Archivio | 14 febbraio 2009

Brutto!

beauty-and-the-beast-tv

Generalmente prima ci si incontra poi, piano piano, ci si conosce, ma in alcuni casi è il contrario. Capitava anche prima, ma Internet è l’apoteosi del conoscersi prima, anche a fondo, e vedersi poi.

Tanti sono quelli che si sono innamorati senza essersi mai visti ma poi, dico poi, intendo prima o poi, bisogna pure incontrarsi.

Tanto più si è andati avanti emotivamente tanto più l’incontro causa ansia, e a volte si vorrebbe persino evitare. Altre volte incuriosisce, e delude, perché raramente la realtà corrisponde all’immagine che ci eravamo fatti nel nostro dar corpo a una voce, a delle emozioni, delle parole…

Hai voglia a essersi mandati foto, l’impatto con la realtà è diverso; voglio dire, è diverso quando ci sono delle implicazioni sentimentali perché, diciamocelo francamente, che l’amico o l’amica corrispondano o meno all’immagine che ce ne eravamo fatti in realtà cambia poco. Ci si incontra, saluti festosi, magari si butta lì un “sei proprio come mi aspettavo” o, al contrario, “mi ti aspettavo diverso”, ma tempo venti secondi si è tornati alla normalità.

Diverso è se il lui o la lei (diciamo il lui, perché dai ritorni che ho mi pare che gli uomini siano meno soggetti a delusioni legate all’aspetto) è qualcuno su cui avevamo fantasticato, il potenziale famoso principe azzurro.

Lo incontri, strabuzzi gli occhi, a volte ti prende un accidente (ma da dove l’aveva presa quella foto che ti aveva mandato???) e… non sai come dirglielo. Per l’altro è tutto come prima, per te è crollato un sogno, e ti rimane quest’estraneo appiccicato a cui qualcosa devi pur dire.

Provi a rimanere sul vago, non ti senti ancora pronta, blablabla, le vecchie storie ti hanno segnato, la paura è tanta blablabla, e poi il lavoro, pare pure che tu debba andar fuori, non si sa bene per quanto tempo… ma l’altro non demorde: qualsiasi problema, qualsiasi ostacolo, si mostra in grado di affrontarlo e risolverlo, e soprattutto si mostra disposto ad affrontarlo e a risolverlo, spiazzandoti totalmente.

Inizia la strenua lotta per togliergli ogni illusione, per darti coraggiosamente alla fuga, per fare marcia indietro a passo di carica: niente, l’altro non ha capito, pensa che sia sempre tu, quella che lo riempiva di parole dolci e messaggini, e ce ne vuole per fargli capire che la musica è cambiata.

Non vorresti ferirlo, non vorresti farlo soffrire, ma una storia con lui non la vuoi proprio e, insomma, a un certo punto finalmente l’altro capisce e, dignitosamente, si ritira con le sue ferite di guerra, col suo nuovo dolore.

Non lo vedi più, non lo senti più, non esisti più. E solo allora capisci che ti manca. E solo allora capisci che hai perso la partita, e che non ci sarà una seconda chance.

*** Ma poi, anche se ci fosse, saremmo capaci di non ripetere i nostri errori? ***

Buon San Valentino!

Buon San Valentino a chi ama davvero col cuore,

a chi vede oltre l’apparenza,

a chi sa amare nella sostanza,

a chi vede oltre la bestia che abbiamo nel cuore

a chi ci lascia guardare oltre la sua di gabbia interiore,

oltre i fantasmi, oltre la paura,

ma anche oltre l’illusione,

perché l’amore è anche e soprattutto quotidianità.

Auguri a tutti quelli che rendono felice la persona accanto a sé,

auguri a chi qualcuno accanto a sé non ce l’ha ancora,

auguri a chi un amore l’ha avuto e a chi l’avrà.

Auguri a chi considera l’amore ossigeno,

che nutre ogni cellula, ogni gesto

 e ogni pensiero,

auguri a quelli per cui l’amore è universale,

e amano il mondo intero.

*** Buon San Valentino a tutti ***

Inoltre voglio dedicare, a chi ha un amore finito che non riesce a dimenticare, questa bella canzone che ho scoperto solo adesso, pur essendo stato Baglioni il mio cantante del cuore per anni, e anni, e anni…