossibile” della bellezza ci si fa ben poco! quello che mi spaventava era l’aver trovato un ragazzo senza difetti e senza vizi… direi quasi una “bestia rara” che mi accettava per quello che ero… da li a poco si creò un amicizia…che poi divenne sempre più solida… oltre all’università riuscivano a vederci insieme ai nostri compagni di corso per diverse occasioni… poi un giorno mi accorsi che forse quello che provavo non era solo amicizia.. ma qualcosa di più e da li arrivarono i primi dubbi e paure.. da prima quella di rovinare il rapporto e poi quella di non essere corrisposta… così continuavo a vivere la mia amicizia con lui facendomi solo del male dentro.. perché ogni giorno era un supplizio non riuscire a dire ciò che provavo per lui… mi alzavo felice di fare quelle 2 ore di treno per andare in uni anche perché c’era lui.. e ogni giorno mi dicevo allo specchio “oggi glielo dici!!” ma poi un giorno mi venne in mente quella volta… l’unica volta in cui abbia mai avuto coraggio a confessare i miei sentimenti… con il risultato che lui non voleva una ragazza così “intraprendente” una che si dichiara.. quando dovrebbe essere il ragazzo a dichiararsi!.. e così continuai la mia “amicizia” con lui cercando di abbandonare l’idea di confessargli i miei sentimenti e sperando che lui un giorno avrebbe provato le stesse cose che io provavo per lui…
    Risultato.. beh semplice io sono qui e lui è laureato e fidanzato con un’altra sua amica che ha avuto più coraggio di me e si è dichiarata… e a me cosa mi è rimasto?!? il rimpianto di non averglielo mai detto!

    Ps: Diemme scusa il commento lunghissimo…

    "Mi piace"

    • @pensierieperline: a me piacciono i commenti lunghi, e i racconti di vita. Ho realizzato però che ho sbagliato a intitolare il post, non intendevo “A chi si ama” ma “A chi ama”, perché quando due “si amano”, sia pure senza dirlo, il problema è risolto alla fonte.

      Beh, però… io credo che, se tu lo amavi, lui dovrebbe comunque averlo capito, chissa, forse aveva le stesse tue paure, o forse veramente per lui eri solo una cara amica. Se ti avesse amato a sua volta, forse un po’ di coraggio avrebbe potuto trovarlo lui altrimenti… sai che c’è, credo che i caratteri di due persone si debbano anche un po’ compensare, e forse per due timidi la vita sarebbe stata un po’ più ostica; niente rimpianti quindi, però un consiglio. Si dovesse riliberare BUTTATI A PESCE, e quello che sarà sarà, fosse pure una figura barbina. O un grande amore.

      "Mi piace"

  9. Buon giorno cara diemme e amici…
    me gusta molto questo post … 🙂
    ma ho riso tanto nel precedente … la mela-cotta e fantastica! Sei unica…dico davvero, “senza smancerie.”
    Buona giornata con tanti sorrisi a te…
    Lisa
    quanto al amore…

    La pace guardò in basso
    e vide la guerra,
    “Là voglio andare” disse la pace.

    L’amore guardò in basso
    e vide l’odio,
    “Là voglio andare” disse l’amore.

    La luce guardò in basso
    e vide il buio,
    “Là voglio andare” disse la luce.

    Così apparve la luce
    e risplendette.

    Così apparve la pace
    e offrì riposo.

    Così apparve l’amore
    e portò vita.
    (L. Housman)

    "Mi piace"

    • Cara Lisa, buona giornata a te, e grazie per questa bellissima poesia, che oggi voglio dedicare alla nostra Stella, il cui cielo è velato da una tristezza sottile… che prima o poi svanirà!

      Non c’è notte cui non segua il giorno.

      Buona giornata a tutti!

      "Mi piace"

  10. @Diemme: beh, dipende da qual è la situazione. 😀

    Che innamorarsi delle persone impossibili (o sbagliate) possa essere un modo di mettersi al riparo dal rischio di soffrire ci sta tutto.

    Però è anche il modo, assai più pericoloso, di tornare su un campo di battaglia dove si è subito una sconfitta emotiva forte, per averne alla fine ragione.

    Si tratta di rivivere ogni volta un’esperienza di sconfitta, con la speranza che vada diversamente.

    Concordo comunque sui pesci buttati a mare, no, voglio dire, sul mare pieno di pesci, vabbè, quella cosa lì. 🙂

    "Mi piace"

Dimmi la tua!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.