L’angolo delle chiacchiere.

blablabla.jpg

Accolgo l’invito di Arthur a creare un angolo per noi tutti solo per chiacchierare, per quando ci va di comunicare indipendentemente dall’argomento del post.

Cercherò anche di mettere un link permanente al lato, affinché vi sia di facile accesso anche quando post successivi lo renderanno meno visibile.

Chiacchieroni di tutto il mondo, unitevi, il vostro salotto virtuale è qui per voi! (tè e pasticcini virtuali neanche ingrassano, che volete di più?).

506 thoughts on “L’angolo delle chiacchiere.

  1. Visto che lo faccio di mestiere, vi creo l’ambientazione adatta, con un pizzico d’intimità, che non ci guasta mai. Anche della chitarra me ne occupo io e, per cortesia Veronica, puoi al posto della torta di mele fare una bella mousse di cioccolato? Te ne sarei grato, molto, ma molto grato.
    Cara DM, sei pronta? Spargi la voce che il bla, bla, bla, sta per incominciare.

    "Mi piace"

  2. Bene bene… e cos’hai nel tuo repertorio? Come faceva quella “Canzoni stonate, che fanno ancora bene al cuore…”? ok, trovata, la porto io! E poi “malafemmina”… quella con i miei amici la cantavamo sempre a squarciagola… ve le fornisco subito!

    "Mi piace"

  3. Canzoni stonate
    Gianni Morandi

    Canto solamente insieme a pochi amici
    quando ci troviamo a casa e abbiamo bevuto
    non pensare che ti abbiam dimenticato
    proprio ieri sera parlavamo di te

    Camminando verso casa mi sei tornata in mente
    a letto mi son girato e non ho detto niente
    e ho ripensato alla tua voce così fresca e strana
    che dava al nostro gruppo qualcosa di più.

    Enrico che suona sua moglie fa il coro
    Giovanni come sempre ascolta stonato com’e’
    canzoni d’amore che fanno ancora bene al cuore
    noi stanchi ma contenti se chiudi gli occhi
    forse ci senti anche di lì.

    L’altra domenica siamo andati al lago
    ho anche preso un luccio grande che sembrava un drago
    poi la sera in treno abbiam cantato piano
    quel pezzo americano che cantavi tu.

    Canzoni stonate parole sempre più sbagliate
    ricordi quante serate passate così
    canzoni d’amore che fanno ancora bene al cuore
    diciamo quasi sempre qualche volta no.

    "Mi piace"

  4. Si avisse fatto a n’ato
    chello ch’e fatto a mme
    st’ommo t’avesse acciso,
    tu vuò sapé pecché?
    Pecché ‘ncopp’a sta terra
    femmene comme a te
    non ce hanna sta pé n’ommo
    onesto comme a me!…
    Femmena
    Tu si na malafemmena
    Chist’uocchie ‘e fatto chiagnere..
    Lacreme e ‘nfamità.
    Femmena,
    Si tu peggio ‘e na vipera,
    m’e ‘ntussecata l’anema,
    nun pozzo cchiù campà.
    Femmena
    Si ddoce comme ‘o zucchero
    però sta faccia d’angelo
    te serve pe ‘ngannà…
    Femmena,
    tu si ‘a cchiù bella femmena,
    te voglio bene e t’odio
    nun te pozzo scurdà…
    Te voglio ancora bene
    Ma tu nun saie pecchè
    pecchè l’unico ammore
    si stata tu pe me…
    E tu pe nu capriccio
    tutto ‘e distrutto,ojnè,
    Ma Dio nun t’o perdone
    chello ch’e fatto a mme!…

    "Mi piace"

  5. si parlerà di esperienze passate, della vita e di tutte le sue sfumature…si parlerà dei nostri sogni e le speranze per un bell’avvenire….perchè la vita è bella…..( ma quanto sono positiva – a pensar che l’amore mi va a rotoli…..non ho un attimo per me……ma vedo il mondo colorato, bello come se fosse primavera)

    "Mi piace"

  6. Sono
    come tu mi vuoi
    e t’amo
    come non ho amato mai
    Io sono
    la sola
    che possa
    capire
    tutto quello che c’è da capire in te.
    Forse
    se baciassi me
    forse
    capiresti meglio che
    io sono la sola
    che tu
    possa amare
    non lo vedi che sono a due passi
    da te.
    Non sai quanto bene di un anno
    e non sai quanto amore sprecato
    aspettando in
    silenzio che tu
    ti accorgessi di me
    per capire
    quello che già sai
    che io sono
    sono come tu mi vuoi
    come tu
    mi vuoi.
    Io
    sono
    la sola
    che tu
    possa amare
    non lo vedi che sono a due passi
    da te.
    Non sai quanto bene di un anno
    e non sai quanto amore sprecato
    aspettando in silenzio che tu
    ti accorgessi di me
    per capire
    quello che già sai
    che io sono
    sono come tu mi vuoi
    come tu mi vuoi
    come tu mi vuoi
    come tu mi vuoi

    questa permettetemi di dedicarla al “mio” pelato che fa orecchie da mercante……INSOMMA! svegliati fuori!!!!!!!!uffa……….

    "Mi piace"

  7. Oh no….tu scrivi “vedo il mondo colorato, bello come se fosse primavera”, mia figlia chiama “lui” “la primavera”, e oggi mi è arrivato uno scritto sulla primavera… che sia segno del destino? E poi le carte mi dicono che con “lui” va benissimo…

    Quando si dice LA DIFFERENZA TRA LA TEORIA E LA PRATICA!

    "Mi piace"

  8. Questo è il testo che mi è arrivato:

    LA PRIMAVERA

    Un giorno, un uomo non vedente stava seduto sui gradini di un edificio con un cappello ai suoi piedi ed un cartello recante la scritta: “Sono cieco, aiutatemi per favore”.

    Un pubblicitario che passeggiava lì vicino si fermò e notò che aveva solo pochi centesimi nel suo cappello. Si chinò e versò altre monete, poi, senza chiedere il permesso dell’uomo, prese il cartello, lo girò e scrisse un’altra frase.

    Quello stesso pomeriggio il pubblicitario tornò dal non vedente e notò che il suo cappello era pieno di monete e banconote.

    Il non vedente riconobbe il passo dell’uomo: chiese se non fosse stato lui ad aver riscritto il suo cartello e cosa avesse scritto.

    Il pubblicitario rispose “Niente che non fosse vero – ho solo riscritto il tuo in maniera diversa”, sorrise e andò via.

    Il non vedente non seppe mai che ora sul suo cartello c’era scritto:”Oggi è primavera…ed io non la posso vedere”.

    Cambia la tua strategia quando le cose non vanno bene e vedrai che sarà per il meglio.

    Manda questa storia a tutte le persone che, secondo te, meritano di vedere la primavera, anche se a volte è dura… a tutte le persone che vorresti vedere sorridere sempre, perché con il loro sorriso rendono migliore il mondo.

    Naturalmente… gliel’ho mandata!

    "Mi piace"

  9. Oggi sono stata da Mac Donald…. non dovrei…. avevo una voglia di sane schifezze… ma una voglia… hamburger, patatine fritte, coca cola.. sai, quelle cose che ti fanno male al corpo ma così bene allo spirito….

    "Mi piace"

  10. io invece ho magniato sano….pesce, verdurine….ma poi il pome mi son mangiata 3 cioccolatini di una nota marca svizzera….ultimamente magno troppa cioccolata. CARENZA D AFFETTO?????
    ma andrò in palestra questa sera….

    "Mi piace"

  11. Sto scrivendo un intervento che dovrò fare sabato a Torino.
    Ho letto il racconto della primavera e credo che lo citerò, spero che l’autore ne sarà contento. Di solito non copio frasi, non mi piace molto farlo.
    Questo intervento che sto scrivendo parla di come la percezione della realtà che non abbiamo nella nostra vita sia lontano dalla realtà vera.
    Appena è finito lo pubblico su qualche sito, così spero mi darete il vostro commento.
    gio

    "Mi piace"

  12. Che NON abbiamo? forse volevi scrivere “che NOI abbiamo”… facci sapere…
    Esiste una realtà vera? Non saprei. Secondo me invece è tutta una questione di percezioni, tant’è vero che nel corso dei miei vari studi di psicologia mi sono imbattuta in un sistema per… cambiare il passato: e il bello è che è efficace!

    "Mi piace"

  13. Per Veronica: altroché se è carenza d’affetto! Io, da quando “la primavera” ha cambiato registro, è cornetto alla Nutella ogni mattina! Per quanto riguarda la palestra, io riesco ad andare solo la domenica mattina, e decisamente non è sufficiente.

    "Mi piace"

  14. ehi Giovanni….interessante quello che citi sulla percezione della realtà. se non ho capito bene quello che vorrei avere realmente ( il mio lui che è irragiungibile- ma io fantastico che lui fosse mio e solo mio e che ha attenzioni solo per me ) non lo avro’ mai….. ( realtà effettiva: si cade dalle nuvole…..- mi vede solo come amica).
    beh…..evviva l’immaginazione, le fantasticherie e tutto il resto!!!!!!!!!l’importante sta nel proteggersi quando si è in caduta libera….

    "Mi piace"

  15. Vi lascio sole per un attimo e, cosa mi ritrovo? Già tante chiacchiere…
    Allora, generalmente vado il giovedì (quasi sempre…) da Mc Donald, perchè, pur amando la buona cucina (sono siculo d’origine…), mi piace mangiare ogni tanto delle sane porcate e inoltre, ritengo le patatine fritte di Mc Donald le migliori in assoluto. Sul fatto che la voglia di cioccolato, si identifica con mancanza di coccole, credo sia una enorme bugia, inventata ovviamente dalle donne che, per ottenere l’uno e l’altro, ci hanno per “secoli” buggerato bellamente.
    Sulla primavera, che bella storia…
    In effetti, tutto dipende da come si dicono le cose…
    Giorni fa, ricevo da un mio caro amico due foto, da lui scattate in una appartamento al mare, appena acquistato (60 mq…) e che era costato una follia (per pudore evito di dirlo…). In una delle foto, era raffigurato un bellissimo tramonto con sullo sfondo l’isola della Palmaria, con una didascalia molto esplicita “… e finalmente abbiamo pure il nostro tramonto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!” e la seconda, raffigurava due piedi in primo piano, con sotto un mare verde e cristallino “Les piéds dans l’eau …”
    Sentendomi, in quel momento, in vena di ironica creatività, prendo la mia macchina fotografica, che per fortuna ho sempre a portata di mano e, esco dallo studio, attraverso la strada ed entro in una azienda che si occupa di meccanica (conosco ovviamente i proprietari…) e, scatto, a mia volta due foto. In una, si intravede in penombra l’officina, con una porta aperta, e un fascio di luce che l’attraversa, intitolata “…e finalmente, un raggio di sole…” e la seconda, con in primo piano due piedi, dall’alto di un mezzanino, con sotto tubi, carrelli e quant’altro, intitolata “…chi pedi ‘ntu carrellu…”, ovviamente in siciliano.
    Pregustavo l’idea che alla vista di tanta spiritosaggine, il mio amico si “scompisciasse” dalle risate e invece…tanta malinconia. Lui vive una vita agiata, senza il bisogno di preoccuparsi del domani, diverso quindi da chi, di quel domani cerca delle risposte che, purtroppo, non sempre è in grado di dare. Aveva capito questa “cosa” e…
    E’ vero, c’è modo e modo di dire le cose.

    "Mi piace"

  16. Il dato di fatto è che noi percepiamo solo una piccola parte della realtà che ci circonda e la dipingiamo con i colori che preferiamo, Spesso colori scuri.
    Basta fare questo ragionamento, io ho questa percezione del mio compagno, del mio lavoro, di una persona ecc. ma so che probabilmente non sarà la percezione reale e tutto diventa più facile meno pesante.
    E’ facile, nostro figlio non chiama o il nostro compagno? Pensiamo che sia successa una disgrazia? Proviamo a pensare: “la realtà è diversa da quello che sto pensando, e questo pensiero negativo che sto facendo non ha valore.”
    e’ una stupidata magari aiuta a vivere m eglio.
    ciao
    ps scusate gli errori scrivo al volo sul portatatile

    "Mi piace"

  17. Carissimi, si è unita a noi - non poteva mancare! - Cytind, che però ha lasciato il commento su un altro post: lo riporto qui per comodità:
    "Ciao, cari, io abbraccio tutti, bacio tutti, chiacchiererò con tutti, e - mentre rispetto il roccioso desiderio di privacy della mia amica DM (… oddio, quasi mi sfuggivano nome, cognome, indirizzo, data di nascita, altezza, occhi, capelli, ecc. xkè IO la conosco di persona…), non ho però difficoltà a dirvi che IO mi chiamo Cinzia, e che se anche mi metto su INTERNET ne esce poco poco, una fastidiosa soubrette col mio cognome che spunta a tutti gli angoli e UN atto per me d’ufficio in cui è indicato il mio nome (chissà perché proprio quello, fra le centinaia o migliaia di atti simili in 13 anni che faccio lo stesso lavoro). I miei colleghi d’ufficio, quelli che non sono amici, praticamente non li vedo, e i miei vicini di casa sono studi, uffici e qualche simpatica vecchietta, quindi non mi creano problemi. Ciao, ciao, scusate il commento sostanzialmente inutile, che nulla aggiunge all’umana conoscenza ecc. ecc."

    Cinzia, hai poco di che burlarti del mio desiderio di privacy...

    E poi... Cytind... non è che sei entrata in sordina dall'altro post per non portare niente??? Qui abbiamo già dolci, chitarra, e racconti del cuore...

    "Mi piace"

  18. Posso chiedere una cosa a tutti? Ho visto una volta una foto di un leone che si avvicinava ad una gazzella prima foto e poi un altra foto il leone che leccava la gazzella o altro animale, mi servirebbero quelle foto, voi le avete viste sapete dove scaricarle?
    grazie ciao gio

    ciao cinzia

    "Mi piace"

  19. Giò, ho provato a digitare su immagini di Google “leone gazzella”, sono venute fuori un sacco di pagine; probabilmente oggi pomeriggio avrò un po’ di tempo per vedere se ci sono le immagini che cerchi. Nel frattempo, se qualcuno ha qualche altra idea, ce lo dica!

    "Mi piace"

  20. l’unica idea che ho è scappare dall’ufficio……invece non solo non posso, ma ho la responsabilità piena in quanto il capo è in ferie……uffa…..speriamo che sia un BUONGIORNO!!!

    "Mi piace"

  21. Io invece in questo momento svolgo un’attività che mi piace in un posto che mi piace. Sai Veronica, io penso di avere un’idea diversa delle percezioni rispetto a Giò… secondo me la vita è veramente una questione di chiavi di lettura, INDIPENDENTEMENTE dai fatti oggettivi. Per esempio, quando mia figlia era piccola e la portavo a spasso con il passeggino, cercavo di mostrarle il mondo. E’ lì che mi sono accorta che Roma era un’enorme pattumiera: palazzoni di cemento, una miriade di cassonetti, perlopiù aperti e con sacchi di rifiuti traboccanti, spesso gettati in terra con il contenuto sparso sull’asfalto. Ma io volevo far vedere a mia figlia qualcosa di bello, e così l’ho cominciato a cercare: e sono riuscita a vedere il fiorellino che spuntava tra l’asfalto, l’uccellino che zompettava sul parabrezza di una macchina, il micetto accovacciato in un angolo… e poi, soprattutto, ho imparato a cambiare strada, a passare per i viali verdi e alberati… e ho apprezzato la bellezza del poter cambiare strada, quando quella che stiamo percorrendo non ci piace. Tutto questo, che ho iniziato a fare quando la presenza di mia figlia mi ha obbligato ad ucire dallo stato di assuefazione e ad aprire gli occhi, a vedere non quello che vedevo (non vedevo) io, ma quello che vedeva lei, è diventata un’abitudine mentale: qualunque cosa io veda, qualunque cosa io viva, vado mentalmente alla ricerca di che cosa ci sia di apprezzabile in QUELLA situazione, e che cosa si può fare per cambiarla. Stop, sono stata un po’ troppo retorica: ti abbraccio, e ti auguro una buona giornata!

    "Mi piace"

  22. Ciao a tutti da me piove oggi.
    Oggi mi, sono svegliato presto ho riempito la vasca da bagno, ho acceso le candele e mi sono immerso nel calore dell’acqua calda, ho finito di dormicchiare nel calore della vasca e ora sono in ufficio.
    ciao a tutti
    gio

    "Mi piace"

  23. Ciao Giò, stamattina ho cercato con Google l’immagine che hai richiesto, ma non sono riuscita a trovarla: ho chiesto anche ai iei colleghi, ma nessuno ne sa niente. Ora provo a ridigitare i termini in inglese, vediamo se ottengo risultati diversi. Stiamo lavorando per voi!

    "Mi piace"

  24. Buongiorno a tutti e, benvenuta Cinzia, benvenuto Giò (posso, cara DM, fare gli onori di casa?)
    Stamane, vorrei invitarvi a fare una piccola riflessione: ieri sera, ero al supermercato e, mentre passavo velocemente tra gli scaffali, vedo una coppia di vecchietti, intenta a scegliere delle arance, da una grande cesta per terra.
    Entrambi erano vestiti con un cappottino vecchio stile ma decoroso, una grande sciarpa avvolta con cura (lei aveva anche l’etichetta in bella vista…) e, un cappello tipo “borsalino” lui, con una beretta di lana scura, lei.
    Erano simili, camminavano entrambi lentamente, con lo stesso passo, uno accanto all’altra, avevano lo sguardo lucido, ma, allo stesso tempo un pò “appannato”, si guardavano in giro quasi come se fosse la prima volta, senza perdersi un attimo di vista…com’erano belli.
    Che tenerezza! Se avessi potuto, li avrei abbracciati e, sarei rimasto tutto il tempo lì ad osservarli…

    "Mi piace"

  25. Arthur… a volte mi dimentico di dirti quanto apprezzo le cose che scrivi… ormai per me è scontato che tu hai il dono della penna e del cuore: la storia delle due foto era meravigliosa…
    Vuoi suonarci qualcosa?

    "Mi piace"

  26. ti invidio “racconti del cuore”. io quando mi sveglio faccio tutto di corsa…intento che sale il caffè mi vesto, mentre mi lavo faccio prendere aria alla casa, mentre mi trucco metto in ordine….e poi di corsa a prendere l autobus…
    il post della padrona di casa che parla dei vecchietti è splendido…
    baci

    "Mi piace"

  27. Ciao Veronica, raccontidelcuore si chiama Giovanni, e il suo nome (anche il cognome) è noto . Se vedi sul mio blog ai link amici, c’è il collegamento al suo blog, dove trovi anche le foto.
    Io la mattina vado di corsa come Veronica, ma la sera… abluzioni alla Giovanni style… vasca piena di acqua calda, luci soffuse…
    Cara Veronica, se non ce le fanno gli altri le coccole bisogna che ce le facciamo da sole! (anzi da soli, anche i maschietti hanno bisogno di coccole!)

    "Mi piace"

  28. Come ti ho già detto, cara DM, tu mi fai arrossire, soprattutto perchè ciò che dici, è detto da una persona come te, che scrive in maniera meravigliosa.
    Comunque, bando alle ciance, ti “canto” una canzone siciliana; una serenata di un innamorato alla sua bella, un inno all’amore. La dedico ai due vecchietti che ho incontrato ieri sera e, mentre la canto, guardandoli entrambi negli occhi, cerco di cogliere i loro sguardi benevoli e compiaciuti.

    E VUI DURMITI ANCORA
    Lu suli è già spuntato intra lu mari e vui, (Il sole è già spuntato dal mare…)
    bidduzza mia durmiti ancora, l’aceddi sunnu stanchi (e voi bella mia dormite ancora, gli uccelli sono stanchi)
    di cantari e affridati v’aspettunu ccà fora; (di cantare e infreddoliti aspettano qui fuori;)
    supra ‘ssu balcuneddu su pusati e aspettanu (sono su questo balcone e aspettano)
    quann’è ca v’affacciati. (quand’è che vi affacciate)
    Lassati stari, nun durmiti cchiui, (Lasciate stare, non dormite più)
    ca’ n menzu ad iddi, dintra ssa vanedda, (Che in mezzo a loro, in questa viuzza)
    si sugnu puri iu’, c’aspettu a vui, (ci sono pure io, che aspetto a voi)
    pi vidiri ‘ssa facci accussì bedda; (per vedere quella faccia così bella)
    passu cca fora tutti li nuttati (passo qui fuori, tutte le mie nottate)
    e aspettu puru iu quannu v’affacciati (e aspetto pure io che vi affacciati)
    Li ciuri senza e vui non ponnu stari, su tutti ccu li (I fiori senza voi non possono stare e sono tutti)
    testi a pinnuluni, ognunu d’iddi non voli sbucciari, (con la testa china, non vogliono sbocciare)
    su prima non si grapi ‘ssu balcuni. Dintra lu buttuneddu (se prima non si apre questo balcone. In questo balconcino)
    su ammucciati e aspettannu quann’è ca v’affacciati. (sono nascosti e aspettano che vi affacciate)
    Lassati stari, nun durmiti cchiui, (Lasciate stare, non dormite più)
    ca’ n menzu ad iddi, dintra ssa vanedda, (Che in mezzo a loro, in questa viuzza)
    si sugnu puri iu’, c’aspettu a vui, (ci sono pure io, che aspetto a voi)
    pi vidiri ‘ssa facci accussì bedda; (per vedere quella faccia così bella)
    passu cca fora tutti li nuttati (passo qui fuori, tutte le mie nottate)
    e aspettu puru iu quannu v’affacciati. (e aspetto pure io che vi affacciati)
    E’ forse troppo lunga ma, credimi, con la musica molto bella.

    "Mi piace"

  29. che voglia di sicilia! dei tuffi a Lachea, le passeggiate a Noto, gli arancini e i babà….e poi gli spiedini di merluzzo…..
    le chiese barocche, la mia amica Alessandra, Catania – la città della nonna, le Eolie viste con la barca, il profumo di zagara, i fichi d’ india ed il rumore del mare…… e tutta quella meravigliosa gente della sicilia…. Quest’ anno torno!!!!!sono due estati che non ritorno da te….bella sicilia!

    "Mi piace"

  30. Si dice che fosse il 1916. Sul fronte della Carnia si fronteggiavano gli austriaci e due reggimenti formati da catanesi. Si sparavano e si ammazzavano. Una sera, splendendo la luna, uno dei nostri prese la sua chitarra e cantò: “e vui durmiti ancora”, e mentre cantava, gli spari cessarono. Quando finì di cantare, gli austriaci applaudirono.
    La potete ascoltare collegandovi a: http://www.asicilia.it/canzoni/index.htm
    Buon ascolto e…ciao.

    "Mi piace"

  31. Questa ve la devo raccontare…. sabato devo andare fuori Roma, e mia zia sarebbe dovuta venire con me, ma ha dovuto declinare l’invito per motivi di famiglia. Poi mi ha chiesto: “Ma chi ti porta?” E io: “Come chi mi porta? La macchina!” “Ma vai sola?” “E con chi vuoi che vada?”. “Fuori Roma, senza un uomo?” “A zi’, io vado pure fuori Italia da sola!”. “Bella di zia, io mi dimentico sempre che tu sei come un uomo!”
    MI POTRA’ UN PO’ GIRARE L’ANIMA?????

    "Mi piace"

  32. E sì, e se anche fossi venuta per una volta senza portare niente? Fatemi riposare un po’, lasciatemi sbafare un po’ di canzoni siciliane e canzoni stonate, di chitarra pizzicata e caminetto, di mousse al cioccolato E ANCHE torta di mele (non eliminerei niente, tanto sono virtuali!), di bagni profumati al lume di candela (DI GRUPPO???…wow!), di leoni e gazzelle in coccole…. Lasciatemi stare un po’ zitta a sentire le vostre chiacchiere, che mi cullano piano piano, io che tante volte non ho niente da dire e preferisco ascoltare.
    Una cosa forse potrei portarti, DM, un nome: che ne dici di Germaine? Dopo tutto, a tutti gli effetti hai aperto un Salon, luogo di incontro di spiriti eletti (e facciamoci un po’ di complimenti!), di dibattito di vita e varia umanità, che certo influenzerà la cultura del secolo e, sai mai, getterà le basi per una rivoluzione epocale….
    Ok, ho capito: meglio se un’altra volta porto un pentolone di facioli co’ le cotiche e un cartone di tavernello, con un 45 di Orietta Berti…

    "Mi piace"

  33. Arthur… ho ascoltato anche la musica… è bellissima! L’ho ascoltata due volte, seguendo le parole che hai scritto: ho chiuso gli occhi, e mi sembrava veramente di stare con tutti voi, davanti al caminetto, e tu che suonavi la chitarra… che sensazione…. ci credo che anche gli austriaci hanno applaudito!

    "Mi piace"

  34. Cosa ti dicevo?
    Devo, però, confessarti una cosa. Questa canzone l’ho sempre suonata e cantata, dedicandola ai “miei nuovi amori”; l’effetto era assicurato e, con la chitarra è molto romantica. Ops!!!
    Ma, ti prego, resti fra noi…
    Alla Veronica volevo dire che, mi piace molto il suo “essere colorata”, malgrado l’amore che va a rotoli e, una domanda: quella splendida dedica, il pelatino l’ha letta? Se no, ho l’impressione che è lei che deve darsi una smossa. In ogni modo brava, mi piacciono le persone positive. (e poi le piace la Sicilia…)
    Adesso, cara DM, ti auguro una buona serata, ovviamente anche a tutti gli ospiti che vorranno leggerti e, gnam, gnam, cosa prepari di buono per cena?
    Purtroppo, dovrò accontentarmi di una minestrina, visto il mio persistente mal di stomaco (è il tempo che cambia…).
    Verrò a farti visita prima di andare a dormire; sarà la scusa per augurarti “SOGNI D’ORO”
    Ciao.

    "Mi piace"

  35. X Cytind… ti voglio un bene dell’anima, ma Orietta Berti per favore no! E per il nome.. ha ragione Arthur… sono DM… anche se il nome scelto da Veronica mi piaceva tanto, mi ci sentivo Irene… ma a casa mia comandano i maschi! (Mi dispiace dare un duro colpo a chi la pensa diversamente…)
    x Arthur (cc Veronica)… sì, anche a me ha dato l’impressione che si debba muovere un pochino anche lei, ma anche questo resti tra noi.
    Per quanto riguarda la canzone: lo credo bene che l’effetto era assicurato, quelle parole con quella musica scioglierebbero pure le statue di marmo!

    "Mi piace"

  36. DM è semplicemente l’acronimo di DonnaeMadre. Io vorrei essere chiamata diversamente per un altro motivo… DM è un nome che usò “luilaprimaveravoiormaituttisapetechi” in una circostanza, per così dire “solenne” (non cominciate a pensare male perché qualunque cosa voi pensiate non c’entra niente!). Il nome DM me lo ricorda tanto, troppo, e io invece lo devo dimenticare… O forse usarlo qui significherà un po’ scaricarlo da tutto il significato che ha per me, e renderlo meno intenso… chi può dirlo!

    "Mi piace"

  37. mi sono mossa e come…!!!!!ieri sono uscita con il pelato per un aperitivo. in seguito cena a casa mia e poi ……………
    bene, oggi ho un sorriso che non me lo toglie più nessuno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    "Mi piace"

  38. Grande Veronica ,io ieri sera sono stato davanti ad un monitor fino alle 9,30, poi sono andato a prendere un aperitivo e a cena.
    Fino a qui tutto bene, poi mi è venuto un terribile male alla pancia devo aver mangiato qualcosa che mi ha fatto male.
    Sigh… e sono corso a casa.
    Sono stato male tutta notte.
    Oggi non ho un sorriso come hai tu……………………..
    Gio

    "Mi piace"

  39. Bene, giusto per sfatare questa “nostalgica idea pessimista” (non credo…), un aperitivo prima di pranzo, lo accetti dal sottoscritto?
    Ben ritrovati a tutti! Felice per Veronica e, dispiaciuto per Giò. Capita!
    Oggi, leggendo il giornale, di là dalle solite notizie di cronaca nera che, ormai (ci tocca…), siamo abituati a gustare ogni mattina, una in particolare mi ha colpito, anche se con nessuna meraviglia. In provincia di Mantova, dei ragazzi del liceo artistico (mi pare…), assistono ad un incidente che è costata la vita ad una loro compagna e, alcuni, filmano tranquillamente la scena raccapricciante che si presentava ai loro occhi, anche con commenti alle volte sarcastici e, fanno girare il video su internet…
    Com’è che noi adulti, continuiamo a sbagliare con loro? Che alternative abbiamo? Ho l’impressione che non se ne parli abbastanza.
    Mi pare che tu, DM, sull’argomento sei “ferrata” e, allora ti prego, illuminaci, proponici un post sull’argomento per confrontarci o anche soltanto un tuo parere, per cercare di capire, ovviamente se ne hai voglia.

    Ps.: spero di non essere troppo invadente e, nel caso, chiedo venia.

    "Mi piace"

  40. Caro Arthur, i ragazzi (e non solo loro) oggi sono anestetizzati. Tra le scene crude di telegiornali e film (maledetti effetti speciali!), il bombardamento di scene e notizie di ordinaria violenza e ordinaria crudeltà, la noia dovuta al benessere e all’assenza di genitori in crisi a loro volta (quanto Prozac si consuma nel mondo occidentale!), la società allo sbraco, l’inseguimento di falsi valori e falsi bisogni, si finisce per non distinguere più il vero dal falso, e così quella fase di sovrapposizione dei due mondi, reale e immaginario, che è normale nella primissima infanzia ma che, in uno sviluppo equilibrato ed armonico, dovrebbe iniziare a scomparire a partire dall’età di cinque/sei anni, rimane patologicamente presente in una larga fetta della popolazione. Apparire, apparire, apparire e, siccome siamo scialbi, è difficile brillare di luce propria, e allora ecco che, nella morte di una compagna, non si vede la tragedia (abbiamo visto duemila crudelissime morti in tv, comodamente seduti sul divano, non ci impressionano più), ma si vede l’occasione di avere il famoso quarto d’ora di fama. Siamo colpevoli, siamo colpevoli di quello che possiamo fare e non facciamo, ma il singolo, che pure può fare molto, non può fronteggiare da solo questa situazione. Mi ricordo una ragazzetta di quattordici anni, di fronte alla salma della sorella venticinquenne, ridacchiare dicendo: “Ma adesso si rialza?” Quattordici anni! Sua sorella!
    Come ci siamo ridotti così? Non lo so Arthur, non lo so. I nostri cervelli sono saturi, i pensieri non riescono più a entrare. Io penso che dovremmo tornare alla pala e al piccone, a guadagnarci il pane con la fatica, per non avere più bisogno di “viaggi” artificiali per ammazzare il vuoto e di buttare sassi dal cavalcavia per ammazzare tempo e noia; e per la tv, reintrodurrei persino una sana censura, perché la violenza non deve essere uno spettacolo e per di più inflazionato, e la gente deve capire che l’attore trucidato in un film che l’anno dopo balla la salsa in un altro film, non è uguale al ragazzo trucidato per strada che non si alzerà mai più.
    Che dirti Arthur, non mi sento tanto a mio agio a parlare di queste cose. Non mi sento a mio agio perché ho una figlia che si ritrova in questo mondo, e io le ho insegnato i più sani principi che potessi, e di lei mi hanno detto sempre che è una bella persona ma ora, che l’adolescenza la rende bisognosa del branco, questo è il mondo e questa è la gente con cui si trova a interagire. Quando una volta una compagna di classe si fece male in giardino, l’insegnante disse che non si poteva più prendere la responsabilità di portarli fuori e un ragazzo commentò “Uffa! Per colpa di quella che si è fatta male ora non giochiamo più!”. E mia figlia, la mia figlia di prima, commentò scandalizzata: “Mamma, ma capisci? Tizio, invece di preoccuparsi della compagna che stava male, si preoccupava dei suoi giochi in giardino!”. Oggi non sono più sicura che farebbe lo stesso commento.
    Una volta entrò in un negozio un ragazzotto, uscito da un macchinone, che aveva appena investito una signora ed era furibondo perché gli si era rovinato il paraurti. Ero disgustata e allibita. Oggi sarei solo disgustata.
    Che ti spiego Arthur… forse potrei spiegarti solo perché ho paura…

    "Mi piace"

  41. Non vorrei che Arthur stesse aspettando l’incremento del contatore di commenti… ho riscritto sullo stesso.
    Per quanto riguarda l’aperitivo, quello virtuale, comunque prima di cena…
    Veronica oggi avrà fatto tutto il giorno cicci cicci (*) col pelatino, e noi siamo passati in secondo piano… beata lei… fino a meno di un mese fa cicceggiavo anch’io con il capellone… mia figlia lo chiamava Caparezza (oltre che primavera…). Ebbene sì, ho una figlia con una fantasia galoppante…

    (*) per cicci cicci intendesi scambio di paroline tenere e mielose…..

    "Mi piace"

  42. Mah … non so… sono perplesso.

    Comunque per cambiare discorso domani parto per Torino, oggi sono stato preso, dovevo finire un intervento che dovrò fare sabato, mi divertirò molto.
    Mi sa che vi leggerò solo al mio ritorno, sarà un w.e un po’ pesante ma divertente.
    Un bacetto in particolare a DM fate i bravi,
    torno subito.
    Gio

    "Mi piace"

  43. Buon we, Giò. Anch’io oggi non so quanto potrò essere presente, ma ce la metterò tutta e sabato…. probabilmente incontrerò una persona che conobbe il mio bisnonno (lui ovviamente era ragazzino all’epoca), e me lo vuole raccontare. Mi emoziona pensare a questo recupero di radici…
    Alla prossima!

    "Mi piace"

  44. Ero sicuro, cara DM, che avresti saputo darmi una giusta, saggia risposta, alla domanda che ti avevo posto. L’argomento in effetti è molto complesso e, credo sia giunto il momento che noi adulti, noi genitori, prendiamo veramente atto di questo fenomeno e la smettiamo di essere tolleranti e permeabili al susseguirsi di questi eventi. E’ vero, anch’io ho paura ma, deve, questa paura, stimolarci a reagire, per dare a questi figli una parvenza di futuro.
    Ti auguro una buona giornata.

    "Mi piace"

  45. x veronica: ho letto la tua e-mail pvt… io sarei cautamente ottimista. Come si sul dire “Se hai un amore, lascialo libero: se torna è tuo, se non torna, non lo è mai stato!” A me lui pare intenzionato…
    x arthur: “Noi genitori”? Sei genitore? Non sappiamo niente di te… chiaramente rispetto la tua privacy… non fare ad altri ciò che non vorresti fosse fatto a te… ma sappi che sono curiosa come una scimmia!

    "Mi piace"

  46. Toc toc…e’ permesso…posso entrare? Ditemi cosa devo portare, non per niente ma non vorrei sentirmi dire:”NO MARTINI…? NO PARTY…!” Baci e coccole a tutti/e.

    "Mi piace"

  47. Prego, accomodati! Se vuoi, puoi portare un po’ di caldarroste, e vino rosso… Poi forse hai anche quelle musiche new age, con le onde del mare, il fruscio delle foglie, il crepitìo del fuoco…

    "Mi piace"

  48. Ciao Tizi, bentornato! Grazie della musica, ma non dimenticare castagne e vino, l’inverno incalza, e non ci deve cogliere senza la dovuta atmosfera. Per quanto riguarda il tuo blog… una cosa non esclude l’altra, perché cancellarlo? Tieni il tuo blog e vieni qui tutte le volte che vuoi!

    "Mi piace"

  49. Volevo dare la buonanotte a tutti, un buon giorno per domani che è domenica, augurandovi un sano rilassamento, in vista di un lunedì spero per tutti un po’ soft.
    Ho in serbo tante sorprese per voi, ancora canzone suonate con il cuore, oltre che strimpellate con la mia chitarra, ricette appetitose all’insegna delle calorie e del “chi se ne frega”, storielle variopinte e per finire (ho letto la ricetta…), poiché Veronica ha fatto orecchie da mercante, una bella mousse di cioccolato
    Notte!

    "Mi piace"

  50. Buongiorno a tutti, buona domenica!
    x Giò: com’ è andata sabato a Torino? Siamo ansiosi di sapere come è andata….
    x Arthur: anche tu come ospite sei al TOP… ci piace tutto quello che ci porti, che ci racconti, le canzoni che suoni (ma in italiano o vernacolo?)
    *** chi di forbito ferisce… ***

    "Mi piace"

  51. Ciao, sono in treno e sto tornando a casa sono felice è una giornata bellissima, il sole splende e l’aria è pulita a Torino.
    Stavo proprio pensando a voi e pensavo con curiosità a cosa avevate scritto in mia assenza.
    Grazie, Sabato è andata molto bene, la presentazione che ho fatto è stata bella, la gente mi ha fatto i complimenti c’erano circa 90 persone.
    Il posto era bello, nonostante non fosse come piace a me, non mi piace fare interventi con un tavolo che mi separa dal pubblico, mi piace essere vicino alla gente e dialogare con loro.
    Però tutto bene.
    Ho visto che abbiamo scritto della felicità insieme, lo stesso giorno, ci unisce qualcosa di sicuro.
    Ho letto il tuo post, la poesia è bellissima e concordo con te nella tua ricetta, non so se gli altri amici abbiano letto il mio post, se si, mi piacerebbe sapere da loro cosa pensano di questo argomento.
    Ora devo chiudere ho la batteria quasi scarica.
    Un abbraccio a tutti e buona domenica.
    Gio

    "Mi piace"

  52. Buongiorno Giò, complimenti per sabato, sono contenta che sia andato tutto bene. Anch’io sabato sono stata molto bene, ma l’incontro è stato troppo toccante, per cui non mi sento di parlarne. Comunque la nostra ospite è stata deliziosa, la cucina era divina e poi… vino fatto in casa, olio fatto in casa, tortelloni fatti in casa… piccolo mondo antico! Per me, romana, abituata al cibo al sapore di plastica e al vino fatto con le cartine colorate, è stata tutta una scoperta. Un abbraccio a tutti.
    P.S. x Antonella: quando passi da queste parti puoi pure lasciarci i saluti….

    "Mi piace"

  53. ……bene…..diciamo bene…. prima di tutto un saluto affettuoso per coloro che scrivono da tempo su questo blog e mi fanno divertire, pensare, sorridere. Come tradizione vuole porto un regalo: oggi ho voglia di caffè americano, torta al cioccolato e pistacchi. Prendete e mangiatene tutti !!!!!!!! Stamattina sono stata gentilmente invitata a dare il mio contributo personale all’angolo delle chiacchiere ( “..se ti azzardi a scrivere solo una riga te la censuro…” ), il che mi lusinga , visto che e’ chiaro che la padrona di casa ci tiene a me.
    Dunque eccoci qua. La mia giornata e’ iniziata con una sveglia speciale: la voce dolcissima di una donna e di una madre (“… a morta de sonno, ma che hai fatto ieri sera ?…”), l’aria pura della campagna ( in cucina era tutto spalancato e ci saranno stati almeno 5 gradi sotto zero, perche’ bisogna far prendre aria alle stanze), la compagnia della famiglia ( zie, cugine, fidanzate che preparano la pasta fatta in casa….. mi sa che qui le “fatte” sono loro !). Nonostante tutto sopravvivero’, non temete, ci risentiremo ancora.
    cmq quest’atmosfera da piccolo mondo antico non mi convince….dov’è l’inganno ? Io ho ancora troppo sonno per vedere cosa tramano….
    38 righe… in piu’ di 5 minuti…. secondo voi cosa si stara’ chiedendo la padrona di casa ?!
    Visto che siete sempre cosi’ carini voglio dividere con voi una poesia che ho scritto almeno due anni fa, di getto. Aspetto le vostre.
    Si chiama SPIRITO ETERNO.
    ” Dalla mente di Luce
    Sgorgano gocce sonore di Vita
    Profumo d’amore
    Ricordo lontano di piedi che calpestano il muschio,
    Gocce d’acqua nell’aria,
    Acqua dalla sorgente d’Amore.
    Il cuore di Luce genera una Figlia”.
    Provate a chiudere gli occhi e a farvi portare dalle immagini. Cosa ne esce ?

    "Mi piace"

  54. ehi buongiorno!!!!! Ieri sono andata a ballare. e c’era pure il serpente della mia collega. Ovviamente il pelato non c’era, era alla cena con i compagni di naia. però mi son vista l’acida….
    che sonno…. a dopo

    "Mi piace"

  55. Buongiorno a tutti.
    Vedo che le “chiacchiere” hanno una nuova ospite (Antonella), per cui colgo l’occasione per complimentarmi con lei per la sua splendida poesia.
    Ovviamente buongiorno anche a Tiziano. (ci lasci il link del tuo blog?))
    E per Veronica: a ballare che tipo di balli? Vedo che ti diverti…il pelatino aveva la sua ora d’aria e, vedrai che la prossima volta andrà meglio. Un bacio.
    Giò, ho visitato il tuo blog e, complimenti per le tue storie. Le trovo molto intense e allo stesso tempo sintomo di un animo semplice e generoso, attento ad ogni possibile turbamento; l’amore, la gioia, la voglia di esserci, ci catturano l’animo e ci fanno riflettere.
    Per Cytind, spero non ti sia offesa perchè ti è stato detto di non portare Orietta Berti ma, se proprio ci tieni, ti prego, ritorna, vuol dire che canteremo insieme a te: “Fin che la barca Va”.
    E adesso, non per questo ultima, anzi, la nostra cara padrona di casa.
    Ciao DM, tutto bene?
    Toglimi una curiosità: ieri sera, ho fatto una capatina sul tuo blog e, ho letto un post, fra virgolette, molto intrigante, su sogno e realtà, che fine ha fatto? Volevo commentarlo ma…
    PERBACCO, direbbe un signore per bene, sono rimasto attonito e sconcertato per non aver trovato ciò che cercavo e, rovistando, forsennato, tra una parola e l’altra, certo che fosse stato definitivamente cancellato. Ops!!!
    Non lo rimetti? Comunque, hai passato una buona domenica? Lo spero proprio.
    Appena posso, ritorno e…a presto.

    "Mi piace"

  56. Ho rimesso il post… mi era preso un attacco di timidezza: aspetto con ansia la tua opinione in proposito…
    Cytind sicuramente non si è offesa, è che è un periodo piuttosto “caldo” sul lavoro… lascio la parola agli altri, buona giornata a tutti!

    "Mi piace"

  57. Cara DM, ti prego, convinci Cytind a non portare Wilma Goich, chè Orietta Berti è la benvenuta.
    Ma, dove sono andati a finire tutti gli altri?
    Non vorrei fare dei soliloqui, onde per cui, si chiacchiera oppure no?
    Dai, non siate timidi…

    "Mi piace"

  58. x arthur: ballare è una parola grossa….piuttosto faccio la palla pazza che strumballazza…..scherzi a parte seguo corsi di salsa e bachata e fino all’anno passato insegnavo classica e jazz alle piccine. tutto lì..

    "Mi piace"

  59. Si chiacchiera, si chiacchiera… ma Antonella può collegarsi solo la sera e non sempre (in casa sua c’è la lotta per la postazione…), Cytind è sovraccarica, Tiziano, a quanto ho capito, non gode della massima privacy al lavoro… di Giò sono andata a ricercare il post in cui pure mi diceva che era un periodo pure piuttosto intenso, ma credo che me l’abbia scritto in posta privata…

    "Mi piace"

  60. Ciao Veronica, ben arrivata! Purtroppo io vi sto abbandonando (nel senso che sto andando a casa) per cui, siccome qui c’è il moderatore (lo ritengo necessario, ovviamente non per noi……) purtroppo i vostri commenti si accoderanno. Ma non importa, avremo poi un bel po’ da leggere tutt’insieme!
    Vi auguro una splendida serata. Stasera, prima di andare a dormire, mi ricollegherò.
    Hasta luego, amigos!

    "Mi piace"

  61. x Veronica: se posso invitarti…ho fatto qualche anno fa, 4 corsi di salsa e bachata, quindi se vuoi approfittare sono disponibile. Ovviamente se il pelatino non si arrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrabbbbbbbbbbbbbia. Se hai insegnato danza, avrai senz’altro orecchio, anche se per la salsa è fondamentale il senso del ritmo.
    E, giusto per scimmiottare la nostra padrona di casa: Hasta luego, amigos, para de mi!

    ***buona cena a tutti e…a dopo per la buona notte.***

    "Mi piace"

  62. Arthur, dopo che mi hai aiutato con la vicina, il professore e la collega, andiamo a dare una mano a Veronica con la culona rugosa?
    Io, Veronica, oggi sono più triste di te… so per chi ho pianto… e per chi ride. So che la vita continua, ne ho passate altre… ma oggi vorrei riprendere quei bellissimi versi di Ungaretti “lasciatemi così, come una cosa posata in un angolo e dimenticata”…
    Ieri sentivo le canzoni dei cugini di campagna… finora le canzoni che mi ricordavano lui erano quelle di Baglioni… gli avrei voluto dire tutte le parole di “doremifasol”… mi è toccato vivere “Lampada Osram”… e oggi, anche se è martedì, userei le parole di “Sabato pomeriggio”…passerotto non andare via… ma il mio senso della realtà me lo vieta.

    "Mi piace"

  63. il mio pensiero è con te. e se hai bisogno di conforto ci sono….se no che ci stanno a fare gli amici???????
    che devo fa’ ? ti racconto qualche barzelletta x farti ridere?????

    "Mi piace"

  64. Vorrei dormire… possibilmente cullata da una musica di quelle per sognare… e che la vita funzionasse al contrario di “caffè per noi”… svegliarmi e vedere le tazze di caffè sul comodino… scoprire che è stato solo un brutto sogno…

    "Mi piace"

  65. Ciao, ragazzi! Mi piace leggervi, ma in effetti la sera è arduo spremere un pensiero, non dico brillante o poetico, ma anche solo sensato dopo giornate intere di spremuta meningi su questioni stimolanti, commoventi e umanamente pregnanti quali “se, nell’ambito del pro rata, sia applicabile all’imprenditore in itinere che abbia compiuto atti preparatori d’impresa il vincolo della detrazione all’esistenza di operazioni imponibili”, o “se la clausola CIF FREE OUT sia idonea a tenere indenne l’acquirente dal sinistro per fisiologico calo merci”…Capite bene che, una volta qui dentro, crollo da una parte e me ne sto con le quattro capriole di fumo del focolare… e, ah sì, con le caldarroste, e il vino rosso, e – grazie! – un cucchiaio di quella mousse al cioccolato, e – SLURP! – c’è ancora una fett(on)a di quella torta di pistacchi e cioccolato? (No, il caffé AMERICANO grazie, NO)… Insomma, è che ho la bocca occupata! Beh, capisco che è ora di conferire ai beni comuni una certa mia torta della Selva Nera, imparata tanti anni fa in Germania, fatta tre-quattro volte con esiti di delirio degli assaggiatori e turbativa dell’ordine pubblico, aumenti di peso di almeno 1/2 kg. a testa a fetta, ma, Dio che sogno quella pasta sofficissima (DUE ETTI DI BURRO A NEVE!), con tutte quelle nocciole e cioccolata tritate dentro, e quelle amarene FRESCHE in mezzo, e quel mezzo centimetro di panna spalmata sopra con – ancora sopra – spessi trucioli di cioccolato fondentissimo… Capisco che ci vuole anche la musica adatta: dài, non siate timidi, ammettete che BRAMERESTE Rosanna Fratello in “sono una donna, non sono una santa”…O quella rara edizione dei “canti della siccità”, che certo non sarà mancata alla vostra formazione? (n.d.r.: vedi “Topolino e l’unghia di Kalì”, in Supergiallo Topolino, mitico classico Disney non voglio precisare di quanti anni fa per riserbo anagrafico…).
    Se avete una chitarra e volete cantare, per me è la cosa migliore: mi piace, “mi passa”, a volte mi viene anche benino. Repertorio folk-rock-pop, e se non me lo tirate in testa una puntatina su Mozart (ma dopo le DIVINE Berti, Goich e Fratello, siete vaccinati).
    Tutto questo per dire che è un momento della mia vita che non ho né insegnamenti da trasmettere, né idee da realizzare, né convinzioni da esprimere, né cose da fare (a parte, certamente, il pro rata e compagnia), ecc. Un ballonzolante guscetto vuoto, insomma. Un po’ qua, un po’ là. Ma mi piacciono molto gli intrecci di vite insospettati (v. il bel film turco di questi giorni “a due passi dal paradiso”), e così sto qui. Con voi, e con Orietta, e Wilma, e Rosanna, e Wolfgang (e Lucio, Francesco, Fabrizio, Gianna, ecc.). E le torte. BACI!

    "Mi piace"

  66. Da ciò che Cytind scrive si deduce che… si è posizionata sui commenti prima che io scrivessi i miei, e al momento dell’invio del commento non era a conoscenza dei fatti…
    si deduce, come spiega la sua giornata lavorativa, che è avvocato…
    si deduce che non ha nessun rispetto per i miei gusti musicali… se per caso meditassi il suicidio, Rosanna Fratello mi farebbe rompere gli ultimi indugi! E meno male che ci sono Lucio, Francesco, Fabrizio, Gianna… Loro sì, sono i benvenuti!

    "Mi piace"

  67. il pelato non è il mio moroso….mi piace e basta. sembra interessato, ma la telefonata per un invito a cena, un aperitivo, un caffettino non arriva MAI. la cosa più spinta che ho fatto con lui era semplicemente dormire…basta. poi ci sono le battutine, i sorrisi e le ballate in pista. niente di più. ed io aspetto….e sbavo!!!!!
    vivo per uno squillo, un sms……invece: silenzio assoluto.
    che vita triste…..ed in più ho l’amica in comune che fa scenate di gelosia. (brutta strega, culona rugosa e cattiva)

    "Mi piace"

  68. Quanta tristezza!
    Cara DM, cosa ti succede…la tazza sul comodino ci sarà, bisogna solo avere la pazienza di riuscire a vederla, è solo questione di tempo. Basta solo volerlo, basta rendersi disponibili, dentro e, tutto come d’incanto cambierà. Non sono parole, è l’inevitabile alternarsi della vita. Vivere del presente e con il presente cercare delle valide alternative. Via le tristezze, via quei brutti pensieri che ti fanno star male, riprendi te stessa e reagisci alle cose. Ti porterò la musica per farti sognare, cercherò di suonartela “in punta di piedi”, pizzicando le corde della mia chitarra…
    Do una mano volentieri a Veronica per eliminare la brutta, strega, culona, rugosa e cattiva amica che fa scenate di gelosie, ma allo stesso tempo, vorrei dire a Veronica: cerca di volerti bene.
    Volersi bene significa non buttarsi via per un pelatino che, non trova neanche il tempo per farti una telefonata o mandarti uno sms. Volersi bene vuol dire, ridimensionare un “rapporto” che non è tale e, viverlo per quello che è in grado di offrire; il poco o il niente deve andar bene lo stesso. Ma soprattutto vuol dire, recuperare quella dignità di donna che, normalmente, ha gli uomini ai suoi piedi e non il contrario.
    Cara Veronica, torna in te, ti prego, basta sbavature, basta aspettare. Cosa pretendi da uno che, la cosa più spinta che riesce a fare è dormire?
    Se non riesci a farti bastare ciò che il pelatino è in grado di darti, “passalo” alla tua amica culona, sarà la sua giusta ricompensa. E, nel frattempo, guardati in giro; riuscirai a trovare senz’altro qualcosa di meglio.
    Come mi sento saggio!!!

    ***mediterei anch’io un suicidio se, oltre a Orietta Berti, la Wilma Goich, ci fosse anche Rosanna Fratello…***

    "Mi piace"

  69. ‘A Donnaema’, e che fai, mi strappi Ungy dalla bocca? E’ proprio una corrispondenza di amorosi sensi, allora: peccato che né io sono il tipo tuo né tu il mio, ché sarebbe tutto più facile (una donna di valore è molto più frequente da trovare…)
    A Verò, e che mi dici, l’hai fatta pure tu ‘sta fesseria? Una bella notte a DORMIRE insieme e basta, lui saporitamente ronf-ronf, sveglia fresco come un fiorellino, e tu (anch’io) tutta la notte con gli occhi sbarrati in attesa di un MINIMO gesto, avvicinamento ecc. da poter raccogliere, amplificare ecc…, la mattina una zombie? Mi ricordo una notte così, Bologna 1983, lui brillante-fascinoso-maledetto- fotografo di guerra free lance, un po’ fidanzato con una mia (si fa per dire) amica (toh. culona anche quella…), io che dentro di me MI ROTOLAVO per lui, fuori indifferente e cortese; mi fa quell’invito, forse una volta che non c’era posto da altri amici, e io? Neanche il bacetto della buona notte come scusa iniziale, neanche “ho freddo – ho fatto un brutto sogno – ho nostalgia del mio gatto -ho visto il fantasma del pirata barbanera” o quel che è…Nel cuore della notte mi fa una microcarezza sulla testa, io gliela rifaccio lasciando là la mano, lui… si gira e dorme filato fino alle 9. La volta dopo che ho trovato una scusa per passare a casa sua mi apre – in pigiama e con l’aria morbida da notte felice – la biondina del piano di sopra, partita all’attacco il giorno dopo i miei maldestri conati, e già saldamente arroccata in pole position…
    L’episodio è appeso in vista nella ricca bacheca della mia imbranataggine. Mi dispiace che anche tu!!!
    (IM)MORALE: le notti sono preziose, mai sprecarle.

    "Mi piace"

  70. Caro, caro Arthur…grazie per quell’idea di “donna che, normalmente, ha gli uomini ai suoi piedi e non il contrario…” quasi ti regalerei per premio l’Opera Omnia di Peppino Gagliardi!
    (F.to: Una Donna Anormale)

    "Mi piace"

  71. Beh, ragazzi, per oggi vi saluto. Debbo intrattenermi in intimo colloquio col sig. L.A., che in tre arzigogolate vicende avrebbe la pretesa di sbafarsi circa 60 mila euro… per me facesse pure, ma si suppone che io glielo impedisca. Ahimé. L’ora d’aria è finita, tutti a testa sotto.

    "Mi piace"

  72. E a te, bella, un ciao particolare e un abbraccio, anche se femminile, che ce voi fa’. E grazie per il clone, si sa mai (ma insomma, un padre di famiglia…)

    "Mi piace"

  73. Guarda che non lo sappiamo se è un padre di famiglia… non sappiamo proprio niente… sappiamo che è siculo, intelligente, presente, ama la musica, scrive da Dio e tutte le altre cose che ha scritto nella risposta al post sulla felicità… Ah, dimenticavo: ironico e, vivaddio, non buonista!

    "Mi piace"

  74. Veronica! No che non l’hai perso… solo il suo comportamento sembra un po’ strano… ma ognuno ha la sua sensibilità. Poi dipende da cosa si vuole nella vita. Io, comunque, non sarei pessimista: certo, che se continua così… non siete adolescenti… o è molto religioso, e vuole sposarti illibato… oppure, se continua così troppo a lungo, gatta ci cova!

    "Mi piace"

  75. insomma. il tipo nn è interessato. perchè se lo fosse, l’uscita scapperebbe. un piccolo invito. invece……buio totale. il tel nn squilla, la mail non riceve i messaggi desiderati…..lui nn c’è. basta. mi viene da piangere, ma nn verserò neanche una lacrima.anzi, sai che ti dico? che stasera esco. vado a cena con una mia cliente, e il suo pargolo – un bel figliolo di 34 anni che taaaaaanto lei loda….(poi magari è un rospo – però meglio uscire, fare 2 risate anzichè stare tutta sera sul divano, con tanto di sigaretta in bocca, ad aspettare che il cell squilli)….l’anno passato ho comperato un libro che si chiama ” la verità è che nn gli piaci abbastanza”….devo tirarlo fuori e leggermi quello, piuttosto che documentarmi sui ” 30 anni di mafia”, libro tra l’altro interessantissimo ma che nn parla di “masculi” che interessano me.

    "Mi piace"

  76. La verità è che non gli piaci abbastanza? Non lo so se è vero nel tuo caso, ma so che è vero in tanti altri casi, e che tante donne si ostinano a ignorare questo fatto e a “interpretare” il suo comportamento freddo alla luce di ogni ramo della psicologia e della psicanalisi.
    Comunque a una mia amica un’uscita come la tua è andata bene… incontro combinato con il figlio di una collega, amore a prima vista, fidanzamento, matrimonio, due bellissimi figli e, per quanto ne so io, a distanza di oltre dieci anni, ancora in fase fasci di rose e “cicci cicci”…: a Vero’, hai visto mai?

    "Mi piace"

  77. Ebbene, lo ammetto, ero qui accucciato in un angolino, e me la ridevo sotto i baffi (come postazione non è niente male…).
    Ho visitato tanti blog in quest’ultimo anno e, uno come questo (che parla così bene di me…), non mi era mai capitato. E poi, queste chiacchiere di quartiere…immaginavo già te, insieme a Veronica e a Cytind (ma è un nome o un nickname?), sul pianerottolo di casa a discutere di questi maschi (si direbbe, questi sconosciuti..), di certe strategie…siete ironiche, simpatiche, indubbiamente di piacevole compagnia…WOW!
    …ma, come fai a dire che non si sa nulla di me! Sono un libro aperto, quante cose dette…ho molto parlato di me, di quello che provo, di quello che sento, di ciò che ho vissuto…e poi, un po’ di mistero non guasta.
    Attenzione, ogni clone che fai, c’è il rischio di perdere, strada facendo, delle piccole particelle e quindi, il risultato non è garantito. Di Arthur, credimi, ne basta uno.
    E poi, diciamoci la verità, guardandoci fissi negl’occhi: non è tutto oro ciò che luccica!

    ***x Veronica: ma hai letto la mia risposta, nonché le raccomandazioni?***

    "Mi piace"

  78. Ciao Arthur, lo sapevo che c’eri! Cytind è un nick, ma si è presentata e l’ha detto che si chiama Cinzia.
    Veronica ha letto, ha letto…
    Per i cloni… beh, magari si perdono delle particelle relative ai difetti: sei un uomo, non puoi non averne!

    *** pensavo che la “morale” tra stellette fosse riservata alla padrona di casa…***

    "Mi piace"

  79. (in pausa merenda, sempre virtuale. Rintuzzata una parte delle pretese del sig. L.A., me la permetto).
    Dai verò, che magari oggi fai colpo! Fermo restando che consiglio a priori di scartare gli uomini che si presentano con mammà, quale che sia la loro età (sopra i 10 anni).
    E brava che ti passa l’appetito, ottima occasione di recupero! Io alle mie prime corna gravi (cioè, intendo regalatemi da Voi Sapete Chi) ho perso 5 chili in una settimana per pura incapacità di mangiare, e poi li ho tenuti per 5 anni! ero una meraviglia, avevo ripreso il look dei 18 anni, e sì, anche parte dei vestiti, intanto tornati di moda…
    E infine: ma hai considerato che il pelato sia GAY? (tra l’altro, è un look assai in voga nell’ambiente). Ce ne sono tanti, sai, spesso occulti e a volte anche inconsapevoli… concorrenza sleale e pubblicità ingannevole, ma che ci vuoi fare?
    (basta, vado a dare la stangata finale al sig. L.A.)

    "Mi piace"

  80. x arthur : ho letto…..ho letto…..e sai che ti dico ? ho un enorme dilemma: non so se stare dalle parte di chi dice ” ogni lasciata è persa” oppure con quelli che dicono ” se ti si chiude una porta, ti si aprirà un portone…..”. mah, secondo me son stata polla. dovevo fare le fusa, mica farmelo scappare come il fotografo free lance………..
    ps: domani vi racconterò dell avvocato.

    "Mi piace"

  81. CORNA GRAVI = MESSE DA UNO A CUI TIENI DAVVERO.
    Perché ci sono molti casi in cui, in fondo, non sai quanto te ne importa, e magari pensi: beh, dopotutto, libero lui, libero io, anzi, meno male ‘ste corna, che liberazione! E puoi fare pure la figura dell’offesa…
    X Veronica: io sono della scuola “ogni lasciata è persa”, anche se ciò che riesco di fatto a praticare è più spesso “quando si chiude una porta”… si aspetta invano che si apra anche solo una gattarola o uno spioncino!
    P.Q.M. si insiste per l’accoglimento delle già esposte conclusioni in punto a gaiezza del convenuto.

    "Mi piace"

  82. ***La morale, cara la nostra dolce padrona di casa, è che non bisogna fidarsi mai delle apparenze.***

    Qualsiasi cosa io sono, l’importante è che, quella cosa che alcuni chiamano feeling, si è creato tra di noi.

    In questa casa (virtuale?), mi sono sentito subito il benvenuto, ho avuto la sensazione che la mia “fame di sapere”, di capire (e più cresco e più questa fame diventa vorace, insaziabile… ), può trovare la giusta corrispondenza. Tra i tanti, tu sei una delle poche che, ha catturato veramente la mia attenzione (detesto la noia…) ma, lo scopo è solo quello di conoscerti meglio, di capire quando un rapporto virtuale può diventare compiuto e in quali termini. Mi piace scrivere, è vero ma, solo per riuscire a comunicare con il mio prossimo. D’altra parte, per conoscersi, ci vuole qualcuno che parla e qualcun altro che ascolta. Il blog, il tuo blog è un pò questo. Tu parli, ti lascio parlare senza altre alternative (non posso interromperti… ) e, poi se ho qualcosa da dire, rispondo, se no, continuo ancora ad ascoltarti.

    Il mistero della non conoscenza reale, fa il resto.

    Ma, ragioniamo con il cuore e, non sempre con il cervello!

    L’ho scritto una volta ad un amico, dove l’amicizia, l’amore, riusciva a farci discutere come due pazzi forsennati, ognuno alla ricerca di una verità, alle volte sussurrata, apparentemente diversa ma, nei termini sostanzialmente uguale.

    La tua casa è accogliente, condizione fondamentale per uno che come me (faccio l’architetto, mi occupo esclusivamente di interni e di design…adesso sai qualcosa di più…), affida all’habitat, una importanza basilare, per il quieto vivere, per essere in pace con se stessi, a suo uso e misura.
    La tua casa, oltre che accoglierci benevolmente, c’invita a riflettere, per una crescita di entrambi, se si è nelle condizioni di volerla cogliere. E poi, con quanta pazienza hai saputo tollerare le mie intemperanze…
    Sono anch’io uno che, nella vita, tende ad essere protagonista ma, con una cara e dolce padrona di casa come te, come potrei!
    Continuiamo a conoscerci.

    Con Veronica, Cinzia, Antonella, Giò, Tiziano, con tutti quelli che vorranno visitarti e chiacchierare con noi, continuiamo a raccontarci; non potrà farci altro che bene.
    Ciao…buona serata.

    *****ti sento soddisfatta della risposta?*****

    ***visita questo blog: http://bluemilk.blog.deejay.it/tra_curve_e_spigoli/ E’ una ragazza che veramente scrive in maniera divina, giovane, ha appena avuto una delusione d’amore (è rimasta un paio di mesi ferma senza scrivere), che vale la pena di seguire.***

    x Very, visto che ho appena letto la sua risposta: chiudi sta porta, chiudi sto portone, vai all’aria aperta, dove i polli stanno con le polle…a buon intenditor, poche parole.

    "Mi piace"

  83. Ora capisco tante cose… se io sto con uno è perché mi interessa davvero, quindi le corna sono sempre gravi.
    Per il fatto di ogni lasciata è persa… qualche volta, di fronte a un dolore del tipo di cui sopra, per cui pensi “non vale la pena volere bene sul serio”, magari pensi pure che vorresti vivere una storia con minore coinvolgimento ma, sei sei un certo tipo di persona, sono cose che alla fine ti lasciano l’amaro in bocca (e anche all’inizio…) Ripeto, dipende dal carattere e dalla sensibilità della persona, da cosa si vuole in un determinato momento della vita….

    "Mi piace"

  84. x Arthur: la risposta che stavo dando a Cytind si è sovrapposta al tuo intervento…
    Tornando a noi: il feeling… in questo momento mi fa paura… un’altra botta come quella che sto avendo e ci rimango secca (si fa per dire…)… anche se poi vorrei proprio ora qualcuno che mi facesse ubriacare di sé… un giorno ti racconterò… e poi quelle parole… con me non ci si annoia mai, lo so, ciononostante…
    Non ce la faccio a continuare su questo argomento, non oggi… per favore, aggiungi un po’ di legna al caminetto, ho tanto freddo…

    "Mi piace"

  85. Per Cytind: per avere uomini sopra i 10 anni “scollegati” da mammà temo che bisogna emigrare…
    Le tue prime corna gravi? Perché, esistono corna non gravi? Quali sono quelle non gravi, quelle senza amore (che a me fanno perdere la stima dell’individuo)? Quelle con amore, che ti spezzano il cuore, sapendo che sono dell’altra le coccole, le attenzioni, i pensieri, le parole d’amore, i progetti, e lasciano intuire impossibile un recupero della situazione, facile nel primo caso, quello del cane in calore? Sono quelle che durano più a lungo? Quelle da cui nascono figli? Cytind, stai parlando con un’irriducibile monogama: le corna sono corna, sono dolore, sono perdita. Sono distruzione del progetto comune, spesso gratuita, da cui l’altro non può difendersi.
    Comunque oggi ho saltato tutti i pasti anch’io… posso sperare che duri un po’, e che pure io riguadagni una splendida linea? Come diceva il saggio “Casa mia va a foco, fammece riscarda!”.
    Per il fatto del gay, anche a me era venuta la stessa idea, ma lei è sicura di no, e tutto sommato, io pure non lo penso.
    x Veronica: non so che consigliarti, per la corrente da seguire… dipende da come sei fatta tu e dallo stato d’animo del momento. Comunque speriamo che si apra presto questo portone, per entrambe…
    Intanto ho rinnovato il guardaroba… appena prima di mettermi a dieta… ho comprato un sacco di roba con l’augurio di doverla scartare tra poco: perché mi sta grande, ovviamente, ci mancherebbe solo il contrario!

    "Mi piace"

  86. ciao a tutti, sono tornata. soprattutto per chiedere la ricetta della libidine della Selva Nera , sto gia’ sbavando e i dolci non sono neanche il mio cibo preferito. come state ? ho visto che vi siete divertiti , peccato che in ufficio non posso collegarmi. a casa e’ piu’ probabile ma a volte la vita e’ dura !! tanto per cominciare il collegamento va e viene oramai da mesi. non si capisce perche’ ma l’ultima volta che ho visto l’operaio rumeno della telecom attaccato al palo potevo rispondere alle telefonate al posto di una mia vicina di casa !!!!! praticamente aveva invertito solo qualche stupidissimo filo. oggi la situazione si è ” modernizzata”…in fondo devo solo fare il 187 per far funzionare l’adsl…. spero a breve di fare un passo avanti verso il nuovo millennio: l’era della comunicazione ( vai a spiegarlo all’operaio della telecom !). per finire ho un fratello che si scambia lettere ( d’amore ? ) con una ragazza inglese . almeno credo. ci siamo fatti fregare dalla sua voglia di studiare inglese. figurati, mio fratello ? all’inizio pensavo che servisse una scusa per stare fuori di casa in determinati giorni della settimana. ma poi lo vedevo sul vocabolario….
    mi sono fatta fregare. non va bene cosi’ , sto invecchiando, una volta ero piu’ furba.
    dovevo capirlo che il lupo perde il pelo……
    quindi la mia partecipazione sara’ un po’ limitata. ma torno sempre con piacere su questo blog. a presto. baci .
    p.s.
    vi piace maria callas ? io l’adoro, ma non vi annoio con tutto il cd , se no chi la sente dm .

    "Mi piace"

  87. Buongiorno a tutti, amici cari, come state? Curiosi di sapere come è andata la serata a Veronica? Io sì… La mia è stata tranquilla, Harry Potter con la bimba, fettine di fegato ai ferri per rispettare la dieta (era appena il primo giorno, fatemi aspettare il terzo o il quarto per trasgredire!). Prima di tornare a casa… ebbene sì, ancora shopping! In questo periodo lascerò da parte il saccone… devo riprendere le redini della mia vita… Buona giornata a tutti!

    "Mi piace"

  88. ciao a tutti. giornata nera oggi. in tutti i sensi….DM la cena ieri era simpatica, il ristorante uno dei più belli e fighetti della mia città, il cibo discreto ( molto di scena e poca sostanza – un piatto di linguine all astice 24,00€…..), l avvocato brutto ma affascinante. ( brutto brutto, ma quei brutti fini, curati, colti, vestiti bene che camuffano la bruttezza….un bello dentro insomma. ma non mi fa “cou cou'” perciò la serata è stata bella comunque, ma non irripetibile, stupenda o interessssantissssima!!!!! è stata una serata e basta. che mi è servita per nn stare a casa attaccata al cellulare.
    e poi, che altro…niente. niente di bello da raccontare.
    ps: no, il pelato non è gay!!!!!!! sappiamo che gradisce…

    "Mi piace"

  89. Prova a frequentarlo ugualmente: se è bello dentro,e per di più curato e affascinante, secondo me ci sono buone probabilità che il cuore, prima o poi, cou cou lo faccia.
    Ti abbraccio

    "Mi piace"

  90. Oggi Arthur è silenzioso… e Tizi non riesce a trovare le castagne… Giuseppe continua a entrare in sordina, leggere tutto, e filarsela all’inglese… Gli ho dato una tirata d’orecchie, ma lui ha fatto l’indiano…. che volete fare, sono un operatore multiculturale… un amico italo-franco-anglo-indo-portoghese, che conosco da oltre vent’anni, ormai me lo devo tenere così com’è!

    "Mi piace"

  91. Carissima, evvero, oggi più che silenzioso sono super impegnato ma, trovo comunque il tempo per venire a sbirciare e leggere gli altri commenti. (tu chiama, che io arrivo…)
    Bello quello di Cinzia e di Antonella su ” Nel segno della razza”. Ovviamente la tua risposta sempre acuta e pertinente. Volevo trovare il tempo per dire anche la mia e, spero quanto prima di poterlo fare. Visto che fate bene anche senza di me, vi abbraccio e…a dopo.

    "Mi piace"

  92. Ragazzi sono a pezzi è da giovedi che non dormo nel mio letto, che non siedo sul mio divano, che non sto tranquillo con il mio computer.
    Mi sa che vado a letto per riprendermi dalle fatiche di questi giorni intensi, pieni di cose, di persone, di parole, di emozioni, di soddisfazioni, e non, di km in treno e macchina.
    Buona notte a tutti domani leggo e commento ciao

    "Mi piace"

  93. Aiuto è diventato lunghissimo l’elenco dei post.
    Che mi sono perso?
    cosa avete combinato la veronica ha trovato il fidanzato? Ero rimasto al pelato? poi è comparso un avvocato bo devo aver perso un pezzo.
    e arthur poi ha preso l’aperitivo con DM?
    Oppure no?
    datemi notizie ciao ciao

    "Mi piace"

  94. Ciao Giò,
    ti aggiorno velocemente sugli eventi…
    La Very (dopo quello che ci siamo detti…), ovvero la nostra cara Veronica, è ancora sul chivalà (si scrive così?) con il suo pelatino. Lui sembra un pò ritroso, qualcuno ha azzardato che fosse gay ma, fonti ben informate, assicurano che ha tutto al posto giusto. Preso dal vortice delle danze latino americane, ultimamente lamenta un pò d’affanno, onde per cui, davanti alle coccole della sua Veronica, casca imperterrito in un sonno profondo. L’avvocato, sembra sia una simpaticissima Cytind, in altre parole Cinzia, che ultimamente mi guarda corrucciata, per via di certe diversità non condivise. Va e viene continuamente, riuscendo ad incantarci con le sue parole. C’è anche l’ Antonella, delicata e leggera come una libellula, con i suoi racconti e le dolci sue poesie. A quanto pare, ha qualche problema con l’operaio rumeno della telecom, quindi, se hai delle conoscenze nel settore, dalle una mano. Per quanto mi riguarda, ti rimando al commento 76, dove velocemente mi complimentavo con te. Per il resto, faccio del mio meglio. E tra canti e bevute, all’ombra del camino, stiamo ancora discutendo se, è meglio l’Orietta nazionale con la sua “Fin che la barca va” o Rosanna Fratello e, il dilemma, purtroppo, ci divide; spero troveremo presto la giusta soluzione.
    Tutto qui.
    Orpo! Dimenticavo…
    C’è ovviamente la nostra cara padrona di casa, che ci coccola, attenta alle nostre esigenze, con la buona parola di chi ha voglia di volerti bene. I suoi post, sono foraggio per le nostre menti, scritti con arguzia e, alle volte con un pò di malinconia. Ma di questo, sai già tutto e quindi, siediti tranquillo e leggi. Dopo però raccontaci, siamo tutti in trepida attesa.
    Ciao

    ***x DM: hai corretto il “nik”…tremendisia.***

    "Mi piace"

  95. X Gio: Caro Giovanni, ti aggiorno un po’ anch’io, perché Arthur, che oggi è stato oberato di lavoro, si è distratto un attimo e ha sbagliato avvocato… e siccome questo è pure del sesso opposto, mi pare opportuno rettificare. Dunque, il pelatino, dopo aver passato una notte a ronfare accanto alla Very che, vi assicuro, è una gran bella ragazza, è scomparso dalla circolazione, anche a causa di una pseudoamica di Very, culona rugosa e invidiosa, che ci si è messa in mezzo. Allora una gentil signora le ha proposto di presentarle la sua perla di figlio, avvocato, MASCULO, che però non ha fatto battere il cuore della nostra amica che pare, ve lo dico in segreto perché me l’ha confidato in privato, per i pelati ha un debole, e l’avvocato invece presentava qualche traccia di peluria. Per quanto riguarda l’aperitivo, no, non l’abbiamo ancora preso, ma non sapendo dove è ubicato il nostro Arthur comincio a temere che mi occorra una cannuccia chilometrica.
    x Arthur… l’avevo già corretto…. non potevo tornare indietro… e non so coniugare “tremendisia” alla prima persona…
    x Antonella: sorry, ho censurato il tuo commento, era un po’ troppo privato, non trovi?… e quello all’ultimo post, perché non l’hai completato???? baci cara…

    "Mi piace"

  96. Cari amici buongiorno!
    Tanto per cominiciare spero di essere riuscita a cambiare l’orario di questo blog che, ve ne sarete accorti, era avanti di un’ora.
    Seconda notizia della giornata è che è venerdi ergo, per me, ultimo giorno lavorativo della settimana (e scusatemi se è poco).
    Terza, oggi siamo pochini, perché Cytind è in vacanza e Very in ferie.
    Quarto, per scrivervi mi sono persa la colazione con i colleghi….
    Quinto, non so se avete visto (in altri blog gli ultimi commenti sono più visibili), nella colonna a destra in fondo compare il link “comments (RSS)”, cliccando sul quale è possibile visualizzare immediatamente gli ultimi commenti senza bisogno di aprire i singoli post (per noi chiacchieroni è importante!

    Un caro saluto e felice giornata a tutti!

    "Mi piace"

  97. Buongiorno! Buongiorno DM! Dalle mie parti, piove a dirotto (DM, non fare la curiosa…) e, essendo un amante impenitente del sole, la cosa non mi rende poi tanto felice. Paz…!
    Ieri sera, facendo pulizie tra i miei files, ho trovato una storiella, semplice, semplice, che tanto tempo fa, avevo scaricato da un blog e che magari qualcuno conosce già.
    E’ la storia di un ragazzo, gravemente malato, che un giorno, stanco di star sempre in casa, decide di uscire. Passeggiando per le vie della sua cittadina, scorge dalle vetrine di un negozio di dischi, una bella, tenera ragazza e, se ne innamora perdutamente. Entra, nel negozio, compra un CD e, alla richiesta della ragazza se vuole che lo incarti, balbettando risponde di si.
    Passano tanti giorni e, ogni giorno lui percorre quella via e, ogni giorno compra un CD che, quando torna a casa, conserva nell’armadio, senza neanche aprirlo.
    Dentro, è lacerato dalla voglia di comunicare alla ragazza l’amore che prova per lei, ma la paura di un rifiuto, la sua timidezza, lo blocca.
    Un giorno, preso il cd, in un momento in cui la ragazza era distratta, posò rapidamente un foglietto con il suo numero di telefono sul bancone; dopodichè uscì di corsa dal negozio.
    “Driiiiin!!! Sua madre rispose al telefono: “Pronto?”, era la ragazza che chiedeva di suo figlio; la madre afflitta cominciò a piangere mentre diceva: “Non lo sai?…è morto ieri”… Ci fu un silenzio prolungato interrotto dai lamenti della madre. Più tardi la madre entrò nella stanza del figlio per ricordarlo… Aprì l’armadio, e con sorpresa si trovò di fronte ad una montagna di cd impacchettati. Non ce n’era nemmeno uno aperto…ne prese uno e si sedette sul letto per guardarlo; facendo ciò, un biglietto uscì dal pacchettino di plastica.. . La madre lo raccolse per leggerlo, diceva: “Ciao!!!Sei bellissimo! Ti andrebbe di uscire con me?? …Sofia
    Morale: Questa è la vita, non aspettare troppo per dire a qualcuno di speciale quello che senti… Dillo oggi stesso… Domani potrebbe essere troppo tardi.”
    Non bisogna dare nulla per scontato, aggiungo io, alle volte basta anche solo una parola.

    ***Very è in ferie con il pelatino? Gulp!!!***

    "Mi piace"

  98. Oggi vorrei parlarvi di una cosa (forse due) per cui non mi va di fare un post, e quindi vorrei proporre l’argomento qui, un po’ in sordina: la violenza sulle donne e le molestie sessuali in genere. Premesso che entrambe esistono, e sono terribili e inaccettabili, resta il fatto che esistono anche donne che si sentono molestate pure se si dice loro buongiorno, e donne che, per vendetta personale, paranoia o squallido gioco, accusano ingiustamente uomini innocenti.
    Mi è capitato una volta in autobus che un giovanotto, sedendosi prontamente in un posto appena liberatosi, si giustificasse dicendomi “Mi scusi se non le cedo il posto, ma quando sto in piedi su un autobus così affollato c’è sempre qualche donna che mi aggredisce accusandomi di molestarla e, francamente, il fatto è piuttosto sgradevole. Così, ho risolto sedendomi tutte le volte che posso, e evito il problema”. Un’altra volta due ragazzi (due santi, credetemi), ospitarono una sciroccata che ogni tanto si spogliava e iniziava a urlare che la stavano violentando. Avvisata la famiglia, che si precipitò (ma abitavano a centinaia di chilometri) insieme a un medico per venirsela a riprendere, i due passarono un’attesa estenuante. Cercavano di essere presenti sempre entrambi affinché, in caso di accuse, l’uno potesse fare da testimone all’altro, ma a un certo punto uno dei due dovette uscire (mi pare proprio per andare incontro alle persone che la stavano venendo a prendere); la ragazza ne approfittò per ripetere la scena, buttandosi addosso nuda al povero ragazzo urlando che la stava violentando. Il ragazzo si divincolò e fuggì, lasciandola da sola (cosa che fino ad allora avevano evitato di fare per salvaguardare la di lei incolumità). Ci sarebbe da ridere se non ci fosse da piangere: l’immagine del ragazzo che si divincola da quella nuda che gli si butta addosso gridando, e che scappa via a gambe levate, un po’ di comico ce l’ha: ma provate a viverla una situazione del genere!

    "Mi piace"

  99. Oggi, a quanto pare, è tutto tranquillo, qui da noi, ha anche smesso di piovere. La Cytind è in vacanza, da quel che mi si dice, la Very è in ferie e, spero che riesca a rilassarsi veramente. Quelli rimasti sono in silenzio, qualcuno probabilmente entra ed esce e, cara DM, siamo rimasti solo noi due a chiacchierare…
    Buona serata e buon fine settimana a tutti.
    Ciao, ciao!

    "Mi piace"

  100. Veronica non ha collegamento a casa, ma la padrona di casa l’ha contattata e letto alcune delle chiacchiere: si è piegata in due dal ridere, e ha detto che proverà in tutti i modi di trovare il modo di collegarsi e farci almeno un salutino. A più tardi!

    "Mi piace"

  101. Ciao ragazzi giornataccia, scusate se non sono stato presente .
    Azzolina purtroppo sono già troppi giorni che non ho tempo di scrivere.
    Ma come faccio se non scrivo.
    Capite? è come togliere l’acqua da una piscina, a cosa serve?
    Disperazione.
    Ma voi siete sempre qui e vi vedo, vedo DM che gira per casa e si avvicina ogni tanto al computer, per vedere chi ha risposto.
    Vedo Arthur, anzi perchè non ti vedo? Perche non metti la tua foto?
    Non riesco ad immaginare che cosa tu stia facendo se non ho una idea del tuo viso.
    Vi ho raccontato che sto addomesticando una mosca?
    E’ una settimana che è a casa con me e ogni giorno siamo sempre più amici, oggi l’ho chiamata ed è venuta sulla mia mano e poi è volata, ma mi gira intorno non scappa.
    Si sarà inamorata?
    Ciao ragazzi ciao ragazze

    "Mi piace"

  102. Arthur grazie per la visita al mio blog, scusa non avevo letto il post 76, era proprio nei giorni che sono stato via. Hai scritto delle cose belle che mi fanno piacere.
    Lo sai cosa penso che noi, uomini siamo il frutto dei nostri pensieri, lo dico sempre ed è cosi. Quando scrivi una storia, una poesia, un racconto o solo un pensiero e un po’ come se regalassi una parte di te che ti caratterizza e ti differenzia da tutti .

    Ora a nanna tutti è già tardi.

    "Mi piace"

  103. Grazie Giò.
    Ieri sera ho visitato il tuo blog e, volevo lasciarti un commento ma, bisogna registrarsi: come mai?
    Comunque, la foto se non sbaglio è: ” L’isola dei conigli”, a Lampedusa. Splendida isola, che ho visitato qualche tempo fa.
    Io che sono vissuto e cresciuto con un mare incantevole, visto quello di Lampedusa, me ne sono innamorato perdutamente.
    Ho dei filmati dell’isola bellissimi, ovviamente girati dal sottoscritto e, peccato non poterveli fare vedere. Chissà, un domani, non si sa mai…
    Cara DM, tutto bene? Ti “sento” silenziosa e, la cosa mi preoccupa un pò…ti abbraccio.
    Buon sabato e buona domenica a tutti.
    Ciao.

    ***x DM: se riesco (non è una promessa…), più tardi ti mando un bellissimo brano di musica jazz, così, giusto per farti cullare in una atmosfera diversa…Buona giornata.***

    "Mi piace"

  104. Caro Giò, anch’io ti volevo dire questa questione della registrazione: secondo me molta gente non lascia commento per non registrarsi, anch’io faccio così quando vado su altre piattaforme, non si può registrarsi dappertutto!
    Caro Arthur, hai ragione a preoccuparti. Il sabato e la domenica sono sempre meno collegata, la casa e gli impegni vari mi assorbono molto, mentre in ufficio stare davanti al pc fa parte del mio lavoro. Comunque sì, c’è dell’altro… dell’altro che non ti posso dire qui, su questa pubblica piazza. Il titolo tanto lo sapete, lo svolgimento… si svolge altrove.
    Cerco di seguire i tuoi consigli, e fare la donna. Sto dimagrendo quasi un chilo al giorno, non ho più fame: non era così che avrei voluto questi risultati, ma cercherò di farne tesoro. Oggi andrò in palestra, sto cercando di ubriacarmi di fatica, di attività, di impegni… domani pranzo cinese con l’Antonella (sì, la “nostra”): qualcuno si vuole unire?
    Vi abbraccio tutti.
    *** DM rispetta la tua privacy: ha solo preso atto che ieri, qui, era sereno ***

    "Mi piace"

  105. Ciao Giò! Ma sei sicura di questa cosa della registrazione? Ieri che ho dato un’occhiata al tuo blog senza essere loggata, quando sono andata a fare un commento mi ha presentato la schermata per la registrazione: non credo che si possa aggirare in qualche modo.

    "Mi piace"

  106. buongiorno a tutti. ieri ero proprio stanca per scrivere. ho avuto una giornata pesante ma alla fine ho avuto l’ennesima conferma: e’ stato giusto prendere la decisione di mantenere sempre di piu’ le distanze da una situazione, e dalle persone che tiravano solo fuori il peggio di me. mi riferisco al lavoro. con dispiacere sto imparando a distaccarmi sempre di piu’ e ad allontanare un certo tipo di persone. dico con dispiacere perche’ la cosa che mi appaga di piu’ e’ lavorare bene in gruppo
    ( quando questo e’ reso possibile da tutti). ma non posso fare a meno di notare come riesca a stare meglio troncando le situazioni negative. torno ad essere serena, brillante, distesa. mi torna la concentrazione e lavoro meglio raggiungendo risultati migliori facendo meno sforzi. voglio condividere con voi un testo che ho trovato per caso su internet ma che per me e’ stato illuminante. ditemi cosa ne pensate , se vi è mai capitato di lavorare in condizioni difficili e cosa avete fatto per uscirne.
    ” quando la vita in azienda prende una piega sbagliata , vivere in funzione degli altri e buttare tutti gli sforzi e l’energia emotiva sul lavoro e’ una strada che porta allo sfruttamento e all’autodistruzione. l’autoconservazione a volte richiede l’atteggiamento opposto: imparare a coltivare l’indifferenza e il distacco emotivo.
    se il lavoro è insultante dobbiamo imparare a fare lo stretto necessario, ad occuparci il meno possibile degli stronzi che ci circondano e a pensare a cose piacevoli. facciamo passare le giornate finche’ qualcosa non cambia o non arriva un’offerta migliore.
    a volte la cosa migliore per conservare la salute e’ fregarsene del lavoro , dell’azienda e, soprattutto,degli stronzi.
    come ha detto Walt Witman :
    sbarazzati di tutto cio’ che offende la tua anima. credo che sia una sintesi perfetta e bellissima delle virtu’ dell’indifferenza verso chi offende e mortifica , sul lavoro cosi’ come in qualsiasi altro contesto.
    secondo alcuni ricercatori, l’interesse distaccato puo’ aiutare chi lavora a prevenire il logoramento che deriva da un’esposizione costante ai problemi altrui “.
    niente male no ?

    "Mi piace"

  107. Cara Antonella, intanto buongiorno! Per quanto riguarda quello che dici, è chiaro che stai, giustamente, cercando di farti forza, ma per me rimane sempre valido il fatto che “altro è parlar di morte e altro è morire”. Di ondate di mobbing in ufficio io ne ho passate un paio, ognuna della durata di due anni circa… ti dico che, nonostante il mio “io” strutturato (come direbbero gli psicologi) è stata dura. Comunque, se posso darti un consiglio, cerca di fare di tutto per conservare la tua autostima da una parte, e procurarti materiale per “pararti” legalmente dall’altra. La prima ondata di mobbing nei miei confronti terminò quando andai dal mio capo a dimostrargli che avevo materiale sufficiente per portare lui e tutta l’azienda in tribunale.

    "Mi piace"

  108. Ho pensato una cosa e chiedo a voi un consiglio.
    Il prossimo anno dovrebbe uscire il mio nuovo libro è un romanzo, il problema di noi piccoli scrittori è la comunicazione. La comunicazione tradizionale sui media classici ci è preclusa visto che non abbiamo la popolarità per andare in televisione o per avere articoli interessanti su giornali.Ovviamente la comunicazione tradizionale potrebbe essere percorsa al di là che sia un giovane autore se avessi un budget altissimo da investire che io non ho e che il mio editore non vuole investire.
    Credo però che ci sia una comunicazione alternativa quella che viaggia sulla rete quella dei blog del social network, che può essere interessante e potente forse quanto la comunicazione tradizionale. Sto cercando collaborazioni per studiare una compagna di comunicazione alternativa. Volevo sapere da voi che cosa ne pensate, voi che alla fine siete esperti della rete, sono matto a credere in una comunicazione altrettanto potente che quella tradizionale. Avete idee o suggerimenti?
    Pensavo di fare una specie di concorso per l’idea migliore.
    Cosa ne pensate?
    ciao gio

    "Mi piace"

  109. ciao DM, volevo precisare che nel mio caso non ci sono gli estremi del mobbing, per fortuna. per chiarire, parlavo solo di un contesto dissonante. il contesto dissonante si crea ad esempio quando non c’è un obiettivo comune, quando manca la comunicazione, quando ti trovi a lavorare con gente scorretta e insoddisfatta, quando c’è un carico di lavoro troppo pesante, quando chi comanda ha fatto scelte sbagliate e tutti ne subiscono le conseguenze ( colleghi e clienti ), quando alcuni colleghi dovrebbero saperne di piu’ per il ruolo che occupano e il grado che hanno , quando manca la collaborazione , quando non c’è accoglienza , ecc… ecc… ecc….ecc….ecc…
    questo purtroppo era ed in parte lo e’ ancora, il contesto in cui lavoro. molto lentamente sta cambiando in meglio . ma moooolto lentamente. e ancora non ci siamo.

    "Mi piace"

  110. ciao r. del cuore
    non sono esperta di comunicazione e temo di non sapere quale potrebbe essere il canale migliore. ma fossi in te non escluderei niente a priori, valuta tutte le possibilita’ . il modo di comunicare varia anche in funzione del messaggio che vuoi trasmettere , immagino, ed in funzione della fascia di pubblico a cui ti rivolgi.
    mi viene in mente una storia che passa per vera: quando usci’ il famosissimo “tre metri sopra il cielo”, il libro era gia’ conosciutissimo e super fotocopiato soprattutto dagli adolescenti romani che lo facevano passare di mano in mano. ( il passaparola e’ sempre la migliore pubblicita’ e non ha costi).
    secondo me la strada di una comunicazione alternativa e’ sempre percorribile. poi, se proprio non funziona e’ sempre un’esperienza no ? prova, coraggio. auguri.

    "Mi piace"

  111. Caro Giò, oggi i pensieri sono quello che sono. Comunque pomeriggio ho preso il tè con due “dei nostri”, e ti abbiamo telefonato perché abbiamo pensato che ti facesse piacere sentire tre di noi in un colpo solo: purtroppo non eri raggiungibile. Ho cercato di distrarmi durante il we, non sempre ci sono riuscita. E il tuo, di cuore, come va? Oggi ho fatto fare un paio di sane risate ad Antonella ma, di questo, vi parlerà lei.

    "Mi piace"

  112. Mi dispiace non aver avuto il tel acceso strano visto che non lo spengo mai. Ho cambiato la cover del cellulare e forse è stato in quel momento che mi avete chiamato. Sono diventato matto nel farlo.
    Per il resto tutto bene mi sono divertito a configurare ed installare un server, ho aggiustato il rubinetto della doccia, il fontaniere non era riuscito, ha chiuso un paio di buchi nel muro e verniciato una colonna.
    Insomma ho pensato poco e usato le mani.
    Ciao

    "Mi piace"

  113. Io stamattina sono stata tre ore in palestra, erano quindici giorni che mancavo, ho faticato veramente tanto. Pure io mi dovrei distrarre con lavori manuali…. Ogni tanto stasera Antonella mi chiedeva: “Ma te ce pagano pe’ ‘sta su ‘sto giradischi?”
    In questo momento sto ascoltando i Cugini di campagna: Arthur inorridirà, ma io li adoro… A proposito, dov’è Arthur? Gli ho girato le e-mail relative alla “gita scolastica” che abbiamo intenzione di fare, spero possa partecipare. La Veronica invece è sotto tesi, difficile che si riesca a liberare.

    "Mi piace"

  114. DM torna in te . torna a brillare, non dimenticare mai la tua forza e la tua luce interiore, qualsiasi possa essere la causa che ti butta giu’. usa in modo responsabile il tuo pensiero e non fare girare tutte queste parole e tutti questi ricordi nella testa. non metterti i bastoni tra le ruote da sola. cerca di riconoscere il momento in cui inizia questo vortice e fermalo. le prime volte non ci riuscirai ma a poco a poco le cose cambieranno. devi solo iniziare. un abbraccio fortissimo, piu’ forte del dolore che provi. PIU’ FORTE.

    "Mi piace"

  115. Ciao DM, anche a me piacciono i Cugini di Campagna, quindi…tranquilla. Amo tutta la musica, purché sia buona. Il mio repertorio con la chitarra è tutto anni sessanta e settanta.
    Sono stato tutto il giorno in giro, sul lago di Garda, dove alcuni amici hanno una casa. Insomma, in compagnia, infatti sono rientrato da poco.
    Per la gita, non posso perché quel giorno sono ad un matrimonio, a Viareggio; sarà per la prossima volta.
    Per Giò: la promozione del tuo libro, puoi incominciare a farla, inizialmente, dal tuo sito, rendendolo più dinamico, meno celebrativo e soprattutto referenziandolo sui maggiori motori di ricerca: google, yahoo, ecc.
    Proponi a qualche sito che conosci, (comune, associazione, palestra, blog, …) l’inserimento di un tuo banner, dove pubblicizzi il tuo nuovo libro. (puoi scambiare il favore, mettendo dei banner pubblicitari nel tuo sito…)
    Iscriviti e partecipa a qualche forum, anche di argomenti generici, può esserti utile. Il famoso passa parola, potrebbe incominciare da li.
    Un filmato su YouTube, non necessariamente legato all’argomento, magari spiritoso, potrebbe essere un’altra mossa; insomma, la promozione deve tener conto di tanti fattori, tutti mirati ad ottenere in breve tempo dei risultati. Tieni comunque conto del fatto che la cultura paga poco e se vuoi ottenere dei risultati, devi poterlo fare catturando nel più breve tempo possibile l’attenzione dei tuoi futuri lettori: per esempio i giovani.
    Se mi viene qualche altra idea nel frattempo, te ne parlerò.
    Adesso casco dal sonno.
    Notte e…a domani.

    "Mi piace"

  116. Ciao ragazzi, vi lascio due giorni e ritrovo di tutto: poesie, crisi lavorative, pubblicazione di nuovi romanzi…caspita!
    Grazie, Artù, per il “simpaticissima”:in realtà, noon ti sto affatto guardando corrucciata, ma dò libero sfogo alle pulsioni dialettiche!
    Io, due gorni di pioggia torrenziale e acqua alta a Venezia, che però è sempre bella; una mostra bruttina (Venezia e l’Islam) e una bellissima (i Mongoli, a Treviso);camminate selvagge e tanto treno. Oggi, domenica, pranzo in famiglia (c’era un ospite, e mia madre ha superato se stessa! Non potevo mancare, poveri voi che non c’eravate….). Poi lavoro, quello non fatto venerdì e sabato (ce dovessimo divertì troppo…). Visita inaspettata di DM in giro per shopping con Antonella (carina e simpatica, quei fessi dei suoi colleghi e superiori dovrebbero stravedere per lei). ANTONE’, L’HAI TROVATO IL PIUMINO? Spero di sì!
    E poi, pizza con Tu Sai Chi e figlietto, che oggi è con papà. Perché? Perché, dopotutto, mi fa piacere ritrovarmi in quella che era la mia famiglia di elezione. Bah. Mi cerca, non vuole che me ne vado, mi ricorda che tempo fa gli ho detto che non lo rivorrei manco dipinto, e fa l’aria di rimprovero. Poi però dice che al momento “vuole la varietà”! E si ricorda ogni tanto all’improvviso della tizia x cui mi ha lasciato e che ora ha lasciato xké lei non valeva, e la ficca nel discorso per dire che gli dispiace…Perché mi scelgo questo? Non lo so. FOrse xké intanto lo vedo, sento dove va, dove andiamo tutti e due. Boh.
    Buona settimana!

    "Mi piace"

  117. Secondo me ti fa un favore quando ti dice che “vuole la varietà”, perché, soprattutto data l’età del venerando, ti permette di stimarlo zero spaccato. Che è importante per dimenticare una persona. Il piumino l’abbiamo trovato.
    X Antonella: brillare…. chiederò al Signore quando accende le stelle di includerci anche me… anche se quando prego generalmente non chiedo per me… con tutto quello che succede nel mondo mi sembra che questi problemi non raggiungano quella dignità: ma quanto si sta male…

    "Mi piace"

  118. CIAO ! ci sono anche io…..non ho tempo per respirare oggi. non ho letto i vs commenti, ma ci sono. AIUTO….perchè bisogna correre correre correre……
    ps: mi sono innamorata….eh si…..anche se il pelato nn si smuove. ma penso di invitarlo a cena mercoledi.

    "Mi piace"

  119. Anche da me giornata di fuoco. Auguri per mercoledì, metticela tutta, vagli ad aprire in baby doll, preparagli una cena a base di ostriche e champagne, fagli trovare un flacone di Viagra sul comodino… e se non funziona neanche così, comincia a pensare che il tuo problema sia che non ti chiami Giuseppe….

    "Mi piace"

  120. ho bisogno di un consiglio: invito il pelato a cena o no? e poi, come faccio l’invito? per mail, sms, telefono….
    io mi voglio buttare. o la và o la spacca………….

    "Mi piace"

  121. Sabato sera, ho visto un film, “ Il mio miglior amico”.
    Il protagonista si accorge all’improvviso che, di tutti gli amici che frequentava, nessuno era realmente il suo migliore amico, perchè nessuno era veramente in grado di fare qualcosa di speciale per lui, indipendentemente dagli interessi, o dalle convenienze reciproche. Quando poi scopre di averlo finalmente trovato, delude profondamente le sue aspettative. Non aveva capito che l’amicizia era tutt’altra cosa.

    L’amicizia…e, discutendo tempo fa con un mio caro amico, gli dicevo:
    …si puoi dire, onestamente, di provare un sentimento di amicizia uguale nei confronti di tutti?
    L’amico mio del cuore è sempre nei mie pensieri, nel bene e nel male, ho accettato di lui le sue prerogative negative, ho apprezzato di lui la sua parte migliore. Con lui condivido alcuni miei pensieri nascosti, alcune delle pene che mi affliggono, momenti gioiosi e spensierati, litigo, discuto, mi arrabbio, ma allo stesso tempo, rido con lui e ci sto bene.
    Gli altri amici, sono ugualmente amici, provo dei sentimenti diversi nei loro confronti, anche con loro condivido molto ma, solo in maniera “più spicciola”, meno profonda e, non potrebbe essere diversamente, o per lo meno non è sempre possibile il contrario.
    Forse siamo inclini a trasformare le nostre necessità di dare ma soprattutto di avere affetto, in moneta sonante, però mi concedo un forse grande quanto…
    Forse, forse, forse…
    Per quanto mi riguarda, non do disponibilità per pretenderla, non do comprensione e amore per riceverlo. No, non lo credo assolutamente. Sono disponibile indipendentemente da tutto questo; gli altri, è un loro problema.
    Nell’amore c’è egoismo, può darsi, ma allora, vogliamo ammettere che un po’ di sano egoismo non fa poi tanto male?
    L’unica cosa che chiedo è chiarezza e, quando non l’ottengo, ne traggo le dovute conclusioni.
    Ho imparato ad accettare le persone per come sono e, se decido di “viverci” insieme, vuol dire che va tutto bene. Ho avuto tanti amici nella mia vita, ma, sono solo pochi che ricordo veramente con affetto.
    Vogliamoci tutti bene…che grande fesseria!!!

    Ripeto, rispetto e considerazione, lo dono a tutto il mio prossimo.
    Rispetto, amore, devozione, lo dono, ahimé, solo a pochi.
    Capiamoci, la meritocrazia non centra un bel niente.

    Caro AMICO, (ho concluso…) del cuore, dell’anima, di quello che vuoi tu, per te, per voi, Annamaria e Francesco, non riuscirei a provare dei sentimenti uguali a tutti gli altri…
    Non siete diversi, né migliori né peggiori, siete voi e nei miei pensieri c’è un cantuccio riservato che vi appartiene.
    Impariamo a comunicare, anche a dirci come stanno realmente le cose, senza paura e senza pudore.
    Se per te è diverso, pazienza; quel cantuccio rimarrà sempre e nulla potrà portarlo via.
    “Io sarò per te, una volpe uguale alle altre. Ma, se tu mi addomesticherai, noi avremo bisogno l’uno dell’altra. Tu sarai per me unico al mondo, io sarò per te unica al mondo.”
    Il piccolo Principe

    Ed è poi così che finisce la storia di quel film.

    ***x Very: gli inviti si fanno esclusivamente per telefono…segui i saggi consigli della nostra DM, vedrai che questa volta la và! ***

    "Mi piace"

  122. Che buffo, mentre leggevo il tuo commento, mi veniva in mente proprio quella frase de “Il piccolo principe”… aspettavo di finire la lettura per citarla nella risposta, poi mi hai preceduto…

    Io sentii questa frase per la prima volta durante un corso sull’affidamento familiare: in quel contesto fu ancora più toccante.

    "Mi piace"

  123. Però le parole che avevo scritto al posto di “arrabbio e fesseria” erano molto più incisive…ammettilo.

    ***vogliamo dedicare questo commento a questo “Angolo delle Chiacchiere”?

    "Mi piace"

  124. Qualche giorno fa ho scritto una cosa sull’amicizia vi metto il link
    http://raccontidelcuore.wordpress.com/2007/11/02/lamicizia/
    In realtà in questo periodo sono un po’ deluso dall’amicizia, ma forse è quello il momento in cui pensare a quante attenzioni tu hai dato agli amici a quanto concime, per ritornare a quello che avevo scritto hai dato, a quante volte hai innaffiato. Forse è cosi.
    Ma comunque ciao amici ormai voi state dormendo mentre io sono qui e vi penso.

    "Mi piace"

  125. Caro Giò, devo dire invece che l’amicizia, nella mia vita, va a gonfie vele. Forse da bambina e adolescente non era così, ma adesso veramente devo dire che gli amici sono la mia ricchezza, e non mi ricordo “pugnalate” (qualche inspiegato allontanemento sì, ma pugnalate no). Devo dire però che io sono poco permalosa, rispetto la diversità, se c’è qualcosa che non mi va giù affronto la persona e le do possibilità di replica. Non lascio che l’amicizia venga rovinata dai malintesi, dalle chiacchiere, dalle diversità di vedute.

    "Mi piace"

  126. Questa sera per cena: pasta al forno con le melanzane fritte (se le trovo…), uova sode, ragù di carne, formaggio emmental, prosciutto cotto a dadini, olive nere, qualche cappero, tanto basilico e, per finire, una sformaggiata di parmigiano.(la pasta deve essere assolutamente corta, tipo maccheroncini…deve cuocere nel forno per circa dieci minuti, con la parte superiore un pò croccante…).
    Il commento che avevo fatto per il Natale, mi ha fatto venire voglia di cose sicule (dimenticavo, peperoncino…).
    Ogni forchettata di questa delizia, la dedicherò a tutti voi, (egoistoni, e lo dico a tutti quei 145 che leggono e non scrivono mai, non mi dedicate mai neanche una semplicissima moussina di cioccolato, che “a me mi ci piace” tanto…).
    Bye, bye!

    "Mi piace"

  127. x Arthur… meno male che la distanza non ti permette di attentare alla mia linea! Per quanto riguarda gli scopofili (maligni, prima di pensare a quello cui state pensando, verificate sul dizionario!)… dicevo, per quanto riguarda i guardoni di questo sito, che sono sempre in aumento (testimone Antonella, cui ho mostrato come funzionano le statistiche), ormai mi sono rassegnata al fatto che alla maggioranza piace più leggere che scrivere. Comunque per noi è un piacere che ci leggano, quindi bene la dedica della pasta al forno!
    x Giò: delizioso il tuo diploma (messaggio agli scopofili: andate sul blog di raccontidelcuore, e date un’occhiata!)
    x Cinzia e Antonella: grande cambio di look, sto iniziando a “portare le gonne” (per gli scopofili: leggetevi il mio post “Donne con le gonne”)
    x Very… sstt, zitti tutti, è intenta a cucinare… Un consiglio: non lo fare mangiare troppo, altrimenti… capisci a me… altrimenti poi ronfa! (Ma non sarà stata una cena sovrabbondante il motivo dell’ultimo ronfamento? )
    Ciao, amici miei, a rileggerci!

    "Mi piace"

  128. x arthur : cavolo e se non fossi stato assonnato cosa avresti consigliato a gio’ ?!!!!

    x citynd : grazie per i complimenti, se vuoi puoi continuare, non essere avara !!!!! anch’io ho avuto una buona impressione di te e un senso di familiarita’ quando sono entrata. abbiamo sicuramente qualcosa in comune pensa che dal blog mi sembravi quella piu’ distante da me. il the’ era buonissimo, la compagnia altrettanto, se poi ci metti anche le famose uscite di DM ! mi ha fatto morire dal ridere con le uova e la rete del letto. caro arthur, i corridoi delle case non sono piu’ quelli di una volta !!!!
    x very : a che punto siamo ? ci diamo una mossa ? scherzo ! dai prendi l’iniziativa , non farti problemi. invitalo per telefono, fagli capire che ti fa piacere passare una serata insieme, diglielo nel modo piu’ tranquillo possibile, mettilo a suo agio e vedrai che verra’. come ti vesti ?
    p.s. x cytind ho comprato un piumino bianco , corto, delizioso, devo presentarti la signora del negozio, e’ simpaticissima.
    bacioni a tutti, ora vado sul sito di gio’ che non ho mai visto. a proposito, non me ne vogliano tutti ma le maiuscole sono una palla. non scrivo in carattere maiuscolo perche’ mi sembra un po’ da megalomane. ciao

    "Mi piace"

  129. Very sta andando forte… si è fatta avanti e lo ha invitato a cena: le ho solo consigliato di non eccedere con il cibo, visto che la “ginnastica” a stomaco stracolmo non viene bene… assaggini, come si usa nei ristoranti chic.
    A proposito, Very, un altro consiglio: se pensi che il problema sia un po’ di timidezza, usa il sistema che SPESSO usano loro con noi… un bicchiere in più di un buon vino, quanto basta per rilassarsi e allentare i freni… e se non basta neanche questo… la bottiglia di vino dagliela in testa, almeno dorme senza ronfare! Fanc… il pelato!

    "Mi piace"

  130. Ciao Giò! Niente feste, io e Antonella eravamo andate in giro per spese e ci trovavamo nella zona di Cytind: l’abbiamo chiamata e ci ha invitato a prendere il tè da lei, e quando le amiche si incontrano, è sempre una festa! E ti abbiamo pensato, e lo sai, perché abbiamo provato tanto a chiamarti e non eri raggiungibile: proprio in quel momento dovevi cambiare la cover del telefonino??? Sgrunt e doppio sgrunt! Antonella ieri è venuta sul tuo blog, ma le si visualizzava male, è solo per questo che non è riuscita a scrivere commenti: non piangere Giò!

    "Mi piace"

  131. buongiorno….stasera è la grande serata….NEL SENSO CHE IL PELATO VIENE A CENA DA ME….! il tempo non è d’aiuto. fuori piove e fa freddo. ed io non ho neppure fatto la spesa…e poi devo fare un giro in università per la tesi….mi sa che stasera dalla stanchezza ronfo io.
    Antonella penso di mettermi un jeans ed una maglietta. o al massimo un abitino in lana comodo. niente di scollacciato, niente di provocante…..sarebbe come lanciare il messaggio ” eccomi qui – sono pronta” e io non voglio questo…..nooooooooooo……..!!!!!!(pinocchio ).
    scherzi a parte, ho voglia di abbracciarlo e basta. e forse dirgli che mi piace. punto –

    "Mi piace"

  132. Ma insomma!
    Qui, tutti pensano a tutti e, a me chi ci pensa?
    Sarei leggermente, ma solo un pochinetto, ma che dico, appena, appena un ciccinino, giusto per non essere da meno, gelosetto. Un calimero piccolo e nero e, anche un pò spelacchiato…(da non confondere con pelatino…)

    Sic!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    ***x DM: non ti sfugge proprio nulla…la tua accoglienza, mi fa molta tenerezza***

    ***x DM: quanti bei consigli che dai alla Very, vedo che te ne intendi!***

    Buona giornata a tutti!

    "Mi piace"

  133. Ma se sei il più gettonato del blog! Stai facendo più strage di donne tu di quanto io non ne stia facendo di uomini!
    *** Siamo tremendi, no? ***
    Sei stato definito “mitico” e “grandioso” da donne “fascinose”… d’altra parte, se Giò ci dà il suo numero e tu no…. come si suol dire, le cose impossibili le facciamo subito, per i miracoli ci stiamo attrezzando!

    "Mi piace"

  134. questa mattina leggendo la ricetta di pasta al forno di Arthur mi è venuta una voglia di mangiarla…..e non riesco ad uscire neanche in pausa, così almeno colmo il mio desiderio di cibo con una brioche, in quanto manca la capa vera e perciò la capa la faccio io…( e non mi fido di lasciare i colleghi da soli ). …

    "Mi piace"

  135. Ma avresti mangiato la pasta con le melanzane per colazione!?!?!? E poi… che vuoi che facciano i tuoi colleghi per cinque minuti senza di te, mica sono bambini del nido! Al massimo leggeranno “L’angolo delle chiacchiere” e si piegheranno in due dal ridere!

    "Mi piace"

  136. Mi sa che la tecnica per avere piu fascino in internet è la riservatezza. Forse ho fatto male a pubblicare le mie foto sul mio blog.credo che le toglierò cosi si dà più spazio alla fantasia e al feeling naturale che si crea tra le persone.
    .. Very mi sa che qualsiasi cosa tu ti metta sarai bellissima e il tuo “pelatino” come lo definisci tu ti mangerà di sguardi, di pensieri ecc…

    "Mi piace"

  137. Per Very: visto che hai apprezzato la mia ricetta, lti suggerisco un secondo appetitoso e semplice per la cenetta con il pelatino. (ovviamente una ricetta siciliana, esattamente della provincia di Messina…). Amata terra mia!

    Braciolette di Pesce Spada al forno.
    Ingredienti:
    Pesce spada a fettine sottili (leggermente più grosse del carpaccio…) kg. 1, pangrattato gr. 200, capperi gr. 50 prezzemolo un mazzetto, formaggio pecorino grattugiato, foglie di alloro secche, olive verdi snocciolate, olio, sale, pepe.
    Preparazione:
    Condisci il pangrattato con i capperi tritati, le olive snocciolate tagliate a piccoli pezzettini, il prezzemolo tritato, il formaggio, un pò d’olio. (l’impasto deve essere ben amalgamato e un pò, leggermente “unto”)
    Lava le fettine di spada, togli la pelle e mettile su di un piano, versa su ciascuna di esse un cucchiaio raso di pangrattato (composto ottenuto).
    Arrotola le fettine su se stesse (come fossero degli involtini…) ed infilale in uno spiedino, alternando con delle foglie di alloro.
    Riponi il tutto in una teglia da forno, bassa, spennella con olio, sale e pepe e metti nel forno ben caldo il tutto per circa 8/10 minuti (attenzione alla cottura…). Servi ben calde con contorno a piacere.

    Buon appetito e…per dopo, speriamo in bene.

    ***x DM: io sono tremendo, tu sei tremenda (tanto, tanto…), noi siamo tremendi!***

    ***a proposito, sono ingrassato di tre chili!***

    "Mi piace"

  138. x Very: gongolarsi = bearsi, nel senso che secondo me si sta godendo lo stato d’animo scaturito da tutti i complimenti che gli sono stati fatti.
    Comunque segui i suoi consigli, sia per l’abitino che per la ricetta: mi sembrano ottimi!

    X Arthur: allora ci compensiamo, io sono dimagrita: dieta infallibile! (v. commenti 110 e 112)

    "Mi piace"

  139. è il mio piatto preferito! grazie, Arthur! non sai che regalo mi hai fatto……..è tipico messinese come piatto ma l’ho mangiato anche a Catania….
    corro alla coop questo pomeriggio e il secondo sarà fatto!!!!

    "Mi piace"

  140. l’ho appena sentito…….il mio splendido pelatino! scusate se sono monotematica. è l’ammore….ehi, Arthur, manco il pelato è polentoone…ha origini sicule!
    dm ti voglio bene

    "Mi piace"

  141. Caro Giò, devo mettere anche la mia foto? Ma, in fondo, tranne te, gli altri non li conosco neanche io dal vero e quindi…Immagino che DM, Antonella, Cinzia, Veronica, siano delle bellissime donne, lo sono dentro e quindi, non possono che esserlo anche fuori.
    Comunque, mi descrivo: sono tanto piccoletto, ho circa 82 anni, mi manca un braccio e da un occhio non ci vedo più. Dimenticavo, ho tutti i miei capelli.
    Così va meglio?
    Caro Giò, non è una foto che può farti sembrare più o meno bello o misterioso; è ben altro.
    Quindi, lascia pure le tue foto, se ci sarà l’occasione, un giorno forse ci vedremo tutti insieme, pelatino compreso e, quel che abbiamo capito o apprezzato dell’altro, ci resterà comunque dentro.

    "Mi piace"

  142. x Giò: Caro Giò, a me il fatto che tu abbia messo la foto ti rende più familiare: è anche per questo che non ci sono rimasta troppo male quando è successo quell’ “incidente” (cose nostre…).
    E poi, che te ne fai di una che riesci ad affascinare solo perché non ti vede? Finché si scherza si scherza, ma cerchiamo di essere affascinanti per quello che siamo, non per quello che gli altri possono sperare che noi siamo, rimanendo poi delusi dalla realtà (e ci si scotta…)
    x Arthur, se hai una mamma di 82 anni, è difficile che li abbia anche tu: se la matematica non è un’opinione… o la genetica…
    Pochi commenti fa hai detto che sei spelacchiato, e in termini di pochi minuti sono ricomparsi tutti i capelli? Dai la ricetta al pelatino di Very… (anzi no, non gliela dare, a lei solo pelati piacciono!)
    *** all’occhio materno de DM nun je sfugge gnente! ” ***

    "Mi piace"

  143. Scusa, ma non volevo polemizzare con Giò.
    E’ vero, non ne ho 82, di anni ma, 28. Tornano i conti?
    Per spelacchiato intendevo: con poche penne…
    Sul fatto che non ti sfugge nulla ( g): è per questo che mi piaci.
    Sul fatto che mi gongolavo: è vero, d’altronde tu metti in pratica la morale di quella storiella che ho raccontato nel commento n. 133 ed io, mi gongolo.
    Sul fatto che sono ingrassato tre chili: sono i complimenti.
    Sul fatto che siamo tremendi: mi sa che, in questo blog, tutti. (scrivani e non…)

    E, per non essere da meno: è un piacere stare con voi. (ovviamente tu, la nostra padrona di casa, sei in cima alla lista…)

    ***x Very: vai alla grande e, attenzione, ai siculi piace dominare…***
    ***x Very: le braciolette devono essere cotte ma non croccanti. Attenzione alla cottura. I miei 8/10 minuti, sono in funzione della grossezza della fettina e del tipo di forno. Regolati a occhio, il pesce spada deve rimanere morbido. Volendo puoi, dopo la cottura, quando le servi in tavola, ungerle con “u sammurigghiu”, in versione condimento per dopo: olio, succo di limone, un pò di acqua tiepida, prezzemolo, sale pepe. Mescola bene il tutto, lascialo riposare almeno un’oretta e dopo, delicatamente, versi qualche cucchiaino dell’intingolo sulle braciolette, nel piatto. E’ una delizia.
    Arinboccaallupo!

    "Mi piace"

  144. il pelato è peloso su tutto il corpo….immaginati se gli crescono pure i capelli…..
    ho comperato il pesce spada –
    deciso il menù: veloutè di zucca con crostini ( o più volgarmente zuppa di zucca) e come secondo insalatina con bracciolette di pesce spada di Arthur….( domani ti dirò se hanno funzionato). lo so che la zuppa non si sposa che il pesce, ma sia io che il pelato non mangiamo carboidrati di sera…
    si, un giorno sarebbe bello conoscervi tutti. non si sa quando e come, non si sa dove, ma sarà un bellissimo momento. e potrò dire finalmente “grazie” di persona a DM per tutto l’affetto e sostegno che mi ha dato nei momenti difficili……e poi magari vi presento il pelato.

    "Mi piace"

  145. crepi il lupo….
    mi sento come una adolescente al primo appuntamento!!!!!
    ora vi saluto, perchè devo scappare in università. e poi ai fornelli!
    un bacio a tutti

    "Mi piace"

  146. Comunque, tanto per farti ingrassare un altro chilo, io e una dei lettori silenti, quando ancora non ci avevi detto di tua madre e giocavamo al totoetà, abbiamo stabilito che tanto giovane non potevi essere, per una sorta di saggezza che spesso si intravede…

    *** non è il neon, è l’esperienza ***

    "Mi piace"

  147. x Arthur, commento n. 199: no che non credo, ti volevo provocare…

    *** Goal! ***

    x Very, per forza conosceremo il pelato, saremo testimoni di nozze e damigelle, dove te lo nascondi?

    *** quando si è innamorati si è sempre adolescenti… e terribilmente sprovveduti… esperienza fresca fresca… ****

    "Mi piace"

  148. VAI VAI VAI VERY! Sta per scattare l’ora x! Non cucinare troppo, a me mi hanno sempre fregato massaie incapaci ma che dicono: io non so fare niente, tu quanto sei bravo!!
    Bene il vestitino di lana, importante UNO STRATO SOLO, facilmente sollevabile, e poi PELLE E BASTA. (magari è concesso un reggiseno non imbottito, di quelli che si vedono i puntini, ma non la maglietta!!) Meglio se con bottoncini davanti, facilmente slacciabili. Gonna, non pantaloni.
    Magari fatti un sonnellino, così non sei stanca. E prenditi una camomilla, così non sei nervosa…
    E, che scherzi? Il tempo piovoso e freddo è galeotto quanto mai! Non lo sai che “quam iuvat immites ventos audire cubantem, et dominam tenero continuisse sinu”? Se a Tibullo piaceva tanto ascoltare il vento scatenato stando a letto e stringendo il morbido seno della sua donna , non vedo perché no anche al pelatino! In bocca al lupo, ti penseremo.

    "Mi piace"

  149. Per… Very che bello, ti invidio un pò, non che vorrei un pelatino anche io, a me i pelati non piacciono nemmeno in scatola, preferisco la passata.
    Ma perchè i primi momenti sono sempre i più belli.
    Goditeli tutti, goditi tutte le emozioni, io di solito quando provo una emozione bella, importante, la fotografo, fotografo un momento con i colori se c’è il sole memorizzo la sensazione del sole sulla mia pelle e poi ci metto gli odori, i suoni, ecc e l’archivio in un posto sicuro nel mio cuore e la tengo lì per sempre.
    Alle volte se sono triste, chiudo gli occhi, mi rilasso e vado piano piano a riprendere la foto, guardo i colori, sento gli odori, sento le parole, le musiche sento l’emozione che provato sento le senzazioni che ho provato e poi dopo un pò la rimetto dentro al cuore, ma so che lei è lì e lo sarà anche nei momenti difficili, la mia foto mi accompagnerà con le emozioni che ho provato in quella occasione per sempre nel mio cuore.

    "Mi piace"

  150. Ma pensa come passano il tempo le “nostre signore”!!!
    A questo punto, neanche sotto tortura saprai la mia età…
    E poi, sei sicura che con il passare degli anni si diventa più saggi? Ho conosciuto tanti quarantenni, cinquantenni e sessantenni imbecilli, con tanto di laurea a seguito e posto di responsabilità.
    Credimi, questa decantata aureola, è solamente una bellissima lampada al neon, molto brillante, ma solo una lampada a neon. L’unico problema è che, mi sto montando la testa, quindi, trai le giuste considerazioni.
    In ogni modo, una sola delle esperienze fatte, mi ha profondamente cambiato dentro: sapere che morire a ventanni è una grossa ingiustizia, soprattutto quando, come per la mia “figlia”, hai della vita un’idea meravigliosa.
    Grazie, comunque.

    ***viva l’innamorarsi…vorrei fosse già domani per sapere della Very…giuro che se non salta di gioia, vado dal pelatino e lo depilo completamente, come un pollo…***

    "Mi piace"

  151. Commento al commento 203: ma che succede??? Me lo state facendo diventare sconcio ‘sto blog! Cytind! Ma ti sembrano consigli da dare a una ragazzina??? L’ora X sarà quando lui le dirà che le vuole bene, non quando lui … (va be’, insomma, avete capito!). Bellissima invece la citazione latina, memorizzo e me la rivendo!
    x Arthur: ma io non te l’ho chiesta la tua età… già io sono una cerebrale a prescindere, e delle persone ho sempre guardato la testa e il cuore, nient’altro, ma poi, in questo mondo virtuale, siamo puro spirito… puoi avere anche 80 anni, 90… ci importa che tu sia qui con noi, ci piace leggere le cose che ci scrivi. Quindi stai tranquillo, qui niente torture, né ora né mai.
    Hai ragione per quanto riguarda l’età, ma è pur vero che una persona più grande può non aver fatto tesoro dell’esperienza fatta, ma se uno neanche l’ha fatta, non aver imparato nulla è nell’ordine delle cose!

    Per quanto riguarda il montarsi la testa, una sana autostima non ha mai fatto male a nessuno: io, per esempio, mi adoro.

    E comunque (im)morale della storia…

    *** alla tortura avresti resistito, alle lusinghe no ***

    "Mi piace"

  152. Ehi, ma…è maggiorenne very, no? Mica volevo corrompere una minore… giusto riepilogare due o tre frutti di esperienza teorico-pratica per una giovane signora con casa propria che ci invita un signore… del quale ci confida pure che è tappezzato di pelliccia anche là dove non s’immagina! (c’è chi non ama gli orsetti, ma io li trovo graziosi).
    E comunque, insomma, questo è uno che gli ci vuole un litro di alcol dentro, una bottigliata in testa, e vuoi che non sia utile anche una fila di bottoncini pronti a saltare, e un vestitino quanto più possibile impalpabile? ma anche le cannonate, se occorrono!

    "Mi piace"

  153. (segue): Ciao, DM, ciao, Artù! Ciao, Antonella, se ci sei (Antonella-simpatica-e-bella? Tanto per continuare, alla faccia dei tuoi colleghi!).
    Siamo dunque impegnati a indovinare l’età di Artù: mitico re altomedievale, fascinoso e misterioso, va là che abbiamo capito, giovanissimo non puoi essere, vabbé, nessuno è perfetto, neanche io, figurati!!!
    D’altra parte, uno che riferisce una simile ricetta di braciole, antica come il Tempo, magica come la Sicilia di Ulisse, dichiaratamente afrodisiaca, beh, è un Uomo Che Ha Vissuto, e certamente ha fatto tesoro dell’esperienza, almeno quella culinaria! Che ci fai, poi, con uno da hamburger di MacDonald?
    …Mamma mia! ho un colpo di sonno qui davanti al computer, stavo per cadere dalla sedia. Vado a nanna, ragazzi, che se no mi vengono le rughe (non che non ce ne sia nessuna…)
    D’altra parte stasera siete moscetti, non ci siete, possibile che all’1, 04 già siete a letto? Va bene very, che è là dove deve stare, ma gli altri, che diamine, guardate che non è così che si fanno le notti folli. OK, a domani.

    "Mi piace"

  154. buongiorno!!!!! immagino che tutti voi sarete una briciola curiosi a sapere come è andata ieri….
    sono uscita dal lavoro di corsa, ho visto il mio profe in università e poi di corsa a casa…..lui è arrivato alle sette. puntuale. ci siamo fatti l’aperitivo, abbiamo mangiato, parlato, riso e scherzato…..ma non ci ha provato…..NON CI HA PROVATO. capito????zero. abbiamo parlato di famiglia, tradizioni, ex, sesso, lavoro…di tutto . ci siamo fatti due bottiglie di vino. e poi come cenerentolo se ne è andato a casa a mezzanotte….
    hai voglia di curare i dettagli, hai voglia di scegliere l’abito, truccarti bene….quello non ci sta….
    però si è offerto ad accompagnarmi in aereoporto quando torno a casa….è un AMICO….lo so che è triste dirlo….ma per me è “bono” e appetitoso come le braciolette di pesce spada che ci siamo mangiati ieri….
    **** non sono minorenne, ho i miei annetti****
    ps: lo so, poteva andare peggio, ad esempio….che ne so….che lui non venisse….ah, come è dura la vita……..

    "Mi piace"

  155. E di affrontare il discorso che ne pensi? Credo che i tempi siano maturi. Non siamo tutti uguali, con alcuni funzionano i richiami sessuali, con altri no (con me, per esempio, non funzionano: se un uomo mi fa capire che mi desidera io comunque me ne sto sulle mie, anzi, mi arrocco ancora di più, se mi dice che mi vuole bene, o anche semplicemente che con me sta bene, magari mi comincio un po’ a schiudere): a questo punto, senti, io ci parlerei.
    Tanto, peggio di così!

    "Mi piace"

  156. Non lo so…mi ha parlato del suo passato, di storie serie ed avventure. Con me non sta male, ma forse mi vede solo da amica. a volte è meglio un amico che un trombamico…( scusa la volgarità). Mi sento di voler bene a questa persona, comunque vada. Perchè è buono. Buono di cuore. Tutto lì…

    "Mi piace"

  157. Ti ha parlato di storie serie ed avventure, e non sei riuscita a tastare il terreno? “Con me non sta male” mi pare un po’ poco, ma “è buono di cuore” non è cosa che vada liquidata con un “tutto lì”, non è poco!

    "Mi piace"

  158. Cara Very, se mi posso intrufolare tra te e DM, vorrei dirti un paio di cose. E’ andata male, nel senso che ti aspettavi qualcosa di diverso ma, la serata tranquilla, all’insegna delle chiacchiere, un po’ più intimista, con un ottima cena e una buona compagnia, non può essere sufficiente?
    E’ vero che i tempi non sono più come quelli di mia mamma (questo per le signore che insinuano una mia probabile età avanzata…gulp!), oggi si va più in fretta e, io stesso, devo ammettere che spesso ho saltato certi preamboli, ovviamente quando la situazione era già matura ( 24 ore bastano…). (?!!) (…)
    Può darsi che, il tuo AMATO PELATINO, (sto incominciando ad amarlo anch’io…), ha bisogno dei suoi tempi e, se ti ha parlato del suo passato, vuol dire che in qualche modo, vuol renderti partecipe e quindi, le speranze sono BBBUONE.
    Per come sono io, ma credo che gli uomini siano più o meno allo stesso modo, se una donna prende troppo l’iniziativa, mi smonta. Mi piace la conquista, e da scorpionaccio quale sono, la vetta voglio raggiungerla tra mille difficoltà. Il tuo “siculino pelatino”, può darsi la pensi allo stesso modo e quindi, non forzarlo troppo ché, se le cose stanno così, te lo ritrovi fuori dalla porta, prima ancora di rendertene conto. Una donna, deve mostrare tutta la sua femminilità, concordo pienamente con la Cinzia (wow, che descrizione che hai fatto…) ma, questi poveri uomini, non facciamoli spaventare troppo, diamogli un ottimo motivo per farli sentire protagonisti.
    Pazienza, quindi, se son rose fioriranno e, nel caso, non prendertela troppo, ci saranno altre occasioni.
    Un’altra cosa, molto importante, ridimensiona il “tuo sentire” nei suoi confronti, giusto per non avere troppe delusioni.
    Spero vada comunque come vuoi tu, qui tutti tifiamo per te.
    Ma, le braciolette come erano?
    X la Cinzia: sono in pochi che mi chiamano Artù, farai parte di quella stretta cerchia.
    Per quanta riguarda la mia esperienza culinaria, ammetto di essere un cultore della buona cucina, mi piace mangiar bene e mi arrabbio da morire se mi si propinano delle schifezze (oggi è giovedì e vado a mangiare una porcatina da McDonald…però lo scelgo…). Amo anche le cose belle (forse deformazione professionale…), cerco di vivere al meglio delle mie possibilità e non posso fare a meno delle buone amicizie. Esperienza, maturità, boh, so che fin da piccolo, ho sempre respirato la voglia di cose buone e belle, anche se la vita, non sempre mi ha accontentato.
    E se di mitici dobbiamo parlare, come possiamo non considerare la mitica DM, tu, mitica Cinzia, la mitica Antonella e, non per questo ultima, la mitica e tenera Veronica?
    Per tutti gli altri, si mettano in coda, per favore, che adesso devo scappare perchè mi aspetta un bell’amburgerino caldo, caldo…

    Buona giornata a tutti!

    ***Cara DM, appena ho un attimo, ti risponderò…***

    "Mi piace"

  159. grazie per i consigli, le belle parole….chi lo sa come andrà…non ho aspettative. voglio solo continuare a sorridere….e grazie a voi, continuo a farlo.
    un bacio – a più tardi

    "Mi piace"

  160. Per tutta la vita mi hanno che sono diversa dalle altre, e ora Arthur mi dice che sono uguale a loro, tale e quale…. (mitica).
    Scherzi a parte, agli uomini piace conquistare, tu dici no (quando il no è vero, altrimenti si riconosce lontano un miglio) e loro fanno i salti mortali. E poi? Poi che ci fai? Io ho avuto orde di corteggiatori (con buona pace della vicina rosicona che ha commentato “la sora Camilla, tutti la vònno e nessuno la piglia”), proposte di matrimonio a decine (mio marito stesso diceva che i primi tempi cercava di starmi alla larga perché “sapevo” di matrimonio lontano un miglio) e poi? E prima? E durante? Che ci faccio io con tutti questi individui, che in tutta la vita non mi hanno mai tolto dalle mani un pacco della spesa? Che ci faccio io con uno che in tutti gli affreschi che dipinge mette il mio viso, e che non mi ha portato una sola sera a un cinema? Che ci faccio con il compagno di università che, quando ho dovuto interrompere gli amati studi per andare a lavorare, ha continuato scrivermi poesie, ma col piffero che mi ha portato mai gli appunti, o mi ha offerto di studiare insieme? Li ho conquistati perché ho detto di no? e magari avessi detto di sì, almeno me ne sarei liberata. Ci sono donne molto più moderne e disinibite che hanno al fianco uomini presenti e che le aiutano, perché in loro vedono la persona, la donna, e non la preda per cui perdono interesse una volta raggiunta. Non avranno avuto le serenate e i fasci di rose rosse che ho avuto io, ma la sera, quando si mettono davanti alla tv, hanno qualcuno con cui discutere sul programma che stanno guardando. Very, io sono una donna vecchio stampo, ma oggi come oggi la penso diversamente: il rapporto fisico è importante e non ha, come qualcuno crede, lo stesso peso di un panino consumto al fast food, ma un po’ più di naturalezza non guasta per niente. Very al pelatino vuole bene sul serio, per il suo cuore buono, ed è normale che lo desideri: come fa a fare la parte della donzella pudibonda dell’800? (bòne, quelle!).
    Ci volete conquistare? E noi non vogliamo essere conquistate! Vogliamo volervi bene, che ce ne vogliate, percorrere per mano a voi un tratto della nostra vita, possibilmente lungo lungo…
    Il gioco dei ruoli sì, ci piace… un uomo che abbia sapore di uomo… pure dominante, protettivo, magari di quelli che invece di creare i problemi li risolvono… ma a me ‘sta storia della conquista mi ha proprio annoiato tanto: ma tanto tanto!

    "Mi piace"

  161. Ok!
    Alla luce delle cose dette dalla nostra cara mitica (di più, molto di più…) DM, visto lo svilupparsi degli incresciosi eventi, ahimé, dico e sottoscrivo quanto segue: datemi il pelatino che, prima lo depenno dagli archivi storici dei siculi che contano e poi lo spenno come un pollastro. (pelo per pelo…godo solo al pensiero.)
    E, se come certe voci di corridoio insinuano, la Very è una tenera, accogliente, fascinosa e bella donzella, dopo la seconda serata andata buca, mi vergogno di essere, prima ancora che uomo, maschio.

    *** “Ma, chi ‘ssemu omini o caporali?”***

    "Mi piace"

  162. Cara Very, secondo me non è andata poi così male. Debbo rifletterci, ma potrebbe anche essere andata bene, benissimo: concordo con arthur 1a risposta (non 2a). Magari il pelatino potrebbe anche reagire così perché sente tira aria di storia maledettamente seria, da affrontare con tutti i riguardi…
    Comunque, mio padre si è innamorato di mia madre (anche) in connessione con certi cannoli siciliani che lei gli ha fatto UNA SOLA volta, all’inizio della loro storia… Perché le braciolette non potrebbero altrettanto?
    Oggi da fare disperato, se ce la faccio ci sentiamo dopo.
    Sursum corda!!!

    "Mi piace"

  163. Questa volta, a quanto pare, il solitario notturno sono solo io..
    Paz….!
    Cytind, l’unica nottambula del blog, insieme a me, dove sei?
    Vabè, passo in punta di piedi a darvi la buona notte…
    SSSSSSSSSS!!!

    "Mi piace"

  164. Cytind c’era, come vedi, è la padrona di casa che ieri è andata a dormire prima delle 8…. ero distrutta. In seguito a “voi sapete cosa” sono stata un mese senza dormire… e poi, quando in un un modo o nell’altro è finita (nell’altro…), sono rimasta soprattutto con tanto bisogno di dormire.
    x Giò: l’albergo NON me lo hanno confermato, ieri Antonella si sarebbe attivata ma non mi ha fatto sapere niente… Ti aggiorno in pvt. Buona giornata a tutti!

    "Mi piace"

  165. Ma qui, quanti siciliani o oriundi siculi ci sono?
    La mamma di Cytind con i cannoli siciliani, Very con le leccornie Catanesi, il pelatino con la pelliccia di trinacria importazione…insomma, volete togliermi anche questo primato?
    Uffi, uffisimamente UFFA!!!

    ***cara DM, noto che almeno tu, riesci a vedere l’alba…***

    Buona giornata a tutti!

    "Mi piace"

  166. … stesso lavoro di Antonella, colleghi della stessa tipologia…
    Io invece sto passando un periodo particolarmente fortunato da quel punto di vista, capo e colleghi che a dire meravigliosi è dire poco!

    *** Mica può dire sempre sfiga! ***

    "Mi piace"

  167. mi viene un cliente al lavoro, e mi chiede se gli posso assumere suo fratello come domestico , in modo tale da farlo venire dal Pakistan…..
    ero abituata a proposte indecenti, inviti a cena, inaugurazioni, ho ricevuto cioccolatini e fiori dai clienti, ma fare da garante per il sig. pakistano mai….
    e poi il tizio mi fa ” se ti piace te lo tieni anche a casa…..”
    aiuto….

    "Mi piace"

  168. ‘sto povero HUSSEIN è ANCHE UNA BRAVA PERSONA……ma da qua ad assumere il fratello…..
    no Arthur, non so se è peloso o pelato…..so di sicuro che sa di aglio, come il suo fratellino, e non di buono come il pelato…..
    che bello, domani non si lavora. andrò in palestra e poi dovrò lavorare per un altro impegno che devo portare a termine a Gennaio 2008. Domenica vado a casa di un amica e poi dritte allo spaccio di intimissimi a rifarci di completini, calze, pigiami a prezzi di costo. non vedo l’ora di fare shopping!!!!!

    "Mi piace"

  169. x Giò… è autunno…
    x Very: e per un po’ di puzza d’aglio, che vuoi che sia!

    C’è chi segue la corrente di pensiero: l’omo ha da esse omo, l’omo ha da puzza’!

    *** magari la notte non ronfa ****

    "Mi piace"

  170. x Giò: l’idea non è male, anzi…quando s’incomincia? Potrei darle lezioni di chitarra…imparare a cantare “E VUI DURMITI ANCORA” in pakistano…cercare di farmi abbassare la pressione, con impacchi di aglio…
    x Very: un bel completino per il pelatino?!!
    x DM: sfrugugliamo, sfrugugliamo…

    ***ancora x Very: sentirti dire che il pelatino sa di buono, mi fa tenerezza…a quando il prossimo incontro?***

    ***ARIBUONPRANZO***

    "Mi piace"

  171. DM per me è sempre primavera, sia nel mio cuore, che nei miei pensieri e per i miei ormoni anche .
    Arthur ha sempre ragione
    Very veniamo io e Arthur durante la prossima cena che farai con il pelatino e gli facciamo vedere cosa deve fare .
    Vedrai che capisce e impara.

    "Mi piace"

  172. Giò anche per me è sempre primavera… (il “suo” soprannome, ricordi?)… e gli ormoni…

    Sstt, qui siamo in pubblico, e io sono una brava bimba!

    A Vero’, gira che ti rigira l’offerta di aiuto degli uomini si riduce sempre a un’unica azione: fagli trovare una bambola di gomma… (ad Arthur e Giò, intendevo!)

    "Mi piace"

  173. Questa volta mi dissocio, anche perchè la gomma mi è un po’ indigesta.
    Proporrei, però, di cambiare discorso, perchè la nostra Veronica, che ormai è diventata l’argomento delle nostre dissertazioni, potrebbe arrabbiarsi e…nel caso, sarei anche d’accordo con lei.
    Very, perdonaci e, anche se non ti conosciamo di persona (io perlomeno…), ti vogliamo già bene. (TVB)

    "Mi piace"

  174. Giovanni, il pelatino non ha la primavera negli ormoni probabilmente….a volte penso che magari gli piacciono le super magre. …ed io non sono semi anoressica, ma ho le mie belle curve. la sua ex era magra quanto un manico di scopa. la sottoscritta è burrosa, crapfen o semplicemente mediterranea….
    Ragazzi, mi son proprio innamorata….lo so che è un parolone…ma io sono fatta così. Quando vedo una persona, e questa mi colpisce nel cuore, mi fa provare sentimenti…io non ho più occhi che per quella….
    +++DM io muoio al sentire la puzza d’aglio…….
    Lui mi ha colpito per la sua onestà, i valori che porta, l’umiltà. La bellezza del suo sorriso, il coraggio nell’ammettere che anche lui ha sofferto per amore, il suo desiderio di non restare “single” a vita, la fatica e i sacrifici di mettere su casa…è un ragazzo normale, senza troppi grilli nella testa come la maggior parte dei maschi/ femmine della mia generazione…
    dai, Veronica, scendi giù dalle nuvole, e torna a lavorare….

    "Mi piace"

  175. Comunque, tanto per accogliere l’invito di Arthur a cambiare discorso, vi racconto il nostro pranzo:

    Vermicelli di riso
    Ravioli patate e curry
    Anatra in salsa rosa
    Manzo croccante piccante
    Gelato fritto alla crema
    Dolce di cocco
    Liquore cinese presumibilmente all’arancia

    E ora, al lavoro!

    "Mi piace"

  176. Cara Very, pure io di lui mi sono innamorata della sua onestà, i valori che porta, l’umiltà. La bellezza e la contagiosità della sua risata, il coraggio nell’ammettere che anche lui ha sofferto per amore, il suo desiderio di non restare “single” a vita, e del fatto che fosse un ragazzo normale, senza troppi grilli nella testa. Con tanta disponibilità. Mi piaceva la sua irruenza e, sì, anche la sua tenera permalosità…

    *** non mi passa più ***

    "Mi piace"

  177. buon weekend a tutti….il mio sarà frenetico e lontano dal lavoro!!!olè!
    ps: ma certa gente, prima di assumerla, la guardano bene in faccia? io certi colleghi li ribalterei…..CATTIVA!

    "Mi piace"

  178. Ormai, si parla solo d’amore e, le parole sembrano quasi sussurrate, sulle labbra della cara Dm e della nostra Veronica.

    L’amore…ne vogliamo parlare?

    Forse è soltanto un’emozione, non più grande, né diversa, una emozione che si accompagna insieme a tutte le altre.
    Magari soltanto la voglia di condividerla, di vedere riflesso nell’altro, il tuo sguardo, i tuoi brividi…

    E’ l’emozione di parlare o di scrivere semplicemente:

    Ciao, forse è una follia…
    E’ già follia l’averti scritto, ed è già follia l’aver pensato solo per un attimo a qualcos’altro di diverso.
    E’ una follia sapere che spesso sei nei miei pensieri (…).

    Ed è ancora follia non riuscire a dimenticare i tuoi splendidi occhi, quando socchiusi sorridi, quando decisi tu guardi, quando alle volte un po’ tristi pensi a qualcosa…

    Non so come ti chiami …, ma so che quando cammini sei incurante di ciò che ti circonda, che sei molto esigente, almeno così sembra, che per incrociare un tuo sguardo bisogna fare mille capriole (!!!) e, forse anche un po’ curiosa se sei arrivata a leggere fin qui.

    Piacevolmente incuriosita spero, (e, per farmelo capire, potresti infiocchettare la tua macchina con un bellissimo nastro azzurro, colorarla di rosa con tanti pupazzetti saltellanti, o solamente mettere un biglietto bianco sul tuo parabrezza …).

    Ho molto pensato a questa cosa ma, la conclusione è sempre stata la stessa: quattro righe insieme ad una piccola esplosione di primavera e la consolazione d’essere anch’io per un attimo nei tuoi pensieri.

    Certo che avrei potuto trovare un modo più normale per conoscerti, magari con uno scambio di parole, un saluto strappato, uno sguardo consapevole o qualche conoscenza comune ma, considerando il tutto, ho pensato che un po’ di mistero non avrebbe guastato.

    In fondo potrebbe essere un gioco, il desiderio di condividerlo con te, la voglia di farti sapere che “ io mi sono accorto di te ” (…e se ti guardo, mi chiedo sempre che vita fai, se sei alla ricerca di qualcosa o semplicemente l’hai già trovata….).

    Devo decidere cosa fare (è la prima volta…ci sono troppi se e troppi ma, ed è il motivo per cui ancora non ti ho personalmente detto ciò che penso…), ma soprattutto decidere se tutto ciò “è giusto”, se è giusto entrare con prepotenza nella tua vita o…comunicarti semplicemente i miei pensieri.

    Sono sicuro che non mi può bastare.

    Forse è una follia! (…)

    Quel foglio bianco sul cruscotto, sarà come un cenno, uno sguardo inaspettato, più intenso e penetrante, un brivido inconsapevole e al tempo stesso un “ Evvai ”, la voglia di sentirti raccontare e, di guardarti mentre che lo fai.

    Sei sempre di più nei miei pensieri e adesso, forse (…) (lo sono anch’io nei tuoi…).

    E domani o forse dopo, sempre che tu riesca ad accorgerti di me, potrebbe anche succedere di incontrarci casualmente, di scambiare due parole e seduti davanti ad una tazzina di caffè, anche se non sai che sono stato io a dirti alcune cose, lascerò che tu scopra un po’ alla volta ciò che avrò ancora da dirti…

    Ebbene, vuol dire questo innamorarsi?

    Probabilmente si, accorgerti che è alla donna di tutta una vita, che vuoi dire queste cose, così, per gioco, o solo per amore…

    ***Ciao, ciao!***

    "Mi piace"

  179. sono ancora in ufficio …quella cosa su ” la ns azienda li assume….” bèh ora lo attacco nel mio ufficio………dovevo essere in giro ora, invece sto aiutando la scema a quadrare…..ma vaff******

    "Mi piace"

  180. Ce l’ho fattaaaaa !!!! finalmente mi sono collegata anch’io !!!! Se becco il rumeno della telecom ce lo attacco al palo ! Cavolo mi sono persa un sacco di cose divertenti . E’ sempre un piacere tornare nel salottino insieme a voi.
    x gio’ : ho un problema di visualizzazione dei caratteri,
    (strano eh ?, qui a casa mia funziona tutto cosi’ bene) o meglio, i caratteri si vedono troppo perche’ sono enormi e si sovrappongono ai tuoi testi. Devo risolvere anche questo. a proposito, ma tu non eri quello sdolcinato ? Che c’entra la pakistana con l’idea che mi sono fatta di te ?
    x very: sbaglio o quando rimaniamo deluse e’ perche’ non abbiamo chiaro cosa vogliamo? se vogliamo sesso sappiamo come prenderlo, se vogliamo parlare sappiamo come farlo, ecc… ecc…. a volte alcuni hanno semplicemente bisogno di tempo. non tutti si lasciano andare subito . a volte si scoprono lentamente. Devi solo capire se ti piace quello che scopri di lui nel rapporto mentre lo sperimenti.
    x cytind : tu si che la sai lunga !!!! vedi il senso di familiarita’ !!!!!
    x DM : tvb . smack. non e’ per fare la ruffiana ma ti ho trascurata un po’ oggi , vero ? domani ci sentiamo con calma.
    bacioni a tutti, ora vado a fare un po’ di coccole ai miei cani… in realta’ sono io che ho voglia di loro !

    "Mi piace"

  181. Ciao Anto e si io sono quello romantico che parla di amore, di passione, di emozioni, ma ogni uomo e con uomo intendo sia femmina che maschio, ha varie parti dentro di sé questa è una parte l’altra è quella influenzata dalla primavera e per me è sempre primavera.
    Notte a tutti

    "Mi piace"

  182. Ciao, tutti! Eccomi qua, nella stanza vuota, tutti fuori il sabato sera!Io no, sto qua, schifosissimo w.e. di LAVORO…se sarò proprio miracolosa forse domani ci scappa un cinema… puàh. Non per il cinema, che mi piace assà (senti, Artù, gli echi di Montalbano?l ‘odore di pasta e sarde?), ma per tutto il resto dell’infausto programma. SIGH.
    FOrse è anche quella recente passeggiatina con Voi Sapete Chi, che si mostra carino, anche affettuoso, ma fino a una soglia invalicabile e dura. Che sensazione assurda, tutto quello che siamo, tutto il nostro NOI chiuso fuori dalla porta. Eppure, impensabile dire “non ti voglio vedere”. Non è vero. Però è quello di prima che vorrei vedere in realtà, magari ogni tanto, da una fessura. O forse no, non ci crederei, il giocattolo è spezzato a terra. Se ci penso un attimo, nessuno, neppure un pefetto estraneo mi offre meno chances di lui. Per nessuno come per lui sono così totalmente invisibile e trasparente come donna. Boh, vado a mangiare qlc., poi ripasso, magari al ritorno dai vostri bagordi sabatici venite a fare una capatina! Ciao-ciao

    "Mi piace"

  183. Cara Cytind, per tutto quello che dici di lui, ti rimando alla risposta che ti ho dato nel post “Cos’è l’amore”. Con un altro rimando:quella frase di Seneca che diceva più o meno “Meglio allontanarsi da colui che non sarà mai come prima”. Segui il consiglio. Io mi sto facendo forza pensando ai grandi amori passati, a come sia stato possibile che siano diventati completamente trasparenti. Quando viene meno la stima (e la tua nei suoi confronti mi pare che da quel dì che è venuta meno), l’amore piano piano si adegua. E’ come una sfera che si svuota dall’interno, e all’esterno sembra sempre uguale, finché, tutt’a un tratto, scompare. A me dispiace che tu continui masochisticamente ad alimentare questo rapporto: la passeggiatina con lui! Io capisco che al cuore non si comanda (e che non lo so?), ma al fisico, accidentaccio, sì! E va’ a ballare, iscriviti a un club che organizzi gite ed escursioni, fatti una crociera, ma non con un’amica, da sola, affinché tu sia costretta a socializzare. Dai alla vita qualche chance che non sia lo psicopatico a caccia di f****a!
    Sei bella, colta, intelligente, spiritosa, sei anche, tutto sommato, benestante: ma perché questo masochismo? Perché questo autolesionismo?

    "Mi piace"

  184. Signori, il nostro Arthur sta latitando… ma secondo me stavolta non sta accucciato in un angoletto a ridere sotto i baffi: sta accucciato, sì, ma è serioso…. sta meditando sull’amore, il suo punto di vista, il nostro… le esperienze di una vita che si accavallano… a meno che non stia cercando davvero di imparare a cantare “E VUI DURMITI ANCORA” in pakistano, nel qual caso la vedo dura!

    Buona domenica Arthur….
    Buona domenica a tutti voi, cari amici!

    "Mi piace"

  185. Ciao ragazze e ragazzi sono qui anche io sono stato nelle marche alla presentazione di un libro su uno scultore, era pieno di vecchi scultori si respirava l’aria dei vecchi maestri. Sono proprio pieni di fascino e pieni di storia e di storie.
    Ciao amici baci

    "Mi piace"

  186. Buona domenica a tutti.
    Tutto bene? Vi siete rilassati abbastanza?
    Vi voglio raccontare la “Cronaca di una gita annunciata”, una domenica all’insegna del diverso: la fiera internazionale dell’artigianato a Milano, che ho avuto il piacere di visitare oggi.
    Tutti gli anni mi riprometto di non tornarci più e, tutti gli anni mi ritrovo in coda, davanti agli stessi botteghini. (ormai, sono senza speranze, è l’età…Dm, Cinzia, Antonella, Veronica, non ridete per cortesia…)
    Pazzzzz…!
    Ebbene, da dove incomincio…ecco, arrivati dopo file interminabili per le vie della città in Viale Teodorico (l’ingresso della fiera…), il problema è cercare il parcheggio e, conoscendo le abitudini dei pizzardoni milanesi (vigili urbani…), sempre pronti a multe incontrollate, cerco diligentemente di dirigermi verso i silos a pagamento e, subito mi ritrovo più povero di € 13,50. Gulp!!
    Per abitudine, sono poche le manifestazioni fieristiche che frequento, il salone internazionale del mobile, lo smau ma, la fiera dell’artigianato, credo si distingua per le sue peculiari caratteristiche. Innanzi tutto, non si paga il biglietto d’ingresso, quindi vi lascio immaginare la moltitudine di umanità che la visita e poi, essendo enorme come esposizione, riuscire ad orientarsi, diventa un “bel problema” anche per uno come me che è riuscito ad arrivare in macchina nel centro di Londra, senza mai sbagliare strada. Il problema sono i cartelli che, ora t’indicano un percorso e, a metà strada, ti ritrovi, senza volerlo, a seguirne un altro. Insomma, è facile ritrovarsi nello stesso punto di partenza, magari dopo aver girato per tre quarti d’ora in lungo e in largo. Oops!!!
    E la gente che mangia: ma quanto magnano…
    Le donne, è bellissimo osservarle…ero con amici e le signore al seguito, ogni bancarella di ninnoli, collane, bracciali e gingilli vari, si fermavano, palpavano tutto, si consultavano, facevano le prove, indossavano, chiedevano informazioni e poi…via di corsa fino alla prossima bancarella (ovviamente senza comprare nulla…). Sembrava di essere nel paese dei balocchi, erano tutte eccitate e noi, poveri uomini, lì ad aspettarle, senza neanche la consolazione di una sigarettina, visto che ormai non è più possibile fumare da nessuna parte (che sfiga, ho anche smesso di fumare…).
    La gente…mi piace osservare le persone, è quasi una deformazione “professionale”, ma in questi posti, verrebbe la voglia di sedersi in un angolino e, indisturbato, annotare con una macchina fotografica, tutto ciò che ti passa davanti agli occhi. Abituati come siamo a vedere in TV, nei giornali, tante bellone e belloni, all’inizio, tutti sembrano di una bruttezza indefinibile ma poi, se ti soffermi a guardarli uno per volta, ti accorgi che ognuno è diverso dall’altro e di ognuno, ti verrebbe la voglia di conoscerne la storia, le abitudini, il lavoro che fa, se è felice, quali sono le sue speranze, i suoi desideri.
    All’inizio colpiscono per come sono vestiti, le capigliature che hanno, il loro modo di camminare, se sono da soli, se sono delle famiglie, se sono solo delle amiche o amici, a gruppi, in coppia, alcuni con gli zaini, altri con i borsoni, ma poi, gli abiti, le capigliature, tutto passa in secondo piano. Mi rendo conto che per loro è una giornata di festa, e nella festa cercano riparo, senza pretese o false aspettative. Sono come sono e, non gliene importa un bel fico secco.
    E la gente che mangia: ma quanto magnano…
    La ricerca di un posto per mangiare…ci sono ristoranti, bancarelle con leccornie, paninoteche, specialità regionali…anche qui è difficile scegliere, orientarsi nella scelta giusta, se poi si è in compagnia, ancora di più. Uno vuole sedersi, l’altro si accontenta di mangiare velocemente in piedi, perché non vuole perdere neanche uno stand e, il problema è accontentarli entrambi, perché posti a sedere non ce ne sono e angolini liberi neanche. Che stress!!!
    La roba da comprare…verrebbe voglia di comprare tutto, cose utili, cose inutili e, senza neanche accorgertene, ci si ritrova pieni di pacchetti e, ovviamente tutto diventa sempre più complicato.
    Che fatica però, ragazzi! Visitare queste fiere è da incoscienti. Il caldo, il caos, le musiche, il vociare, gli odori, le puzze, le correnti d’aria e…le scale, i corridoi, il caffè nei bicchierini di carta, il panino con i würstel, la senape e i crauti, la birra gelata e, la bottiglietta d’acqua che ti porti appresso, il cappotto sottobraccio, stare attenti al portafoglio, cercare un posto per sedersi e…le statuine di ceramica, le saponette colorate, i cappellini del Nepal, le collanine indiane, le cornici variopinte, gli strudel caldi, caldi, la salsiccia calabrese, le croche monsieur (come si scrive?), cose viste e riviste, sempre le stesse, ormai omologate…che fatica ragazzi, mi sa che, il prossimo anno non ci torno più e, se ci casco…tiratemi le orecchie.
    E la gente che mangia: ma quanto magnano…

    ***Cara DM, è vero, sto meditando, ma su quello che è per voi l’amore. Se qualcun altro vuol dire la sua? Avrei voglia di sentire tutte le voci e poi, perchè no, continuare con la mia…che dici?***
    Notte!

    "Mi piace"

  187. Dunque Arthur, ho promesso che ti avrei risposto in questo angolo, ma in realtà non è che sappia molto bene cosa risponderti. Tu chiedi:dove sono questi uomini? E io potrei risponderti “Se lo sapessi, sarei lì e non qui”, ma non è questo il punto. Una mia conoscente ti risponderebbe: “i migliori sono accasati, e quelli liberi è bene che ci rimangano!”, e questo coglie di più l’essenza del problema.
    Io, posso parlarti per me. Ho i miei buoni motivi per aver paura degli uomini, ma queste non sono cose che posso dirti qui. In più sono sempre stata superimpegnata, mentre per quanto riguarda Cytind… io penso che lei non abbia permesso a nessun altri di entrare nel suo cuore, incaponita com’era con “voi sapete chi” ma, ovviamente, posso sbagliarmi… Di Veronica sappiamo tutto, di Antonella… non so niente neanch’io (ed è la persona che frequento di più: anche ieri l’ho trascorso con lei!).
    Che dirti… illuminaci tu che sei un maschietto, dacci un autorevole parere dalla prospettiva maschile…

    "Mi piace"

  188. Mi avete stimolato con questo discorso.
    Ho un po’ di idee in merito.
    Accenno alcuni pensieri.
    Paura degli uomini?
    Gli uomini non sono una categoria, sono tutti diversi uno dall’altro .
    Non mi piace essere assimilato agli uomini come categoria, anzi mi offende, io ho paura ad andare in macchina con chi guida da matto, ma non con chi guida bene, con attenzione.
    Io mi considero uno e diverso da tutti.
    Se dici che hai paura degli uomini vuole dire che li hai conosciuti tutti? In modo approfondito? Oppure scrivi io ho paura di mario, luigi, marco, ecc ma non puoi dirlo in generale: conoscili tutti e dopo potrai dire su tot uomini che ho conosciuto ho paura di 30% 99% deciderai tu.

    "Mi piace"

  189. Beh, conoscerli tutti, e per di più approfonditamente, non è proprio la mia intenzione… anzi, tendenzialmente un’esperienza del genere la eviterei come la peste!
    Scherzi a parte Giò, il tuo discorso è logico, ma non psico-logico. Nell’inconscio di ogni donna esiste una generica figura maschile di riferimento, che risente sicuramente del rapporto che ha avuto con il proprio padre, più altre esperienze (per esempio uno stupro, un rapporto carico di violenza fisica o psicologica), e questa figura preconcettuale getta la sua ombra su ogni uomo con cui la donna si rapporta, che si chiami Mario, Luigi, o Filippo.

    Poi vale il discorso “sono un uomo (nel senso di essere umano), e nulla di ciò che è umano mi è estraneo”: non mi ricordo chi l’abbia detto, ma concordo. E gli esseri umani sono soggetti a certi meccanismi, a volte superabili con un enorme lavoro su se stessi, che quasi nessuno fa. Voglio dire, tanto per cominciare, le persone cambiano: a volte si cambia insieme, a volte no. A volte il cambiamento è solo esperienza e maturità, ma a volte può snaturarci: e iniziare una storia con una persona, e trovarsene vicina un’altra, non è tra le esperienze più piacevoli. Prendiamo un altro argomento: le liti. Molto spesso quando si esplode, si mira non tanto a pretendere di essere capiti, ma a volere semplicemente ferire l’altro: e si dicono cose che fanno male, sia che ti chiami Mario, Luigi o Filippo (e ovviamente Maria, Luigina, o Filippuccia).

    Anche a me scoccia quando dicono che le donne sono tutte uguali. E anche io, ovviamente, pretendo di essere diversa. Magari sono peggio. Mi dice Antonella (la “nostra”): “Tu gli uomini li spiazzi: perché non lo capiscono che sei diversa, e ‘usano’ i sistemi tradizionali: poi, quando capiscono che erano sbagliati, è troppo tardi, hanno perso la partita”. Ammetto, non deve essere facile stare con me: bello forse, gratificante, ma facile no.

    E comunque non mi sognerei mai di dire a un uomo: “Provale tutte prima di dire che sono tutte uguali”. E’ ovvio che non è possibile: e poi, quante mazzate si devono prendere prima di dichiarare forfait?

    Io ho paura: e non mi vergogno di ammetterlo. Ho paura perché sono fragile, e assolutamente sprotetta.
    E ora la ricreazione è finita, il dovere mi chiama…. riprenderemo il discorso. Scusate la discontinuità, ma non avete idea della situazione “logistica” in cui ho operato….

    "Mi piace"

  190. cara DM da questo punto di vista sono molto riservata. quando vivo una storia o un’amicizia speciale difficilmente la condivido con qualcuno.
    anche nelle amicizie normali, se sono importanti , sono molto riservata. quasi ho paura di perderle parlandone.

    "Mi piace"

  191. Io credo che il mondo sia pieno di persone interessanti da frequentare e spesso da amare e quindi faccio fatica a pensare diversamente, ma forse sono stato sempre fortunato e quindi non faccio testo. Ho conosciuto uomini o donne di tutte le età e di molti mi sono innamorato, ho scoperto un lato bello in ognuno di loro, senza però la paura di essere ferito.
    Non ho cercato di possedere, le persone come spesso fa la gente. Non ho mai confuso il possedere, dall’amare e se ami nessuno può ferirti, si può farti piangere soffrire, ma in fondo l’amore è anche lasciare andare per la propria strada una persona sapendo che prima o poi in questa vita o in un altra la ritroverai e quella volta sarà tutto diverso.
    Se hai bisogno di possedere una persona allora tutto è diverso.
    Io amo persone che non sono più in questa vita, in questo tempo e allo stesso modo anche persone che sono qui vicino a me ma lontane, per mille motivi.
    Sono dentro al mio cuore, il cuore di noi umani è grande e forte e contiene molto più amore di quello che noi pensiamo.
    notte a tutti

    "Mi piace"

  192. buongiorno a tutti…volevo annunciarvi che il 25/01/2008 mi laureo! ebbene si, dopo un bell po’ di anni a fare la studentessa fuori corso, la sottoscritta ha raggiunto l’ obiettivo di ottenere un pezzo di pergamena da attaccare al muro…dopo fatica, notti insonni, pianti per bocciature, richieste di permessi sul lavoro, ma anche gioie, borse di studio, progetto Erasmus, amici e amori nuovi, è arrivato il momento…
    Sono contenta ma non commossa. mi manca l’entusiasmo, però ho voglia di concludere. Perchè concludere significa che sarò libera. Non più legata alla città che mi ha ospitato e che tuttora abito. Non più legata al lavoro che faccio. Potrò tornare da dove son arrivata o girovagare per il mondo…chissà…
    E intanto in famiglia premono con la prenotazione del ristorante, la ricerca di un catering per l’aperitivo con gli amici, le bonboniere ( !!!!)…( niente bonboniere . i soldi andranno per chi ha più bisogno di me)
    E mentre la famiglia si prepara psicologicamente all’evento (già li vedo a piangere a dirotto e a fare le sceneggiate…) io penso a come scriverò la dedica della tesi ” ai miei genitori che hanno venduto la vacca per far studiar l’ asino….” ( in dialetto è più carina )….

    "Mi piace"

  193. Auguri Veronica! Io e Antonella ti capiamo non sai quanto, noi abbiamo finito mi pare lei quest’anno e io l’anno precedente, e non ne potevamo più! Bello quello che hai detto sulle bomboniere, ben fatto! Ma non andartene…. lo so che non ami dove sei, ma potresti sempre farti trasferire a Roma!

    Noi ti aspettiamo.
    E pensa un po’ a noi durante il banchetto!

    "Mi piace"

  194. e perchè non venite su a festeggiare?????
    papà sarà talmente felice x la figlia asina si laurea che pagherebbe pure l’albergo…..( povero papi) .
    sai che regalo voglio? un viaggio. per andare lontano da tutti…
    mica in un villaggio turistico con l’animatore seminudo che ti fa impazzire gli ormoni…non sono neanche per l’avventura, sono troppo stanca. ma magari una beaurty farm……chissà!

    "Mi piace"

  195. Non è escluso… facci sapere dove-come-quando.
    Ho scoperto che Antonella è una girandolona, basta dirle “andiamo” e lei è con la valigia in mano.
    E io per gli amici volo! Mi sono un po’ impigrita negli anni “duri” con la bambina, ma è ora di ricominciare a vivere!

    *** Non hai bisogno della beauty farm! ***

    "Mi piace"

  196. Ciao Very complimenti io sigh mi sonol laureato ormai tanti anni fa, beh, senza esagerare però.
    Comunque è dei tanti momenti belli della vita, chiudi, metti un punto ad una cosa importante.
    complimenti veniamo tutti alla tua festa…

    Grazie a tutti per i complimenti sulla recensione

    "Mi piace"

  197. mi laureo in economia – vecchissimo ordinamento …..
    ma se potessi tornare indietro avrei scelto tutt’ altro. …..

    ho letto da qualche parte che il siculo è siculo e miiiiiiiiiiiiiiiiiiiii è gggelossso. poi si parla che i siculi sono UOMINI con la u maiuscola….bè, il pelato sarà per metà siculo, ma per restante 50% è polentone. e secondo me o gli faccio proprio schifo o è gay visto che domenica mi ha dichiarato che porta il perizoma(?????) . mi sa che pende il tipo….nulla togliere agli omo, ma un uomo col perizoma……….

    "Mi piace"

  198. Meno male che te ne stai accorgendo… anche a me è successo… so di che parlo… pezzo di ragazzo alto 1,90, castano con occhi verdi, fisico da atleta, che mi stringeva tra le braccia recitandomi poesie, mi regalava teneri orsacchiotti…otto mesi di tenero e delicato amore platonico… poi mi ha lasciato per un tale… va be’, insomma, per un tale! E neanche portava il perizoma!….

    "Mi piace"

  199. ciao gio’, con immensa tristezza ti dico sinceramente che fino a quando non avro’ sistemato il mio pc non vedro’ niente sul tuo blog.
    comunque mi fido degli altri e mi associo per i complimenti, spero di riuscire a vederlo presto a casa di DM .
    x very : prima di tutto auguroni per la laurea e poi siamo tutti con te, lascia stare il pelatino.
    p.s. ho scoperto caualmente che nelle beauty farm girano certi fisici !!!! la mia valigia e’ sempre dietro la porta della camera, non devo neanche tirarla fuori dall’armadio . quest’anno ho girato molto, devo dire e con buona compagnia. se non fosse per il fatto che il mio conto corrente sta piangendo programmerei altre 4 vacanze per il 2008 . mi sa che la prossima estate la passero’ sul raccordo , direzione ostia\fregene, sperando di avere soldi per la benzina !!!!
    a proposito di raccordo, qualcuno oggi e’ stato minacciato di essere abbandonato sull’autostrada …… stai ancora tremando iena ridens ? !!!!

    "Mi piace"

  200. per DM :
    hi hi hi, come mi diverto su questo blog !!! comincio a prenderci gusto, anzi: arthur, gio’,
    ( c’e’ qualche altro bel maschietto in rete ? ) perche’ non mi mandate dei baci ?
    hi hi hi !!!!
    censurami se hai coraggio !!!!

    "Mi piace"

  201. Very, non prendertela: Magari è soltanto timido e, visto che sa di buono (..?), dagli un’altra chance. E, per quanto riguarda il perizoma, sicura che non l’ha buttata li, per sapere qualcos’altro? Sai, alle volte noi uomini, siamo un pò contorti…

    Diventi quindi una Commercialista ma, se come dici, potessi tornare indietro, cosa avresti scelto?
    Mi piace l’idea di girovagare per il mondo…ci porti con te? (DM, non dire che corteggio anche la Veronica…per me, siete tutte grandiose, anche se tu, come sai, di più, di più…))

    A proposito, ” ai miei genitori che hanno venduto la vacca per far studiar l’ asino….” come è in dialetto?

    Ciao Very, buona serata!

    "Mi piace"

  202. Buongiorno a tutti. No Arthur, non divento una commercialista. Faccio l’impiegata ma non sarò mai commercialista..
    Se tornassi indietro avrei fatto lingue o medicina. Due passioni che ho tralasciato per ragioni pratiche.
    Il pelato mi sa che non è timido. semplicemente non mi vuole. E io lo devo scordare. tutto lì. Oggi è in città, e lo stesso domani mattina. Tu credi che mi chiama per un aperitivo? Tu pensi che mi manda un sms? No…non lo farà! io l’ ho invitato a casa mia, una sera si è pure fermato ( la famosa sera in cui non ha combinato niente) un’altra ancora gli ho fatto le tue bracioline di pesce spada….Ora tocca a lui. Non mi accontento che mi accompagni all’ aereoporto il 22/12 . Se devo sprecar energie per lui, voglio di più dal pelato. Perché in fondo me lo merito.

    "Mi piace"

  203. Veronica, dimenticare un uomo è possibile, te lo assicuro: soprattutto se è uno che non ci ha dato niente. Essere innamorate, quando questo nasce non dall’avere trovato l’anima gemella, ma dal bisogno di dare amore e di riceverne, è una specie di malattia. E sono i casi in cui bisogna pensare che al mondo ci sono 6 miliardi di persone, e che pure togliendo donne, vecchi, bambini, sposati, gay, analfabeti, disoccupati cronici, depressi, psicopatici vari, uno, dico UNO, sicuramente ne resta. E poi, va be’, c’è il destino cinico e baro: ma mica vogliamo dargli una mano, neh?

    "Mi piace"

  204. CARA dm, sei sempre stupenda. Trovi in ogni momento la parola giusta per dare conforto.
    Non è facile dimenticare, ma tantomeno difficile imporsi di non soffrire. Tengo la mente impegnata e cerco di non pensare a lui..tutto li. Ieri parlando con una mia amica, mi ha detto che mi son bruciata l’occasione, che in qualche modo l’ho rifiutato dal momento in cui IO non ci ho provato quella sera…
    Non condivido il suo parere. Ho agito per come mi sentivo, e non ho rimorsi.
    baci

    "Mi piace"

  205. per Arthur: ” ai miei genitori che la gàn vendit la acca, per far studià l’asen” – lombardo doc….
    ovviamente non sarà in dialetto, in quanto mio padre non capirebbe una mazza……

    "Mi piace"

  206. Cara Very, ma se lui ti volesse bene (e non è escluso che te ne voglia), ti pare possibile che tu l’abbia perso perché non gli sei saltata addosso?

    Guarda, penso che non esista un uomo al mondo che ama la donna che gli salta addosso e poi… se è uno che ti lascia andare perché non l’hai concupito, ti immagini cosa sarebbe stata la vita con lui?

    *** cercati un Uomo con la U maiuscola, e non solo sotto le lenzuola! ***

    "Mi piace"

  207. Cara Veronica, una volta ho conosciuto una bellissima ragazza, e me ne sono perdutamente innamorato. Ho fatto di tutto per lei, mi sono inventato mille e più cose, le ho preparato squisiti manicaretti, le ho fatto vedere il mondo come se fosse nel palmo della mia mano, le ho sussurrato parole d’amore, le ho cantato canzoni struggenti, l’ho guardata con gli occhi di chi implora, le ho scritto parole mai dette ma…forse non era destino.
    Mi capita ancora oggi di rivederla e spesso ridiamo, di tutti quei momenti che non abbiamo mai vissuto insieme. Non è che non mi ha voluto, non eravamo solamente fatti l’uno per l’altra.
    Tesoro, ciò che tu hai scritto mi rattrista ma, vorrei invitarti a guardarla in un altro modo: non siete fatti l’uno per l’altra e, come dice la saggia DM, uno senz’altro ci sarà e, soprattutto, non si conquista un uomo saltandogli addosso.
    Il 22/12, per andare in aeroporto, prendi un taxi, fai l’autostop, affitta una bicicletta, ma non farti accompagnare da lui; non ne vale più la pena.

    ***se proprio, proprio, io ti accompagno in aeroporto, Giò si occupa dei bagagli, DM fa l’occhiolino al commesso per un posto privilegiato sull’aereo, Cinzia ti fa compagnia mentre che aspetti e ti da la ricetta della pasta con le sarde e Antonella, la dolce, cara, serena Antonella, finisce di raccontarti le sue avventure con l’operaio rumeno della telecom. Che dici?***

    "Mi piace"

  208. A parte che la saggia DM predica bene e razzola male, IO FAREI L’OCCHIETTO AL COMMESSO????

    *** fa puru u spiritusu…iddu.
    Ti sceppu u cori chi me mani e, mu manciu comu si fussi ‘nu ciocculattinu. Accussì, giustu p’ gradiri. ***

    "Mi piace"

  209. x Very: il 22/12, fatti accompagnare proprio da lui. Non sa fare l’amante, si renda utile in qualche altro modo e faccia l’autista! Con tutto il tempo perso a cucinare per lui, è il minimo che possa fare! Siete amici, no?

    ***Se volete che l’amicizia si mantenga, fate che un cesto vada e l’altro venga ***

    "Mi piace"

  210. Do ut des: io do affinché tu dia.
    Cosa c’è da capire? Non hai detto a Very di farsi accompagnare in aeroporto dal pelatino, visto che lei aveva perso tempo e, bla, bla ,bla…

    ***ma come parli bene il siculo!***
    ***dov’è andata Antonella?***

    "Mi piace"

  211. Antonella che io sappia è andata semplicemente al lavoro… a meno che non sia andata da Giò a prendersi i baci virtuali e non – nel qual caso la domanda di Giò sarebbe un patetico tentativo di depistaggio.

    E a proposito… Giò, attento alle virgole… quella frase sembrava offensiva!

    *** ibis et redibis non morieris in bello ***

    "Mi piace"

  212. Ho risposto a tutte le e-mail che ho ricevuto… comunque Libero deve avere qualche problema, perché ne ricevo anche con sei ore di ritardo…

    Volevo dire, sembrava che avessi scritto dei baci “non li darei ad Antonella”…

    *** non lo so se è permalosa, lei è riservata….. ***

    "Mi piace"

  213. Su certe cose ho una memoria di ferro…
    Comunque ho pranzato con Cinzia, che concorda con me:
    fatti accompagnare dal pelato: è il minimo!

    *** da quia dedi ***

    ps. non lo so bene cosa significa, e forse non è neanche corretto, ma voi fate finta di bervela!

    "Mi piace"

  214. Come faccio a farvi capire, scrivendolo, che, mentre leggo gli ultimi due commenti, rido come un pazzo?

    Vuoi mettere che, tra i fantastici, c’entro pure io…

    ***DM: avevo capito che sei una latinista, non c’era bisogno che me lo scrivessi MAIUSCOLO!!! Comunque, ero perplesso perché non condivido il “DO UT DES”. ***

    ***scussa!!!*** (s=doppia s…)

    "Mi piace"

  215. Voi dovete sapere che, mentre noi siamo qua e Antonella non si può connettere, io le mando sadicamente messaggi con su scritto “stiamo parlando di te”, magari con l’aggiunta “sapessi che si dice: rosica fino a stasera”. E’ in una di queste circostanze che ha minacciato di lasciarmi lungo l’autostrada durante il viaggio prossimo venturo….

    *** ma poi le resta mia figlia a carico, non sono sicura che le convenga ***

    "Mi piace"

  216. Ok, amici silenziosi, me ne vo a la maison.
    Per tenermi compagnia durante il vostro silenzio, ho riletto l’angolo dall’inizio (sono arrivata al commento numero 97…. quanta strada abbiamo fatto insieme!), e devo riconoscere che è stata una gran bella idea (di Arthur, non voglio prendermi meriti che non ho).
    Ma ho notato pure che è un po’ che non sentiamoe un po’ di musica…

    Che vogliamo fare?

    *** Cinzia, non ho chiesto a te: non ti riazzardare a tirare fuori il 45 di Wilma Goich! ***

    "Mi piace"

  217. Non sarà stata forse tua l’idea di questo angolo ma, vuoi almeno riconoscere d’essere stata una deliziosa padrona di casa, sempre attenta e a volte anche troppo disponibile, di averlo gestito con la sensibilità delle persone intelligenti, in punta di piedi, con la buona parola di chi, ha tanta voglia di comunicare, di percorrere insieme a noi, un pezzetto della sua strada e, condividere i suoi pensieri, con le nostre parole.
    Dai inizio alle danze: Cinzia, vada per Wilma Goich…dopo vi canterò uno stornello.

    ***Brava!***

    "Mi piace"

  218. fantastici, semplicemente fantastici, tutti. quanto ce piace de chiacchera’ !….. ma quanto ce piace de facce i complimenti !!!! e’ bellissimo , sembra il blog delle coccole .
    cmq mi prendo tutti i baci e gli abbracci , virtuali e non, e ringrazio.
    oggi ne avevo proprio bisogno.
    per gio’ : presto mi colleghero’ sul tuo blog, e lo faro’ a casa di DM .
    a proposito di autostrade e figlie, sai che se il nemico non lo puoi sconfiggere te lo devi fare alleato ? riesci ad immaginare gli effetti di due menti come la mia e quella di tua figlia al lavoro contro di te ? nella tua casetta ? vicino al tuo pc ? hi hi hi hi ….. to be continued……

    "Mi piace"

  219. Non so perché, ma non mi fai paura…
    alla mente di mia figlia al lavoro contro di me sono abituata… e in genere lavora in collaborazione con il padre, che tu cara NON POTRAI MAI eguagliare! Vicino al mio pc? hi hi hi… password mai confessata neanche alla mia ombra…

    *** il blog delle coccole? Mi piace…***

    "Mi piace"

  220. Però, l’Antonella…
    Altro che mare forza 8, con onde alte 7 metri…
    Lei prende tutto, baci, abbracci, virtuali e non ma, fammici pensare, io di baci non te ne ho mai mandato e allora, rimedio subito: un bacio grande, grande, con uno schiocco grosso, grosso.
    Ti è arrivato?
    Spero di si, mi è costato uno sbillungamento della clavicola destra ma, adesso che ci penso, preferisci forse solo quelli di Giò? Oops!!!
    Per quanto riguarda quella cosa di te e DM, vicini al suo pc, vorrei essere una moschina, piccola, piccola e, vedervi tutte e due all’opera…mannaggia!
    Il blog delle coccole? Siamo seri…cosa penseranno quelli che ci guardano! Basta complimenti, d’ora in poi, se mi è concesso questo out, solo chiacchiere e, le coccole, lo dico sottovoce in un orecchio, solo in privato.
    Cinzia, dove sei? Sento la mancanza delle tue parole…vuoi per caso abbandonarci?
    Ritorna, siamo qui in trepida attesa.

    ***- giovedì 6 dicembre 2007, commento n. 327, ore 1,00 – Dopo quasi un mese di chiacchiere…: notte a tutti e…sogni d’oro***

    "Mi piace"

  221. Visto che sei in sciopero, cara DM, ti auguro di passare, in riposo, una bella giornata. Pensaci!

    *** Bye!!! ***

    *** per Antonella da Giò : non vedo l’ora…??? Mi sono perso qualcosa? ***

    *** qualcuno mi ha rubato il numero del mio commento notturno…Sic! ***

    "Mi piace"

  222. Visto che la nostra DM, voleva sentire un pò di musica, vi canto questa canzone e la dedico a tutta quella adolescenza che, oggi, sembra aver perso il senso della misura.

    Ragazza di campagna di Baglioni

    Chiudi a chiave la porta, mi fai un poco pena,
    un ceffone sul viso, a letto senza cena,
    quel rossetto a tuo padre non è andato giu’…
    e ti bruciano ancora quelle cinque dita,
    mentre asciughi gli occhi, ma non sei pentita,
    “babbo me la paghi: domani scappo via.

    Ti avvicini allo specchio, tiri via la gonna,
    mica male le gambe, sembri gia’ una donna,
    un bottone, poi l’altro e la camicia “et voila’” vola sopra il como’,
    e le scarpe piu’ o meno la stessa fine,
    poi le calze pian piano, come hai visto al cine,
    poi ti alzi in piedi, e quel che avevi non l’hai piu’.

    Guardi in giu’ se il tuo seno e’ un po’ di piu’, se e’ un po’ cresciuto,
    tiri su i tuoi capelli, fai le facce strane come in un film muto,
    sara’ peccato? “Giuro: non lo faccio piu’,
    caro Gesu’, Giuseppe e Maria, vi dono il cuore e l’anima mia”…

    La camicia da notte, quella di tua nonna,
    poi ti soffi il naso, metti a posto la gonna,
    togli via il rossetto e con l’acqua del catino ci annaffi i lilla’.
    Ti fai un giro di valzer con il tuo cuscino,
    fai a meta’ del pane con il canarino,
    poi con un gran salto fin sopra il letto, op-la’.

    Ecco qua, come cena pane e unghie non ti piace,
    cosa fa…? quel fumetto poi ti va, perche’ l’attore e’ bello e audace,
    il segno della croce poi lo metti via,
    “caro Gesu’, Giuseppe e Maria, siate la salvezza dell’anima mia…”

    Fissi a lungo un trave, ma che hai da pensare?
    La faccenda e’ grave, tra molliche e zanzare,
    pancia, sotto, di fianco, bevi un sorso d’acqua, ti rigiri, ma dentro
    cos’hai?
    E poi per guardarti ancora nello specchio,
    tiri su la camicia, ti alzi su in ginocchio,
    c’è’ un rumore, smorzi il lume, e buonanotte al secchio…
    trattenere il fiato era stata dura,
    fermo li’ a guardare dentro la fessura,
    poi t’inciampo in qualcosa, che razza di figura!

    E chissa’ chi hai creduto fosse nel solaio,
    se gia’ dormi o ridi, cosa fai nel buio…
    … zitta con tuo padre, se no succede un guaio !

    *** questa canzone piaceva molto alla mia Simona… ***

    "Mi piace"

  223. I nostri commenti si sono incrociati ancora: segno del destino? Sì Very, si sono incrociate le nostre vite, le nostre lagrime per un bimbo mai nato, abbiamo condiviso i sentimenti che ho scritto nella poesia che ti ho dedicato. Mia madre, nella sua semplicità, disse una volta una cosa che, vivendo, capisco essere vera. A volte gli episodi della nostra vita sembrano schegge impazzite, frammenti di qualcosa senza significato: poi, a mano a mano, si uniscono, e quel puzzle che è la nostra vita prende forma, e ne viene un disegno di cui finalmente si capisce il senso. Io ci credo: tutte le mie esperienze, e ti assicuro che ne ho avute di dolorose, alla fine si sono rivelate un patrimonio enorme, e anche da condividere con gli altri. Quando io persi il bambino, chi avrebbe mai pensato che 14 anni dopo le parole scaturite da quell’esperienza sarebbero state di conforto a una ragazza sconosciuta, e che tra noi si sarebbe creato questo legame? E soprattutto, mentre nel letto mi contorcevo dai dolori, chi avrebbe detto che appena un anno dopo avrei stretto tra le braccia una bambina che è tutta la mia vita? Fatti coraggio Very, non hai idea di quanto la vita sia straordinaria. E se te lo dico oggi, che ho il morale sotto terra, vuol dire che è proprio vero.
    Ti voglio bene. Tanto tanto tanto.

    "Mi piace"

  224. ciao a tutti…
    oggi giornataccia anche per me…ho depositato la domanda di laurea, e sono pure andata a vedere di che colore fare la tesi. mi è piaciuta color avorio con le scritte in oro, anzichè la solita blu o rossa o peggio ancora nera….certo avorio e oro non fa molto da tesi ” seria”, ma penso che nemmeno il mio correlatore mi prenda poi così tanto sul serio…..
    Invece questa sera mi sa che torno in palestra, a farmi una bella lezione in acqua per rilassarmi……..
    baci a tutti

    "Mi piace"

  225. Caro Giò… ci sono dei momenti che si possono solo assecondare. Oggi, se non stessi in ufficio, mi metterei a un angolo a piangere. E sempre per lo stesso motivo. E non per il motivo in sé: ma perché si è creata una situazione che ha messo in luce altre situazioni, latenti e silenti. Mare forza 8 anche per me (a proposito, mi dice il mio “figlio” marinaio, che la forza del mare si misura dall’altezza delle onde, quindi mare forza 8 = onde mt 8, onde mt 7= mare forza 7), non per fare concorrenza all’Antonella… Se poi anche Giò ci dice così, ci deve essere qualcosa nell’aria…
    Passerà. Confidiamo in we di allegria. Il seme sotto la neve. La notte prima dell’alba. Voglio pensare a un’overdose di felicità che mi aspetta dietro l’angolo.

    "Mi piace"

  226. Ciao Very, bentornata! I nostri commenti si sono incrociati…
    Ma la smetti di buttarti giù? Avorio e oro è un accostamento bellissimo, solare come te. Degno di una persona che se ne infischia di sembrare qualcosa che non è e di conformarsi alle tesi del gregge.
    Auguri, e facci sapere. Tifiamo tutti per te e, siccome questo è il blog delle coccole (v. sopra)… TI VOGLIAMO BENE!

    "Mi piace"

  227. grazie… oggi ho bisogno di sentirmi voluta bane…ho sentito una mia amica al telefono, dovrebbe partorire tra cinque settimane…( lo stesso termine di qualcun altra…) mi ha raccontato dell ultima ecografia, del bimbo che le ha fatto la boccaccia, che pesa 2,5 Kg…
    Io sarò la madrina di quel bimbo… ma tra le braccia non avrò mai il mio..
    Oggi ho letto e riletto la tua poesia…mi manca il mio bimbo mai nato come nient’altro al mondo

    "Mi piace"

  228. “Ora tu pensa: un pianoforte. I tasti iniziano. I tasti finiscono. Tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. Non sono infiniti, loro. Tu, sei infinito, e dentro quei tasti, infinita è la musica che puoi fare. Loro sono 88. Tu sei infinito”.

    Alessandro Baricco, Novecento

    *** ho sempre amato l’infinito ***

    "Mi piace"

  229. Urrà!!! Finalmente un po’ di speranza.
    Incominciavo a disperare.
    Su con la vita, non serve disperarsi, domani è un altro giorno.
    Basta crederci.

    ***Veronica (che bel nome!): mi sa che qui abbiamo imparato tutti a volerti bene e, anche se non ci siamo mai incontrati, mi sembra di conoscerti da sempre.
    Ottimo l’accostamento “solare”, come dice la nostra DM, anche se io con l’avorio della copertina, metterei un testo rosso lacca o al massimo, verde smeraldo, con un carattere moderno, senza tanti fronzoli.
    Ti abbraccio.

    ***Ciao Tremendisia!***

    "Mi piace"

  230. wow, che schiocco ! come va la clavicola ? ma dimmi un po’ , visto che non mi hai mai filato , ti fa ingelosire gio’ , oppure vuoi far ingelosire qualcun altro ?
    sai che tremendisia e’ proprio azzeccato ? e pure carino . che bella la canzone di baglioni, ci hai fatto venire voglia di ballare un lento. era molto tempo che non l’ascoltavo e mi e’ sempre piaciuta molto.
    bella anche la poesia di baricco. questo blog e’ fantastico perche’ ognuno mette il meglio di sé o di quello che gli / le piace . a volte mi collego scarica, magari arrabbiata o triste e mi ricarico con una risata , oppure capendo che il dolore , come nel caso di very, fa parte della vita e questo rende piu’ sopportabile alcune situazioni. e’ sicuramente un blog in cui ci si distrae, o meglio, l’attenzione viene rivolta ….. non so dove ma so che fa bene scrivere , leggere e stare in buona compagnia !!! e’ veramente un piacere stare con voi. smack !

    "Mi piace"

  231. Sono qui oggi ho fatto fatica ad arrivare fino a qui, poi ho fatto una bella camminata per andare a riprendere la macchina portata dal meccanico.
    Adesso vado a scrivere una cosina sul mio blog non gli dedico piu tempo e lui è triste.
    Ho un sassolino nella scarpa e lo devo scrivere.
    Ciao Very la tesi sarà bellissima anche perchè sara importante quello che hai scritto spero.
    Anto ci sei? sei sempre sfuggente-
    DM noi invece parliamo poi tra poco.
    Arthur tu ci sei sempre e ne sono contento: chi manca?

    "Mi piace"

  232. Antonella, Antonella…ma, come non ti ho mai filato!
    Nel lontano commento n. 128 (siamo adesso al 344, pensa quanti lustri sono ormai passati…) dicevo di te ” l’ Antonella, delicata e leggera come una libellula, con i suoi racconti e le dolci sue poesie”…(Oops…stranamente lo dicevo a Giò…)
    E, che Giò, zitto, zitto (non si espone tanto come me…), ora con Very, ora con te, ora con DM, lumaconeggia un po’ con tutte ed io, da scorpionaccio siculo quale sono, come faccio a rimanermene in disparte?
    Comunque, la clavicola è ancora indolenzita e, sono contento che hai gradito.
    “Curami” la tremendisia, credo ne abbia veramente bisogno.
    E, visto che anche stanotte è l’una passata, uno smack anche da parte mia e notte e sogni d’oro.

    "Mi piace"

  233. Ba be’, li prendo io bagatti e bagattelli e lascio il blog ad Antonella. Sto qui a fare la passacarte….
    Poi non capite perché penso sempre a “lui”, che almeno, finché è durata, mi ha fatto sentire l’unica donna al mondo…

    *** come si fanno a mettere in comunicazione cuore e ragione? ***

    "Mi piace"

  234. Buongiorno a tutti!
    la mia tesi parla di immigrazione nel sud europa. Sì, è bella….ma non ci metto l’anima…sono diventata pigra! A volte alle mie amiche dico che dopo la laurea non mi vede più neanche mezzo libro…al massimo prenderò sotto mano qualche rivista da bionde….ma poi non ci credo che lo farò…
    Ho sonno, la mia capa va via oggi…..olè, io sarò più libera!!!

    "Mi piace"

  235. Ma se siamo qui tutti a coccolarti…
    Insomma, con ‘sto lui…che cocomeri! Vogliamo metterlo in un sacchettino, che chiudiamo accuratamente con un bel fiocco rosso, giusto per essere in tema natalizio e, lo regaliamo con tutti i nostri omaggi alla tua vicina di casa?
    Olè!!!
    Riemergi, tremendisia, che, qui c’è bisogno di te.

    ***Li ciuri senza e vui non ponnu stari, su tutti ccu li
    testi a pinnuluni, ognunu d’iddi non voli sbucciari,
    su prima non si grapi ’ssu balcuni.***

    x Very: se la tua capa va via oggi, lasciala andare. C’è sempre tempo per il resto.

    "Mi piace"

  236. Vi ricordate l’ “amica ” rugosa e culona, quella cattiva che mi ha fatto le scenate con il pelato???? bè, si è rifatta sentire… mi ha chiesto se ci vediamo a pranzo perché si vuole scusare con me….
    Io dico, saremo anche sotto Natale e bisogna essere più buone, ma farsi prendere per ciucci no eh? Forse un oretta per un pranzo veloce lo posso concedere alla signorina…l’ascolterò, le farò i sorrisi, la perdonerò pure….ma io sono un CAMMELLO ed ho la memoria di ferro, perciò non dimentico….no cara mia…posso perdonare ma non dimentico….
    Poi non vi ho più aggiornato con il pelato. Ieri ero fuori dal suo ufficio. gli ho chiesto se scendeva giù così lo salutavo…sapete che mi ha risposto???? che era in giro con lo scooter a prendere freddo……mi ha liquidato con un ciao..ma vai……
    e tutto sommato sono ben contenta che ha reagito così. Cafone!!! a volte certi uomini è meglio conoscerli prima che succeda il “patatrak”…così eviti i pianti infiniti ed i rimorsi…..
    A Febbraio vado a farmi un bel viaggio. deciso! Regalo di laurea. andrò sola, o con una cara amica….penso che andrò al caldo….Cuba, Zanzibar…chissà….che ne dite? Buona come idea no???? Anzichè collezionare ciondolini d’oro, biro e 24ore, il mio regalo sarà un viaggio. e le esperienze di quest’ ultimo ( spero ) indimenticabili….
    A dopo

    "Mi piace"

  237. Scusa Veronica, ma stavolta non ti capisco:
    1) Perché sprecare l’ora del pranzo con una antipatica?
    2) Perché non perdonarla sul serio? Capita che un’amica si aspetti, in nome dell’amicizia, che le venga detto più del dovuto, che si senta tradita se ciò non viene fatto, che non si renda conto che sta violando l’intimità dell’altra… e che poi, da sola o perché qualcuno glielo fa capire, realizzi di essere stata inopportuna. Io la perdonerei sul serio.
    3) Non per difendere il pelato, per carità, ma se lui non c’era in ufficio, che doveva fare? E il motorino non è il posto più adeguato per fare conversazione… Perdona anche lui!
    E non perché è Natale, ma perché non dobbiamo lasciare che la vita ci venga avvelenata dai malintesi.

    x Arthur: mi affaccerò a quel balcone, non appena qualcuno mi afferrerà per la famosa collottola e mi costringerà ad avanzare verso il davanzale: e allora vedrò il cielo, i campi, i fiori, e mi ricorderò che il mondo è bello.

    A proposito, avete letto il libro “i girasoli” di Wiesenthal (o era al singolare, in questo momento non mi ricordo)?

    Vi abbraccio

    "Mi piace"

  238. il libro si chiama proprio così….parla di un Ebreo, che a questo punto se non sbaglio è proprio lo scrittore, che ad una richiesta di un ss moriente si rifiuta di perdonarlo. L ‘ ebreo fu deportato in campi di concentramento, ma nel suo cuore non ha mai trovato la pace, per non aver perdonato il nazista….
    parlando di perdono……….

    "Mi piace"

  239. Sì, era lo scrittore, che peraltro ho avuto l’onore e l’emozione di conoscere personalmente. La storia però è leggermente diversa: W. era già in campo di concentramento, e quello che vedeva è superfluo che io lo racconti. Mentre vedeva persone massacrate, seviziate, bruciate, bimbi squartati, fu chiamato da un nazista che, in punto di morte, capì l’orrore di quello che aveva commesso e chiese che venisse chiamato un ebreo per perdonarlo. Toccò a Wiesenthal (penso che qualsiasi non credente, sentendo la storia e il destino di W., ritornerebbe sui suoi passi): il nazista gli raccontò i suoi crimini, e gli chiese di perdonarlo. W. rispose che lui poteva perdonare solo quello che era stato fatto a lui, e non quello che era stato fatto ad altri. Questo, tra l’altro, è un principio della religione ebraica: nessuno, neanche Dio, può perdonare il torto fatto a un altro.
    Quindi, cara Veronica, W. il perdono lo diede, e non fu quell’episodio che gli tolse la pace. Ma nel libro “I girasoli”, chiede al mondo intero se, in quel momento e in quella circostanza, avrebbe avuto la facoltà di perdonare a nome di un intero popolo. Il libro, oltre alla storia, pubblica le risposte ricevute da tutto il mondo, favorevoli e contrari. Decisamente un libro che fa pensare.
    Il titolo viene invece dal fatto che, entrando nella stanza del nazista, W. vide non il filo spinato e i forni crematori cui era abituato, ma un bellissimo campo di girasoli. E si ricordò che esisteva la vita.

    "Mi piace"

  240. Che brave, leggete leggete e leggete..
    E’ cosi bello, si viaggia con la mente per una strada, accompagnato dall’autore, ma liberi di pensare a quello che si vuole.
    Si viaggia tra le emozioni dell’autore, ma liberi di provare le emozioni che uno vuole.
    Brave

    "Mi piace"

  241. Bene, che bel salotto letterario!
    Non ho letto il libro di Wiesenthal, andrò subito a comprarlo.
    Domattina parto per il mare e, appena arrivato, farò una passeggiata sulla spiaggia deserta, per ritemprarmi lo spirito e la mente. Generalmente, quando intravedo il mare, è come se rinascessi, tanto mi “appartiene”, dentro.
    Penserò a voi tutte, DM, Very, Cinzia, Antonella e, a quelle controverse aspettative di “quel lui”, che ha reso ultimamente, alcune di voi, schiave di tanta malinconia.
    Ma a che serve soffrire, per delle cose inesistenti? Vuol dire farsi del male, così, giusto per farlo.
    Ormai, credo sappiate come la penso; ho parlato, in questo bel salotto, dell’amore, dell’amicizia, d’attese mancate e ricevute, di speranze e di sogni che, se una persona è speciale, è giusto farglielo sapere che, le emozioni, sono linfa per la nostra vita, ho scritto quasi fiumi di parole e concludo, mie care, se scegliete di soffrire, fatelo pure ma, solo se ne vale realmente la pena.
    So che avete in programma un bell’incontro e, mi raccomando Giò, visto che sei in minoranza, fatti valere. Divertitevi, pensatemi e, soprattutto, non parlate male di me.
    Ciao a tutti.

    *** questa notte, come al solito, verrò a farvi un salutino e, per le donne, il bacio della buona notte, naturalmente in fronte, così, per non creare gelosie. ***

    "Mi piace"

  242. Arthur, io penso che se uno soffre per amore, non ne vale mai la pena. L’amore che “vale la pena” è quello ricambiato, che da felicità. Si può soffrire per un amore che “vale la pena” se l’altro sta male, se perde il lavoro, se ci sono delle difficoltà oggettive.
    Ma quando si piange per una persona che non ci ricambia, non vale mai la pena. Ciò detto, prendi queste belle parole che mi sono partite dal cervello, impacchettale con quel famoso fiocco rosso, e vedi se le riesci a far entrare nel cuore.

    *** io non ci riesco ***

    "Mi piace"

  243. diciamo le stesse cose…che l’amore che “vale la pena” è quello ricambiato, l’ho sempre detto in tutti i miei commenti. E, che non vale la pena piangere per chi non ti ricambia, l’ho appena scritto. Ricordi?

    *** cerca di riuscirci.***

    "Mi piace"

  244. Ciaooo? EEEhiiii???? C’è nessuuuuunooooo?? (clop-clop-clop-clop! rumore di corsa da un capo all’altro del Salotto…) e oggi ecco che ci sono solo io! La transfuga, la desaparecida, la va-e-vieni…
    Mi sento tanto particella di sodio in acqua lete… e mi sento anche un po’ in imbarazzo: si fa o no di entrare nel salotto virtuale di un’amica mentre lei non c’è, e scorazzare da una parte all’altra? Pare brutto se tiro su i piedi sul divano virtuale…? Se saltello sulle poltrone virtuali?? Se faccio due capriole sul tappeto virtuale? Se comincio a toccare tutti i ninoli virtuali e ….oooppp! Scrascccc!, ecco il solito disastro e la solita figuraccia…Se mi affaccio a tutte le finestre virtuali e vi faccio marameo a tutti quanti, e mi sgargarozzo pure tutti i pasticcini virtuali che sono rimasti qua e là….
    Certo, starci da sola qui non è divertente: il senso è che ci siate anche voi, e che ci raccontiamo cose e chiacchiere e varia umanità, e uomini odiosamati e amiche deliziose o culone rugose sciagurate più o meno pentite…
    Ma caspita Artù, non ci sei nemmeno tu??? Vabbé che volevi andare al mare, ma… ti sei guardato intorno? hai visto che schifezza di tempo? O mi vieni a raccontare che solo nella città eterna piangono gli angioletti, mentre nelle tue desolate plaghe padane splende un sole fantastico e tutti i lumbard si precipitano a riesumare la ciambella col papero e a ciabattare via per un tardivo weekend marino? BAH, non ci sono più certezze al giorno d’oggi!
    E dire che volevo stare a sentirti parlare di ciuri ccu’ li testi a pinnuluni cu’ si grapinu ‘ssu balcuni….
    Sono rimasta indietro, ultimamente, vi ho guardato velocemente da fuori senza avere il tempo e le forze di entrare nel dibattito (sai, alle due di notte, con l’IVA che ancora ti incombe sulla testa..).
    Bella la tesi di Very! Bello l’argomento e bella la veste.
    Sull’immigrazione nel sud Europa: sì, sì, anch’io vorrei tanto emigrare in una microscopica isoletta greca e farmi una casetta a cubo sotto un olivo con la lampada a petrolio davanti al mare e basta, e passare a mollo l’intera giornata da maggio a novembre, finché mi sciolgo nel mare come la sirenetta.
    Un giorno lo farò, credo.
    E bello l’oro-avorio: fa tanto manoscritto reperito in antica biblioteca, diario poetico di romantica donna inglese, libretto della Prima Comunione…ma se lo merita tutto ciò, l’economia?
    E brava per il viaggio: premiati, coccolati, vedi il mondo finché hai la forza di girare anche nei posti disagiati, guarda tutto quello che forse tra non molti anni sparirà.
    Lascia perdere Zanzibar, che è una sola (sòla, con la O aperta): il meglio che ha sono i giovani Masai (alti, bellissimi e simpatici, e… credo pure parecchio disponibili, salvo il rischio aids…) e la vicinanza con la meravigliosa Tanzania (su cui praticamente tutti i tour operators offrono l’estenione: un paio di giorni selvaggi tra belve e savana che valgono il viaggio, ma allora sono sprecati gli altri giorni a Zanzibar).
    Cuba non lo so, credo sia bella soprattutto nell’interno, so per certo che sono molto poveri e derubano spesso i turisti.
    Mi hanno detto che sia magnifica Socotra, si sta più o meno in tenda, non c’è niente e quel niente è un tutto. Ancora non ci ho messo piede, ma aspettatemi che ci arriverò.
    Se non l’hai vista è sempre meraviglisa Bali (forse la più bella in assoluto che ho visto finora)
    Se vuoi un posto che ti affascina, ti incanta, ti prende a schiaffi e ti fa vergognare, ti stende fisicamente per terra e ti porta iin un altro mondo, quello è il Perù. Però non è caldo.
    Se vuoi una barca ai Caraibi con uno skipper un po’bandito un po’ navigatore transoceanico, che conosce tutte le taverne e le balere per soli rasta e ti acchiappa e cucina la dorada col rum delle isole, ti dò nome e e-mail.
    Insomma, scegli e fammi sapere: ti dirò impressioni e consigli se ci sono stata, se no vai avanti tu e facci da esploratore! Io intanto a Capodanno vado nel deserto del Marocco, poi ti faccio sapere.
    E insomma, mi sa che non ce la faccio domattina ad alzarmi al’alba e fiondarmi su un treno per Bologna, per partecipare almeno alla metà del Grande Incontro Fuori Blog…Cara DM, cara Antonella e caro Giò, vada a voi il mio pensiero paternamente (?) benedicente, ma… io mi rigirerò nel letto e mi rimetterò a dormire anche per dieci volte di seguito, finché sarà sera e ora di tornare a letto, anzi di rimanerci.
    Stasera invece vi immagino con molta invidia davanti al caminetto di campagna di Giò (ce n’è uno, vero?), a impinzarvi di turtlèn e suonare la chitarra, cantando e facendo notte col braccio sulla spalla l’uno dell’altro e guardando le stelle, o in pio pellegrinaggio tra le osterie di fuori porta a dedicarvi devotamente al culto di San Giovese e cantare sotto i portici (come facevo io quando sono stata lì per quasi un anno), con Antonella bionda e delicata che si lancia in una samba davanti a S. Maria Maggiore…
    E vorrei dire a una ragazzina che è partita imbronciata: guardati intorno, vedi com’è varia e interessante la vita, il mondo, i posti e le persone diverse! Sii felice di avere una madre che vuole vivere, che porta anche te nella vita, nell’amicizia, nella diversità, tra gli ALTRI! Torna a casa più serena, più curiosa, più attenta all’esterno, al futuro, all’altro, al movimento, più felice di arricchirti e più lontana dal ripiegamento su se stessi e sulla piccola cerchia di tutti i giorni, dalla mancanza d’aria e dalla paura del nuovo, che ci soffocano e ci uccidono.
    A GIO’, L’HAI VISTO CHE BELLA MORONA CO’ L’OCCHI DE FOCO CHE E’ DM? (chissà se me lo censura???)

    "Mi piace"

  245. (ma insomma, ci sarà pure un pc a Bologna, o in quello sciagurato posto di mare dove Artù sta sconsigliatamente a farsi piovere in testa sempre più ingrugnato, invece di poetare in siceliota tra il calore degli amici come tanto meglio gli si confà….possibile che nessuno risponde??)

    "Mi piace"

  246. Orsù cara Veronica,
    non esser malinconica!
    Inscatola il Pelato
    (ch’è ciò per cui egli è nato!)
    Ti laurei e vai via,
    senza più nostalgia,
    chiudi la copertina
    – GULP! – crisoelefantina,
    e ti lanci in un viaggio
    insolito e selvaggio.
    Chissà che sceglierai,
    se i Rasta od i Masai,
    Maldive o Kelantan
    (= terra di Sandokan!);
    magari un nuovo amor
    ti aspetta là a Timor…
    Oppur ti inviterà
    sul fiume Paranà
    (e tu dirai di sì!)
    un baldo Guaranì
    di ottime speranze
    alle tribali danze….
    O, sul tuo torpedone,
    durante l’escursione,
    un medico omeopatico
    occhialuto e simpatico,
    distratto e un po’ balengo,
    di Casalpusterlengo,
    che fugge dallo smog,
    ti dirà: “sai, c’ho un blog”
    e tu: “davvero? anch’io!
    Vieni a vedere il mio?”
    (Però, guarda ‘sto tale!
    E non è manco male…)
    E, mentre verso Hurgada
    vi porta l’autostrada,
    e scorre il guardarail,
    vi scambiate l’e-mail…
    Tu poi lo porti qui,
    e noi (ci-ci, ci-ci,
    comari chiacchierone,
    ma, in fondo, amiche buone):
    ci piace? non ci piace?
    con lei però è tenace!
    Wow, è pure intelligente!
    e che, ti pare niente?
    Le mangia le braciole?
    E POI, che ALTRO vuole…??
    AH, BENE!!! FINALMENTE!!!
    NON MANCA PROPRIO NIENTE!!!
    E, in men che non si dica,
    la nostra Veronìca,
    con l’occhio che scintilla….
    E’ SIGNORA BRAMBILLA!

    "Mi piace"

  247. Carissimi,
    mi collego rapidamente dall’ufficio dell’hotel (solita raccomandata). Deliziosa la poesia, e ti pare che ti censuro il “morona con gli occhi di fuoco”? Grazie grazie amici.
    Qui tutto bene, mia figlia e Antonella si sono alleate come minacciato, e ciò ha salvato la gita. Giò è un delizioso “padrone di casa” (ma non siamo state a casa sua…). Siamo state in giro per Bologna, con Giò e la sua compagna (ma lo saprà che qui sul blog il suo Giò fa il lumacone?), ragazza veramente adorabile. Abbiamo camminato, chiacchierato e stramangiato.
    E al ritorno in albergo, alle 23 suonate, abbiamo scoperto che il letto di Antonella non era rifatto. Il resto ve lo racconto al ritorno, ma sappiate che stavolta ho pianto dalle risate (finalmente!), piegata in due sul pavimento con – ha commentato l’Antonella – quel pigiamino a stelline che “nun se poteva vede’”. Alla prossima signori, vi racconteremo come ci hanno pregato di “rivelare la stanza”, “liverare la stanza”, per poter constatare di persone se corrispondeva al vero che il letto non fosse rifatto. E poi, una volta appurato, con l’espressione di chi ha appena constatato un decesso, la receptionist mormora sommessamente: “E’ un problema molto forte!”. E l’Antonella, assumendo un’espressione da sentite condoglianze, porgendole le mani la rincuora: “Se mi da un lenzuolo glielo risolvo io!” Baci baci!

    "Mi piace"

  248. Beh, ragazze, non vi si può lasciare sole che vi cacciate subito in mezzo alle avventure e soprattutto alle risate! E infatti la prossima volta col cavolo che vi ci lascio, da sole!!!

    "Mi piace"

  249. …e sono contenta che anche R.F.* sia stata serena, che le sia piaciuta la gita e abbia fatto essere serena anche te. E’ importante anche per lei imparare ad “uscire fuori” da se stessa e dal solito piccolo mondo!.
    * R.F. = Ragazzina e Figlia

    "Mi piace"

  250. Notte. Dormono le alte cime del blog.Very è stata ingoiata da un libro carnivoro, Artù si è liquefatto sotto la pioggia, Antonella – che ha passato la scorsa notte in un letto di tortura rifatto da una telefonista ucraina o simili – se ne è andata ad abbracciare i suoi trentasei orsi di pezza sotto il piumone di Holly Hobby per 12 ore, Giò è steso privo di coscienza, e anche DM (che dovrebbe sempre vegliare impavida) si è acciambellata accanto all’Infanta RF, finalmente pacificata….MA INSOMMA, CHI E’ CHE FA LA GUARDIA AL BIDONE, QUI?
    Eh, se non ci fossi io… RONF!

    "Mi piace"

  251. Ma, Cytind, non sapevo fossi anche poetessa!
    Quasi, quasi…
    Sono appena rientrato e, ho tante cose da raccontarvi (cara DM, come minimo impegnerò il 10% dello spazio del tuo blog per accontentare la vostra curiosità. ((Oops!!! Siete curiosi??)) Ovviamente muoio dalla voglia di sapere anche le vostre…). Se domani trovo il tempo, vi farò sapere e, Cinzia, il mare anche con la pioggia battente è stupendo.
    Notte, notte!

    *** un “notte” particolare, con annesso bacio e rimbocco delle coperte, alla MORONA CON GLI OCCHI DI FUOCO (Wow!!!) e, alla RAGAZZINA E FIGLIA (per le persone distratte: DM e FR). ***

    "Mi piace"

  252. Cari amici,
    che bello che ci siete! Siete straordinari, stupendi, megagalattici!
    Sto andando al lavoro… tornerò tra voi in un battibaleno…
    Vi abbraccio forte forte forte! E baci baci baci.

    *** x Arthur: ma, dopo avermi rimboccato le coperte, sei andato via o… devo preparare il caffé??? ***

    "Mi piace"

  253. …beh, passata la festa, scordatevi di me: quella col dono speciale di aggirarsi come un fantasma nel salotto virtuale vuoto (non v’ho lasciato manco un pasticcino! tiè!) e di latitare prigioniera di rotture di scatole interminabili quando tutti conversano amabilmente e ferve la discussione. Foooorse riesco a farvi un ciao-ciao asfittico prima di affondare con la nave alle 2 di notte.
    Buona giornata.

    "Mi piace"

  254. Cari amici,
    dopo la parentesi virtualmente carnale (ossimoro?), ritorniamo sul piano astrale.
    A Bologna siamo state in una libreria new age (avete presente quelle magiche, con l’aria profumata d’incenso, tutti libri sull’interiorità e la spiritualità, che ti fanno sentire in pace con il mondo?), e ho acquistato un libro che si intitola “Risvegliare l’eroe dentro di noi – dodici archetipi per trovare noi stessi”. E’ veramente interessante, promette un viaggio alla ricerca di se stessi che ritengo risulterà istruttivo e costruttivo.
    Vi terrò aggiornati.

    *** Oggi la Very è in ferie ***

    "Mi piace"

  255. Ossimoro, ossimoro…
    x Cytind: guarda che stanotte c’ero anch’io nel salotto (ore 1.43…), solo che eravamo in due stanze diverse. Daltronde, siamo gli unici a mantenere certi ritmi.
    Torno più tardi con i racconti della giornata Versiliana.

    *** ciao Tremendisia ***

    "Mi piace"

  256. Ebbene, eccomi a raccontare il mio fine settimana.
    Innanzi tutto, sono stato in Versilia , al matrimonio di un mio caro nipotino, nonché mio figlioccio (l’ho tenuto a battesimo…), nonché figlio del mio fratellone che vive, ormai da parecchi anni, a ridosso di quel tanto sospirato e amato mare.
    Premetto che detesto “amorevolmente” i matrimoni, li ritengo una palla mostruosa, ai danni di quei poveri invitati che, devono sorbirsi ore e ore interminabili di discorsi lacrimevoli di tutto il parentado, applausi “inaspettati” con annessi sorrisi, ormai inevitabilmente stampigliati sul viso, portate su portate di antipasti, primi piatti, secondi, e libagioni varie, pose interminabili per foto di gruppo, scontate e inopportune, ecc. ecc.
    Senza parlare poi del regalo, che ritengo eticamente scorretto nei confronti di quegli invitati che, già all’arrivo dell’invito, vanno in paranoia al pensiero di quante rinunce sono costretti a fare, per non sfigurare di fronte agli altri malcapitati, schedati con marchio di fuoco perenne, per una lista di nozze controllata con ghigno malefico da sposini, sempre più ringalluzziti all’idea di ritrovarsi, il loro nido d’amore arredato di tutto punto.
    Ma, questa volta, non è andata così (e te pareva…) (!!.).
    La cerimonia è stata breve e concisa, eravamo solo circa 150 persone, tutti contenti e felici di esserci finalmente ritrovati. Buffet organizzato con molta cura, gustosissime le portate di tradizione toscana e, gli sposini… teneri, teneri, soprattutto contenti di coronare, dopo 13 anni di fidanzamento, il loro sogno d’amore.
    Evvai!!!
    Musica dal vivo, con dedica cantata e suonata del sottoscritto ai due innamorati, giochi e balli scatenati. Tutti a casa verso mezzanotte e, per quelli con ancora tanta voglia di vivere, serata in discoteca, alla famosa, mitica “Capannina di Franceschi” di Forte dei Marmi (io si che mi diverto…!). Era qualche anno che non ci tornavo e, rituffarmi nella sala, stretto, stretto insieme agli altri, pigiato come una acciughina, a ballare canzoni degli anni settanta, confesso che mi ha un po’ emozionato. Morale, alle cinque del mattino eravamo ancora in giro e, per finire, intirizziti dal freddo (parecchio…), abbiamo aspettato l’alba seduti sulla spiaggia, con la sposa in abito nunziale ormai disfatto e, dopo, distrutti (non c’ho più l’età…), finalmente a casa, al calduccio, sotto le coperte.
    Ho dormito per circa cinque orette ed è il rumore della pioggia che mi ha svegliato.
    Il mare è stupendo anche con la pioggia!!!
    Fatta colazione e presa la macchina, di corsa a Tellaro, dove c’erano degli amici che mi aspettavano. Ricordate quel racconto delle foto “con i piedi nell’acqua”?
    Ebbene, ero proprio lì, affacciato al balcone, con sotto il mare in burrasca: d’una bellezza indescrivibile. Verso le sei del pomeriggio, triste e sconsolato “ho ritrovato” la strada di casa ma, con la promessa di ritornarci quanto prima.
    Un week end all’insegna delle emozioni, a ripercorrere gli affetti di tutta una vita.
    Magico!
    Dimenticavo, la nebbia del nord, mi ha proprio stufato.

    "Mi piace"

  257. Eh sì che ricordiamo quella foto con i piedi nell’acqua… e anche le altre (commento n. 22)!
    Io generalmente ai matrimoni non vado (avessi potuto, non sarei andata neanche al mio), soprattutto a quelli che si vede lontano un miglio che sono finti. Negli ultimi anni sono andata solo a due, di persone che si volevano bene sul serio, che si sposavano per costruire qualcosa (e non per dire alla società che avevano la fede al dito). Mi sono commossa alle loro parole, a quelle dei familiari, a quelle di rito pronunciate dal prete, perché erano vere, e richiamavano alla mente quei principi in cui credo, quella Famiglia con la F maiuscola che si costruisce giorno per giorno, con fatica e impegno, ed è fonte di tante soddisfazioni. Quella famiglia che dà calore quando il mondo è freddo, appoggio quando il mondo vacilla, conforto quando il mondo ti isola.
    Oggi sono andata su un blog che leggo regolarmente (http://blog.libero.it/chiacchere/) Nel suo ultimo post, il blogger scrive, rivolto al suo compagno (sì, è gay: embè?): “Vorrei sostituirmi a te, quando penso che tu, per qualche motivo, stia soffrendo. Vorrei poter entrare dentro di te e darti forza”. E a un tratto ho realizzato quanto è normale provare questo tipo di sentimento nei confronti di chi si ama: perché non si può, amando una persona, quando la si vede soffrire, non pensare di prendere quella sofferenza sulle proprie spalle e sulla propria pelle. E questo sentimento, molti (pochi….) lo provano nei confronti dell’umanità.
    Mi commuove l’Amore. A tutti i livelli. Gli unici matrimoni a cui voglio andare sono questi, quelli di coloro che si sposano con Amore, con Rispetto, con desiderio di costruire.
    E passiamo al modo in cui si festeggiano i matrimoni in Italia. Pessimo uso. Siamo tutti invitati a fare i tacchini da riempire. Spesso, dopo un pranzo di nozze, ci si sente male. E lasciamo perdere il duro colpo alle finanze degli invitati: padri di famiglia che si mettono le mani nei capelli, partecipazione a turno (e il “turnista” è selezionato in base a criteri di abbigliamento disponibile…), il gioco dei regali riciclati…
    Altrove non è così: sono stata in posti dove il matrimonio era festa di piazza, allegria. Bastava il vestitino buono, e un piccolo presente, alla portata di tutti. Niente mangiatone, un piccolo rinfresco a buffet, assaggini, succhi di frutta. E tanta, tanta, allegria. Secondo me alla nostra società un cambiamento “anche” in tal senso non guasterebbe…

    "Mi piace"

  258. Caro il mio adorabile distrattone, malafemmena è una delle prime canzoni entrate nel nostro salotto (commento n. 6), e il pigiamino… ma come? era lo stesso di stanotte! Allora hai fatto peggio del pelato, mi hai rimboccato le coperte ad occhi chiusi, un paterno bacio sulla fronte, e poi via, a ronfare sul divano?
    Veronica era in ferie, e anche se tu e Cinzia gironzolaste la notte su questi siti, senza la moderazione ai commenti…. che è diventata necessaria anche con voi! Sapeste che aveva scritto Cinzia! Sapeste che mi aveva fatto fare con indosso un tutù! Ma la censura ha censurato….. questo non è un blog democratico figlioli, no no no….
    Comunque la giornata bolognese è andata come ho già raccontato: che dire di più? Il viaggio all’andata è stato piacevole, l’automobile di Antonella è comoda e confortevole, l’Antonellina è eccezionale anche come autista (è eccezionale come tutto, me ne rendo conto ogni giorno di più). In tre ore siamo arrivate a Bologna (peccato che fossimo partite da Roma a mezzogiorno), Giò è veramente un padrone di casa eccellente. L’albergo che ci ha prenotato era delizioso, e facilmente raggiungibile (le sue indicazioni chiare e precise), si è tenuto costantemente informato durante il viaggio telefonandoci frequentemente, insomma, ha fatto gli onori di casa in maniera encomiabile. Io l’ho aspettato nella hall, quando l’ho visto l’ho riconosciuto subito, e mi è subito sembrato di stare tra amici di vecchia data. Abbiamo preso le macchine e abbiamo raggiunto un parcheggio, da cui parte la navetta che ci ha portato in centro: che altra organizzazione rispetto a Roma! Abbiamo camminato, visto, per la verità, più vetrine che monumenti, visitato un mercatino allestito per il Natale, cenato in locale caratteristico (quanto abbiamo mangiato…). Poi di nuovo passeggiato, qualche difficoltà per raggiungere il parcheggio (abbiamo perso l’ultima navetta, e a un certo punto abbiamo temuto pure di trovare chiuso il parcheggio), ma tutto è bene quel che finisce bene…
    Il giorno dopo colazione luculliana con conseguente “cecagna”, pioggia battente, decisione di partire direttamente per Roma (avevamo deciso di fare tappa a Firenze, ma la pioggia fitta non ispirava il passeggio), viaggio uggioso, dall’Emilia Romagna, passando per la Toscana e l’Umbria, e poi nel Lazio fino a Roma, la pioggia non ci ha concesso un attimo di tregua. Così Antonella, che avrebbe dovuto far tappa a casa mia, ha preferito proseguire per la sua per usufruire dell’ultima squarcio di luce della giornata. Fine della gita, con intenzione di farne ancora e ancora. Sono tornata con la bella sensazione che questo mondo virtuale è un mondo vero, che dà modo alle persone di conoscersi più a fondo di quanto si abbia il coraggio di fare nella realtà.
    Qualche settimana fa sono uscita con un mio amico, una persona che conosco da oltre 23 anni. E’ una persona che adoro, di quelle che fanno visceralmente parte della mia vita, e di cui sento fortemente la mancanza quando capita per un periodo di non vederci o quantomeno sentirci. Però, a parte lo smisurato affetto e l’enorme sintonia “cerebro-intellettualoide”, di confidenza poi non ce n’è mai stata tanta, e non ce ne eravamo neanche accorti. Di “lui” non gli avevo mai parlato, dato il contesto lo trovavo imbarazzante. Poi un giorno ci siamo trovati a parlare, non so perché ho sputato il rospo, e lui ne ha sputati una caterva di suoi: sentimenti, sensazioni, aspettative, motivazioni che hanno spinto a prendere certe decisioni: un interessantissimo, continuo e dinamico interscambio tra punti di vista maschili e femminili, in relazione all’età, alle situazioni contestuali, logistiche… è stata una giornata bellissima ma strana e mi sono accorta che… avevamo parlato come di solito si fa solo con gli amici virtuali, con il cuore in mano, senza paura di essere giudicati. Perché in rete siamo protetti dal nick, dallo schermo, e quando parliamo è come se parlassimo con noi stessi, con sincerità (a meno che non si vada in rete con altri scopi, e allora diventa fin troppo facile crearsi maschere più o meno da supereroi e false identità) e alla fine i rapporti sono persino più veri di quelli che si creano nella realtà, e quando finalmente ci si vede è come se ci si conoscesse da sempre.
    Termino qui il resoconto di Bologna, mi sono resa conto che questo angolo delle chiacchiere è un blog nel blog, che vive di vita propria. E quando lo rileggo, mi rendo conto che è bellissimo, che abbiamo creato qualcosa di vivo, di vero, che dà tanto.
    Che questo angolo ha “tolto” energia al blog principale…. Vi voglio bene amici. Sono contenta di sentirvi dire che qui vi sentite a casa, che quando vi sentite tristi e soli basta aprire quest’angolo e vi ritrovate subito in ottima e allegra compagnia. Teniamoci stretti. E adesso musica….

    "Mi piace"

  259. Cara la mia adorabile padrona di casa, ho solo riproposto malafemmina, perchè volevo dedicarvela (sapevo, sapevo….) e, questa notte, avevi il pigiama?
    Mi sa che anche tu sei un po’ distrattona.
    Fa niente, la gente, sai…
    E poi, povera Cinzia, censuri la sua creatività? Lasciale spazio, lascia che esprima liberamente i suoi impulsi notturni, potrebbero essere da stimolo, solo per il pelatino, ovviamente.

    ***ho la vaga impressione che “TREMENDISIA” non sia più sufficiente…***

    "Mi piace"

  260. Ma insomma, questo racconto particolareggiato della gita a Bologna, ‘ndò stà ?
    Cytind, questa notte verso l’una faccio un salto. Se ti fai vedere…mi raccomando, pigiamino castigato ché, considerata l’ora, potrebbero venire delle strane idee…
    Very, dove è finita la nostra cara, adorabile Veronica? E Antonella, cosa hai combinato in albergo a Bologna? Non ho capito chi era la proprietaria di quel pigiamino a stelline che “nun se poteva vede’”?
    Vabbè, mi eclisso anch’io. A dopo…

    *****oggi ho sentito alla radio questa canzone, mi siete venute in mente (DM, Antonella, Cytind, Veronica…) e, ho pensato di dedicarvela****

    Malafemmina

    Si avisse fatto a n’ato
    chello ch’e fatto a me
    st’ommo t’avesse accise
    e vuò sapè pecchè

    Pecchè ‘ncoppa a sta terra
    femmene comm’a te
    nun c’anna sta pè n’ommo
    onesto comm’a me

    Femmena
    tu sì na malafemmena
    chist’uocchie ‘e fatto chiagnere
    lacrime e ‘nfamità

    Femmena
    sì tu peggio e na vipera
    m’è ‘ntussecato ll’anema
    nun pozzo chiu’ campà

    Femmena
    sì doce comm’o zucchero
    però sta faccia d’angelo
    te serve pè ‘ngannà

    Femmena
    tu sì a chiù bella femmena
    te voglio bene e t’odio
    nun te pozzo scurdà

    Te voglio ancora bene
    Ma tu nun saie pecchè,
    pecchè l’unico ammore
    si stata tu pe’ me…

    E tu pe nu capriccio
    tutto ‘e distrutto, ojnè,
    Ma dio nun t’ ‘o perdone
    chello ch’ ‘e fatto a mme…!

    Femmena
    tu sì na malafemmena
    chist’uocchie ‘e fatto chiagnere
    lacrime e ‘nfamità

    Femmena
    sì tu peggio e na vipera
    m’è ‘ntussecato ll’anema
    nun pozzo chiu’ campà

    Femmena
    sì doce comm’o zucchero
    però sta faccia d’angelo
    te serve pè ‘ngannà

    Femmena
    tu sì a chiù bella femmena
    te voglio bene e t’odio
    nun te pozzo scurdà.

    ***le donne…***

    "Mi piace"

  261. Due sole parole per dire: concordo nel ritenere quest’angolo un “blog nel blog”, un po’ meno sul fatto che ha tolto (anche se tra virgolette….) energia al blog principale, anzi.
    Sono il giusto completamento l’uno dell’altro.
    In uno, c’è il post del giorno, con le sue mille sfaccettature, che c’invita a riflettere o soltanto, a prendere coscienza di ciò che c’è riproposto, nell’altro, la personalità da libero sfogo a se stessa e, ci proietta in una luce leggermente diversa, un po’ meno seriosa, alle volte, ma ugualmente importante, perché esprime la voglia di continuare, per comunicare ancora qualcosa, che magari per pudore abbiamo lasciato da parte, sicuri di avercela ancora un’altra occasione. Spesso i blog sono degli eterni piagnistei, dove si parla di sé, si parla di sé, si parla di sé. Qui invece, ognuno ha il suo piccolo spazio; non è un blog, non è una chat, non è un eterno contraddittorio con se stessi, è un delizioso angolino con tante comode poltrone, dove ognuno se ha voglia si racconta, oppure, sta lì, solo ad ascoltare.
    Cara Diemmuccia nostra (bentornata Cinzia, sei fantastica…((foto del baby doll, please…))), aldilà d’ogni cosa, hai creato qualcosa di unico, quantomeno per noi.
    E adesso, basta con i complimenti.

    ***le due parole sono diventate quattro ma…ormai sapete come son fatto!***

    ***torno più tardi: devo rispondere ad un post…***

    "Mi piace"

  262. Ehi, Artù, il fatto che stanotte ti ho mancato (mandando sprecato un elegante baby doll virtuale) non ti autorizza mica a scaricarmi quel morto di sonno del pelatino!
    Sì, sono stata tristemente censurata. Avevo descritto una scena tipo Peter Pan che insiste a dormire e Campanellino che lo tira per i capelli per farlo muovere (e, nella specie, continuare a camminare per Bologna), ma la nostra casta padrona di casa non s’è vista nell’abbigliamento (salvo poi queste incertezze della cronaca sulla presenza notturna, O MENO, del pigiamino con le stelline…BOH?) Ma io non me la prendo, chino la fronte al Massimo Fattor del Blog, e continuo a conferire, ove e quando possibile, il mio umile apporto…
    Certo, è vero che la tristezza è la madre della letteratura!
    Guarda DM: è tutta contenta e rilassata per la gita (e noi con lei, ovviamente: di questa e di altre belle cose le auguriamo tutto il possibile!), ma… ci ha lasciato BEN DUE GIORNI SENZA UNO SPUNTO NUOVO!!!
    E noi che, poverini, ci alziamo la mattina (o andiamo a letto la sera) precipitandoci a vedere che cosa c’è di nuovo in questa grande calza della Befana quotidiana, e per due lunghi giorni non ci troviamo niente??? A noi non ci pensi?
    Mi sa che ci hai abituato male, Diemmuccia mia: ci stiamo impigrendo, ci dobbiamo dar da fare di più e stare sulle nostre gambette, onde tu possa (magari ti bastasse questo!) sfarfallare lietamente in giro e tornare sempre più contenta da gite sempre più belle, scrivendo sempre più rare cose sempre più felici…

    "Mi piace"

  263. la meta del viaggio è stata decisa domenica . CUBA!!!!!io e due mie amiche…faremo le Thelma & Louise di turno, noleggieremo un auto e andremo in giro e poi magari ci portiamo anche un bel cubano a casa, che assumeremo come domestico, massaggiatore ed autista. Un cubano tipo Milton ( il ballerino ) per intendersi…
    Il pelato insiste ad accompagnarmi all’ aereoporto, però il pezzente non solo non mi ha fatto ballare Domenica, ma non mi invita neppure ad un aperitivo…PERò……Domenica ho riincontrato anche una mia vecchia fiamma….il che mi ha fatto riflettere sul fatto che il pelato non è l’unico maschio in questa terra…..e così ieri, anzichè studiare, ho deliziosamente mandato e ricevuto sms dall’uomo del passato, che non è pelato ma semplicemete stempiato…..
    è troppo bella la mia poesia….posso copiarla????ovviamente con il copyright dell autrice…..
    promessi gita nella mia città Lombarda. ok?
    ps: l’ ex stempiato non è l’ ultimo ex….se incontrassi l’ultimo commetterei un omicidio, specifichiamo

    "Mi piace"

  264. Perché essere felici
    per una vita intera
    sarebbe quasi insopportabile
    Forse meglio dondolarsi
    fra l’estasi e la noia
    cercando le risposte più plausibili
    Com’era l’albero
    così sarà il frutto
    Dolce pensiero di vivere tutto

    Non può essere mai come ieri
    mai più la stessa storia
    Non può essere mai come ieri
    mai quella stessa gloria
    Su vieni e riabbracciami
    se ti ho perso è stato solo per un attimo

    Ci sono infinite cose deliziose
    così vicine agli occhi
    che non le sai vedere
    Quanto tempo abbiamo perso inutilmente
    seguendo dei percorsi inevitabili
    Com’era l’albero così sarà il frutto
    Dolce pensiero di vivere tutto.

    Mario Venuti – 2003

    "Mi piace"

  265. Ma, la Diemmuccia nostra, con il suo pigiamino a stelle e strisce, che fine ha fatto?
    Fatti vedere, batti un colpo se ci sei che, prometto, Cinzia con il suo baby doll mi è testimone, che ti chiamerò ancora e soltanto: tremendisia.

    ***x Cytind: ci racconti il seguito di Peter Pan e Campanellino?

    ***buona cena!***

    "Mi piace"

  266. ciao a tutti, eccomi qua , finalmente mi sono ripresa. non ho piu’ il fisico ( e questo l’avevo capito gia’ un paio d’ anni fa quando , volendo fare la strafiga davanti ad un bel collega, ho indossato una leggerissima magliettina nera attillata in autunno e, per due giorni di fila, il mal di schiena mi ha severamente ricordato che non ero piu’ adolescente. sig !!). bologna e’ carina, torno sempre volentieri, stavolta mi hanno accolta
    ( concordo con tremendisia ) due bravissimi padroni di casa. bel giro per le vie illumnate della citta’( mi e’ piaciuto molto il mercatino dove ho comprato un anello per ricordo), il caos giusto del periodo natalizio, solita tappa nella mia libreria preferita e solita spesa per libri e cd . OTTIMA CENA , complimenti per la scelta caro gio’. a proposito, dove sei finito ?
    il viaggio di ritorno e’ stato stressante, 4 ore di pioggia incessante e sfondo grigio senza sfumature . un mal di testa !! sono rimasta in coma due giorni ( da 24 gradi all’interno della macchina a 5 gradi fuori in due secondi….. secondo voi il mio fisico poteva resistere ? ).
    la permanenza e’ stata piacevole, la compagnia anche ( questo e’ il mio primo viaggio con DM ). il momento comico e’ arrivato in albergo la sera quando mi sono accorta che il terzo letto ( divano letto) non era assolutamente pronto. si chiama la reception e si spiega la situazione. dopo un po’ la reception chiama la stanza e parla con la figlia di DM, che non capisce un tubo ( perche’ dall’altro capo c’e’ una ragazza straniera con un accento sudamericano) e riattacca.
    chiamo la reception e mi sento dire che ” doviamo liverare la stanza per qualche minuto”. ma bisogna solo mettere un lenzuolo, dico io, che bisogno c’e’ di piazzarsi in pigiama sul pianerottolo del quarto piano di un hotel alle 11 di sera ? risponde la tipa: ” ah, e’ solo il lenzuolo ? allora vengo io , suvito, che devo constatare con i miei propri occhi”. rimango un po’ perplessa e fra me penso : ma che ci sara’ da constatare con i suoi propri occhi ? bo. intanto ci scambiamo uno sguardo d’intesa con DM e la figlia e s’intuisce che la serata non rimarra’ tranquilla ancora per molto.
    cerco d’ingannare l’attesa leggendo una piccola guida della stessa catena di hotel seduta sul divano letto aperto , senza lenzuolo coperte e cuscino.
    bussano alla porta, entra la tipa in doppio petto grigio, alta, capelli lunghi, fisico da modella, sorriso smagliante e occhi bellissimi.
    ” ah, ma il leto non e’ fatto ” , esclama . MA VA ? MA NON MI DIRE ! e cosa ti stiamo comunicando da mezz’ora io e tremendisia ? e da qui in poi potete facilmente immaginare la reazione di tre personcine dolci, sensibili, empatiche e corrette come lo siamo noi . capito no ? si , insomma abbiamo iniziato a sorridere per sdrammatizzare .
    la tipa fa un altro passo avanti e
    ( ignara di tutto cio’ che stava per provocare involontariamente )esclama ancora piu’ convinta : ” questo e’ veramente un forte provlema ! ” a questo punto, cari amici virtuali , le tre personcine dolci, sensibili, empatiche e corrette, si lasciano andare un pochettino. la sottoscritta non si perde d’animo e in uno slang un po’ forzato dal sonno e dalla stanchezza esclama : ” se mi porti un lenzolo te lo risolvo subito il problema, c’ho sonno !! “. e’ inutile sottolineare come la caduta di stile non mi faccia assolutamente onore ma vi giuro che dopo quasi 400 km, dopo l’antipasto calabrese, la lasagna alla bolognese , il tiramisu’ della casa, la passeggiata fino al parcheggio e l’orario ( 11 di sera ), non poteva uscire certo una rima !
    si scatena il panico. tutti iniziano a ridere a crepapelle ( anche la modella ). si sa che le risa sono contagiose, ma in quella stanza si scateno’ un’epidemia dai risvolti preoccupanti tanto che mi sono detta : forse e’ meglio che sparisci per un po’ . m’ infilo prontamente nel bagno fingendo di lavarmi ma non posso fare a meno di notare DM seduta sul letto, piegata in due, con la testa contro il muro e le braccia incrociate strette, quasi a non volere far scappare la pancia dalle risate ! tutta la sua persona era avvolta da un caldo pigiama blu cobalto , dal quale emergevano punti di luce a forma di stella , luna e sole ( ?????)
    riuscite ad immaginare la scena ? sua figlia l’ho persa di vista ma non credo che harry potter sia riuscito a monopolizzare la sua attenzione in quel momento. be’, la tipa e’ tornata ( facendo due viaggi fino al 4^ piano perche’ aveva dimenticato anche il cuscino ), mi ha gentilmente rifatto il letto imprecando ( mi dicono fonti non sospette, se non altro perche’ dalla bocca dei bambini esce sempre la verita’ , o perlomeno cosi’ dicono) in dodici lingue, compreso il sanscrito e l’aramaico antico. la stessa fonte di cui sopra sembrerebbe quasi sicura del fatto che la tipa possa essersi fatta sfuggire qualche piccolissima macumbetta ….. chissa’ , in fondo il viaggo di ritorno e i postumi non confermano affatto.
    morale della favola: mai ridere dei pigiamini altrui !!!! ciao cicci, vi saluto e penso che per un paio di giorni non mi colleghero’ . sono fuori per lavoro. quest’anno la valigia non vuole proprio saperne di essere messa nell’armadio.
    buonanotte.

    "Mi piace"

  267. Ciao tutti leggo solo oggi la descrizione della scampagnata a Bologna di DM e Antonella, grazie per essere venuti a trovarmi mi ha fatto molto piacere portarvi in giro per la mia città che amo.
    E’ stata una bella serata tra amici .
    Vi immaginavo così come siete Dm al centro dell’attenzione forte nei suoi pensieri, decisa nei suoi ragionamenti, però dietro a tanta sicurezza anche un pò di vulnerabile, Antonella dolce, carina, sorridente e solare.

    Mancavate solo voi ma qualcuno lo abbiamo sentito per telefono.
    Il questi giorni ho avuto un pò di problemi da risolvere domani sono in tour in toscana e alla sera sono a pezzi.
    Ma adesso sono qui e vi saluto di cuore .
    Dimenticavo Antonella era a dieta e non ha mangiato quasi niente a cena.
    Ciao

    "Mi piace"

  268. Very, che bella poesia…il bello di questo angolo è che, c’è sempre qualcosa da leggere che ti fa riflettere o che ti fa star bene.
    Toc, toc, c’è qualcuno?!!
    Sono tornato per le ultime notizie e, che ti trovo? Ancora Arthur, con i suoi inutili lunghi commenti (qualcuno, reagendo ad una mia arrabbiata inventiva su un blog, mi ha così definito…) Sich! Sich!!!
    Il fatto è che, da quando frequento questo blog, sono diventato intollerante verso altri scrivani della rete e, stasera in particolare, sono stato preso per la collottola, (come la chiama DM…) e ho reagito usando un’arma, che alle volte può essere micidiale: la parola. Questo mondo virtuale…come somiglia alle volte al nostro mondo reale!!!
    Possibile che non c’è qui nessuno che mi aiuti a leccare le mie ferite? Haiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaiaii!!!
    Vabè, farò da solo. Mi ritiro in un angolino e, faccio tesoro di ciò che mi è stato detto.
    Mi terrò i miei lunghi, inutili commenti e, pace agli uomini di buona volontà.

    ***Ciao, se siete tutti sotto le coperte, vi do il bacio della buona notte e vi auguro: SOGNI D’ORO.***

    "Mi piace"

  269. Carissimi, avrete capito che ieri c’era qualcosa che non andava: dall’ufficio sono uscita presto (giornata di fuoco), a casa mi sono collegata a internet e… stavo dando l’ok a un commento di Veronica quando il pc si è bloccato e… crash, hard disk spaccato senza soluzione, …. conto di raccontarvi tutto in un nuovo post. Anche oggi al lavoro giornata di fuoco, ma stamane ho trovato ben 9 commenti arretrati, quindi da leggere ne avete!

    *** non siete mai soli, neanche quando vi sembra: c’è posta per voi, c’è posto per voi ***

    "Mi piace"

  270. ciao a tutti….caro Arthur, la poesia che hai letto è una canzoni di Mario Venuti cantata con Carmen Consoli..Si intitola Mai come ieri….ed è una delle mie preferite.

    "Mi piace"

  271. mi togliete una curiosità?????? che ci fa un uomo in un negozio di intimo????ehhh????? non entrerò nei dettagli, ma QUALCUNO era in un negozio di intimo questo fine settimana….non penso che si comprino i regalini di s. lucia per le nipotine da intimissimi o infiore…
    ops…mi sa che il pelato ha l’amante……..

    "Mi piace"

  272. Scussa (s=doppia s) Very!
    Ammetto la mia ignoranza su Carmen Consoli che, essendo siciliana, dovrei conoscere alla perfezione.
    Cytind, possibile che non riusciamo mai ad incontrarci di notte?
    DM, hai sistemato il tuo pc? A noi “ce piace de chiacchierà”, ma senza di te, cosa facciamo?
    Antonella, mi piace molto la tua ironia.
    Giò, complimenti. So che sei stato un ottimo padrone di casa e, da buon siculo, apprezzo molto la cosa.
    Mi sono dimenticato qualcuno? Si, tutti i 145 lettori che ancora non si decidono a scriverci qualcosa.

    ***Buon pranzo a tutti e…a dopo.***

    "Mi piace"

  273. x Very: secondo me li comprava per se stesso: io continuo a valutare un’ipotesi di gaiezza….

    x Arthur: i lettori sono molti di più…. abbiamo superato i 240…
    No, non ho sistemato il pc. A quello nuovo il modem in ufficio funziona, e il vecchio lo porterò in ufficio domani… ma temo che ci sia poco da fare… tutti i dati persi…. addio al passato!

    *** magari è un segno del destino! ***

    "Mi piace"

  274. Dimenticavo un altro episodio di Bologna: mentre io e l’Antonella eravamo in macchina, si avvicina un extracomunitario tentando di venderci delle rose, e mentre Antonella si limita a far cenno di no, io aggiungo: “Etero grazie!”

    *** Ha detto che con me non ci esce più ***

    "Mi piace"

  275. ma che per lui….hai mai visto un uomo che spende 60€ in mutande????? almeno che non voglia quelle di Armani, che porta il super Beckham… ( pubblicità notevole che suggerisco di guardare attentamente quando vi passa sott’occhio….) ….
    pensandoci un po’ però….non è che magari è gay???
    speriamo di no. non per niente, ma già nella mia vita ho avuto un immensa delusione, quando ho scoperto che George Michael non amava le famminuccie….( è il mio cantante preferito e l’uomo più sexy nella terra….). Ci manca che pure il pelato pende….

    "Mi piace"

  276. Veronica, Veronica, noto che un languido pensiero ti attraversa…
    Ma, mi domando e dico: siamo ancora qui, a discutere di ‘sto pelatino?
    Comunque, 60 € per un paio di mutande, non sono tante. E se fosse entrato in quel negozio per farti una sorpresa?
    Magari pensa di fermarsi, strada facendo con l’aeroporto, in qualche romantico, sperduto angolo, al riparo di un platano secolare e, sorpresa…consegnarti un pacchettino tutto infiocchettato, con dentro il regalo per le sue fredde serate invernali…(il mio occhio, in questo momento, rotea all’impazzata…wow, wow, and WOW!!!)
    Chissà, bisogna credere nella provvidenza.
    Alè!
    Abbiamo superato i 240 visitatori? Proporrei di mettere il link “L’angolo delle Chiacchiere” bene in evidenza, con tante lucine colorate a intermittenza; io e Giò ci vestiamo da Babbi Natale e, li accogliamo con il suono delle campanelle, in questo meraviglioso salottino virtuale.
    Scappo, se no il mio capo ( che sarei io…), mi sgrida e…a dopo.

    "Mi piace"

  277. E’ vero, non ci avevo pensato! E dire che proprio oggi avevo risposto a una nuova ospite: “Non mettere freni alla divina providenza!”…

    *** però per svegliare quello, deve essere proprio divina!”

    E a proposito di Babbo Natale…
    Arthur ormai sa che deve comprare…

    *** tu, Antone’, comprame ‘n pigiamino che “se po’ guarda’”, che co’ quello blu a stelline me so’ rovinata la piazza ***

    "Mi piace"

  278. Orpo, mi sono dimenticato…cosa devo (?) regalarti?
    Tu chiedi e, ti sarà dato.

    Vorrei farvi notare che, domani, è la festa di Santa Lucia e il nostro angolo delle chiacchiere, compie 1 mese.
    Perchè non fate tutti un pensierino per festeggiare il complimese di questo delizioso angolino?

    ***Ciao***

    "Mi piace"

  279. vi regalerei un’emozione…di cose materiali ne è pieno il mondo! il sorriso di un bambino, il batticuore di un innamorato, la carezza di una madre a suo figlio.
    poi magari anche qualche cioccolatini non guasta mai….
    vi voglio bene
    ps: la sottoscritta venerdi esce a cena con lo stempiato

    "Mi piace"

  280. flanella con papere ???? ma daiiii. ti prego dimmi che non e’ vero !avanti coraggio, come sono i vostri pigiamini ? io ne indosso uno rosso con stampe di orsacchiotti sdraiati con gli occhi al cielo e un quadrifoglio gigante in mano. no tranquilli, non ho fumato niente.

    x very : sono d’accordo con artu’, ancora stiamo qui con il pelatino ? e poi non ci provare la befana del blog la faccio io. ( senza prepotenza ma la parte mi viene benissimo ).

    x gio’ : grazie per i complimenti, la cosa che mi piace di piu’ e’ quando mi dici che sono solare. e’ un bel complimento. apprezzo molto la tua ironia e ti diro’, voglio continuare questa dieta cosi’ faticosa !

    ciao.
    p.s. citynd sei simpaticissima !

    ciao DM

    "Mi piace"

  281. Ciao a tuti sono di ritorno dalla mia trasferta a Firenze.
    Che combinate voi? dove la mia amica Anto?
    Very che ne sai? Forse il pelatino ti regalerà un completino da urlo durante la prossima cena?
    Se non sarà così non importa, te ne regaliamo uno io e Arthur (si fa a metà va bene Arthur?)

    "Mi piace"

  282. ULP… e così saremo costretti a restare ibernati un’altra notte, bloccati l’uno accanto all’altro ma senza poterci parlare, chiusi fuori dalla porta di DM al freddo e al gelo, a bussare invano come tante Piccole Fiammiferaie… Sigh, che tristezza! Io, poi, che freddo con questo négligé in pizzo virtuale! Quasi quasi nell’attesa ci metto su un tutone in doppio pile e scarpone da notte in lana rosa!
    A proposito di biancheria: sì, Very, conosco uomini che spendono anche di più di 60 € in mutande: Tu Sai Chi, per esempio, che compra mutande almeno a sei per volta, e tra Calvin Klein, Dolce e Gabbana e compagnia se ne vanno ben altro che 60, mentre il mutandivendolo si frega le mani e pensa speranzoso a quella villa a Capri che si fa sempre più vicina…
    (a proposito, mi viene in mente quella storiella sulla figlia di Calvin Klein che disse ad un giornale quanto sia difficile e causa di gravi inibizioni sessuali essere la figlia di tale padre, perché ogni volta che si cerca di andare a letto con un uomo si vede il proprio padre sulle sue mutande…).
    In ogni caso, anche se il Pelato si comprasse i mutandoni della nonna col sangallo in fondo, o delle mutande d’acciaio blindate con denti seghettati (come pare più probabile), TU NON CI PENSARE|||
    Sui regali di Natale: mi sa che dobbiamo metterci insieme, e ragalare a D.M un nuovo pc…..

    "Mi piace"

  283. Buongiorno a tutti.
    Dalle mie parti, un timido sole fa capolino tra le nubi di un cielo un pò appannato e, così si ricomincia, con il freddo intenso di una giornata di dicembre.
    Oggi è un giorno speciale e, qui tra noi, si festeggia il complimese di questo “Angolo delle Chiacchiere”.
    Ed è così, che abbiamo imparato a conoscerci, a raccontarci delle cose, senza pretese, senza l’assillo di un giudizio inaspettato, come fa un gruppo di amici seduti in una spiaggia intorno al fuoco, in una calda serata d’estate e, dopo aver parlato, qualcuno che prende la chitarra e, incomincia a cantare sottovoce, prima stornelli, poi romantiche canzoni.
    Quindi, già un mese è trascorso e, sembra sia volato; auguri a tutti quelli che hanno partecipato, auguri particolari, alla nostra cara, dolce e paziente padrona di casa.

    ***Ciao!***

    "Mi piace"

  284. x Very: cicciaaaa! Mi sa che se continui a uscire con lo stempiato di emozioni ce ne regalerai ben poche!
    x Antonella: ma avranno capito gli altri che il discorso della dieta era ironica, perché ti sei scrofanata ” ‘sto monno e quell’artro”?
    Per quanto riguarda i pigiamini… io ho anche una mini camicina da notte con scritto “odio il lunedì”, e un’altra con su scritto “Anche gli orsacchiotti hanno bisogno di coccole”: non sono mini perché sono sexy, ma per una serie di lavaggi sbagliati!
    x Cytind: no, ti prego! “noi sappiamo chi” portato come esempio no!

    *** il regalo è azzeccato, se non avete problemi di finanze! ***

    x Giò: ma perché il provolone non lo fai da solo e la smetti di mettere in mezzo Arthur?????
    x Arthur: cara, dolce e paziente è troppo casto: ti devo impacchettare con il pelato???

    *** memento audere semper ***

    "Mi piace"

  285. Ma insomma!
    Non sei mai contenta. Se ti facciamo suonare i campanellini con Peter Pan, ci censuri (la povera Cinzia…), se usiamo dolci parole per descriverti, ti lamenti. Ma insomma!!!
    Guarda che sono uno scorpione con ascendente scorpione, oltre che siculo, con gli occhi scuri e penetranti e lo sguardo assassino.
    Quindi non mi provocare, che se incomincio…

    ***impacchettare con il pelatino: …phufff!!!

    ***ave atque vale***

    "Mi piace"

  286. Ok DM . Infatti parlavo della tua dieta Anto in funzione di quello che ti sei mangiata Sabato.
    Se eri a dieta complimenti dimmi chi è il tuo dietologo.
    Ragazzi passerà il natale non ho tempo nemmeno di pensare in questi giorni.
    Baci a tutti mi ha fatto piacere sentirti cinzia non so se l’ho scritto ma te lo avevo detto a voce.
    baci a tutti

    "Mi piace"

  287. uè uè!!!!! non è che si possono mettere le traduzioni in latino che c’è chi è asina e non lo capisce?????? ( tranne un “scripta manent verba volant” e ” de cuius” )….in compenso però conosco benissimo il greco antico e moderno…..
    ps: il pelato sciacquino lo butto nell immondizia. ora esiste lo stempiato, che domani mi porta a cena……..

    "Mi piace"

  288. » Un Altro Posto Nel Mondo «
    Lo stupore che mi colse
    quando lei mi disse: sono innamorata di te
    dura troppo poco la vanità di sentirsi amati
    un po’ di gratitudine, poi voglia di fuggire via…

    Non riesco a immaginare qualcuno
    qualcosa che inizi
    ho più dimestichezza con la fine
    e non c’è niente che mi riporta indietro

    Ci sarà un altro posto nel mondo
    una strada che riparte da qui
    ci sarà un altro istante nel tempo
    per vivere tutte le vite possibili che volevo io

    Un auto in lontananza sfocata dal sole
    viene verso di me
    il caso ci porge infinite possibilità
    che non possiamo cogliere
    e si perdono…
    non serve a niente ormai guardarsi indietro…

    "Mi piace"

  289. Very, a questo giro ci sei proprio piaciuta! Lo stempiato ci è decisamente più simpatico….

    Ma queste parole che ci hai riproposto… la prima strofa sembra scritta proprio per “lui”.. è così che deve essere andata…

    Memento audere semper: ricordati di osare sempre
    ave atque vale: ciao e statti bene!
    Aude, aude —> osa, osa….
    Ad augusta per angusta: alle cose eccelse si arriva attraverso strettoie (difficoltà)

    *** alcune non erano state citate: embè? Colgo l’occasione… ***

    "Mi piace"

  290. Very!
    Trovarne uno capellone?!! (…) 😉 🙂
    Vedo che non ti arrendi, brava. Hai tutta la mia approvazione. Dall’alto della mia ormai …nnale esperienza, se occorre qualche dritta, chiedi e, sarai accontentata.

    Giò, non ascoltare DM, ti bonifico la mia parte per il completino da urlo da regalare a Veronica: è ormai tempo di stempiatini e, non si sa mai!!!

    X Very, ancora: è una poesia o una canzone? Non vorrei rifare la gaffe…belle parole.
    x Antonella: mi dai l’indirizzo del negozio dove compri i tuoi pigiamini? Grazie.
    X tutti, tranne che per Cytind: l’invito per i festeggiamenti vedo che è andato (…) e allora, vogliamo darci una smossa? Vabbè, visto e considerato che devo fare tutto da solo, brindo per tutti e…non se ne parla più.

    —> “la fortuna, aiuta gli audaci” <—

    ***Audentes fortuna iuvat***

    ***tremendisia!!!***

    "Mi piace"

  291. E vabbè, dillo, no…che se c’è l’uomo più bello del mondo, mi ritiro subito in buon ordine, così, tanto per non sfigurare…

    *** —–>>>>>> ***

    "Mi piace"

  292. E’ sempre una canzone….di Mario Venuti, che pure lui è Siculo.
    Se ho tempo vi racconterò dopo i dettagli sullo stempiato.
    ps: vi ricordate la ex- amica culona? bè, l’ hanno trasferita mooooooolto lontano….QUANTO SONO TRISTE.

    "Mi piace"

  293. Ma sapete com’è che incontrai l’uomo più bello del mondo?

    Correva l’anno 2005 ed era quasi Natale. Passeggiavo per la strada con mia figlia e suo padre litigando con lui in maniera abbastanza animata, quando passa un’anziana signora di mia conoscenza e tira diritto….

    "Mi piace"

  294. Per Very: concordo con Arthur: ma il fascino del capello non lo senti proprio? Va bene, avrai un sacco di aspiranti: UNITEVI TUTTI, o calvi, pelati, stempiati, alopeciosi, riportati*, rapati, bonzi, discendenti di Yul Brinner e del Mahatma Gandhi, palle da biliardo DI TUTTO IL MONDO! prendete il numero e accalcatevi alla soglia di una bella e vispa fanciulla alla quale, quando di un uomo vede la sede del pensiero, FAINETAI KENOS ISOS THEOISIN!!
    Per Antonella, grande Viaggiatrice e Rifacitrice Di Letti In Condizioni Estreme: la prossima volta ci sono anch’io, giuro, e allora DM non riprenderà fiato neanche tenendosi la pancia!
    Per Artù: ehi, cos’è ‘sta storia degli inviti a festeggiamenti per tutti tranne che per me??? BUUUHHH! BUUUUUH! SOB!
    Per Giovanni: dài, allora invitami tu, che qui Diemme e Antonella ancora grondano di “ma quant’è simpatico Giò, ma che tesoro che è Giò”… Mi ha fatto piacere sentirti per telefono, hai una voce proprio carina con quel delizioso accento da sorbole, che mi ricorda un breve ma eroico periodo bolognese della mia vita.
    Per Diemme: beh, Campanellino non ha una specie di tutù? Vabbé, la prossima volta ti farò scegliere tra una mise da Jessica Rabbit, una da Minni, una da Biancaneve, che un po’ ci somigli, una da Nocciola la Fattucchiera, una da TAZ (che mi sa che ci somigli pure, quando ti arrabbi!) Vedi tu! Non ti immaginavo così difficile in fatto di vestiti…(comunque sappiate tutti, a fini natalizi, che il suo colore è senz’altro il rosso!)
    Punta di invidia: Very si perde su altissime fronti, tu hai, almeno al telefono, l’uomo più bello del mondo… Qui intorno il panorama è di un desolante…si cita, si ricorre, si controdeduce E STOP.
    Tu Sai Chi, dopo aver ripreso a chiamarmi tutte le sere per chiacchiere e confidenze gradite da tutti e due, ora tace da tre sere di fila, e chiamato (senza, per carità, allusione alcuna alla sparizione!) mi dice che “lo invado”.. Sì, va bè, sta trovando autonomamente la sua strada, io sono pur sempre una voce molto importante per lui e quindi si sente influenzato (lo so io, non lo ha detto lui)…ho fatto male a chiudere il telefono con un mavaf? Scortese, vero? Poco da signora? Ora non mi chiama più? E neanche ci vediamo sabato sera se non lo chiamano sei conigliette (in tutù, pure loro), come stavamo organizzando al momento del mavaf? OK, basta, smetto di farmi ridere dietro

    * riportati = dotati di riporto, quegli esigui ma lunghissimi capelli che attraversano il cranio lucido da est a ovest…

    "Mi piace"

  295. Cinzia: io ODIO Biancaneve! E TAZ, chi è?
    L’uomo più bello del mondo per me è un fratello, gli voglio un bene dell’anima ma non lo vedo proprio in altre vesti (se non quelle di Peter Pan: lo vedi che ho fatto bene a censurarti Campanellino?). Devo dire che l’ho adorato quando ha incassato un mio mavaf** con eleganza e ironia.

    *** almeno non è permaloso ***

    Cinzia, tu non invadi, tu chiedi l’elemosina: e siccome SEI RICCA, ma la vuoi smettere co’ sto “Noi Sappiamo Chi”?

    "Mi piace"

  296. TAZ è il Diavolo della Tasmania, un personaggino piccolo, compatto, pestifero,e strepitante, con un (barbone, pelliccia, non so) tutto nero , carissimo al cuore dei miei nipoti, che quando salta dalla rabbia si vede solo la sua bocca spalancata in mezzo al nero… Io no ti ho mai vista arrabbiata, ma, dai racconti, penso che potresti ricordarlo!
    E Biancaneve, dai… ma ti sei mai messo un fiocco rosso tra i riccetti neri??? vedrai che tutti gli uccellini ti si posano sulle manine… poi che fai, gli dici AHO’, BESTIACCE, FORI DAI PIEDI CHE VE FACCIO CO’ LA POLENTA???

    "Mi piace"

  297. Noi sappiamo chi? Chi?

    Cinzia, non ti avevo escluso dai festeggiamenti. Tu sei stata l’unica a brindare “… e buon complemese, Angoletto!” comm. 408 e quindi, non ti avevo incluso nella strigliata.
    Rimangiati: BUUUHHH! BUUUUUH! SOB!

    DM come mai così misteriosa?

    ***torno stanotte per il bacio…***

    "Mi piace"

  298. Punto primo:

    EVVIVA, MI SONO RIUSCITA A COLLEGARE DA CASA!

    Punto secondo:

    Cinzia, ma quante e quali altre dure prove deve essere sottoposta la nostra amicizia? Non sono mica tanto sicura che le supererà tutte! Taz, diavolo della Tasmania….
    ma per quanto riguarda il fiocco rosso tra i riccetti neri, c’è un video che testimonia quanto mi sta bene

    *** chiedi ad Antonella… ***

    Dulcis in fundo (dulcis dulcis)
    “Voi sapete chi” è il modo in cui Cinzia chiama il suo (si fa per dire) lui. E “Voi sapete chi” è il modo in cui anche io mi sono spesso riferita qui a “Voi sapete chi”. La cosa buffa è che sono omonimi anche nella realtà!

    *** perché misteriosa? Sono un libro aperto! ***

    "Mi piace"

  299. Evviva! Libiamo dunque nei lieti calici, sia all’unimense Angoletto sia alla rirovata Diemmuccia nostra! Mi lancerei in una selvaggia danza di festeggiamento se non fossi un po’ impacciata (puff! puff!) da questo burqa virtuale che tutta mi avvolge… Eh, sì, la nostra morigerata anfitriona mi ha fatto notare austeramente che questo è un blog di signore per bene, dove non c’è posto per baby doll e négligé, ancorché in preludio alle nanne…L’andirivieni dei pigiamini a stelline assolutamente non fa testo, riguardando l’insindacabile Signora del Blog. Sigh. Ottempero, compunta, inciampando nel burqa con i tacchi da 12 cm.
    A questo punto, però, da Antonella voglio sapere TUTTO sul fiocco rosso di DM…
    Cara DM, grazie per le ricchezze che mi attribuisci! Chissà se è per questo che tendo ad essere svaligiata. E di solito mi pare pure giusto, secondo il criterio “se hai, dai”; salvo che forse sono un po’ troppo presuntuosa su quello che penso di avere, sicché non io o non guardo le luci della riserva, e non controllo i consumi: così periodicamente mi ritrovo a terra e a piedi, accorgendomi troppo tardi che forze e risorse erano finite…
    E in quelle occasioni, non tutti e non sempre si accorgono che sono a terra, perché non ci sono abituati. Beh, alcuni sì, grazie a Dio, non è che mi voglio lamentare (almeno non troppo).
    (il mio) Tu Sai Chi ha richiamato, scusandosi. Io nel frattempo ho preso un altro impegno per sabato. Mi dispiace, accidenti, vorrei comunque uscire con lui, per di più mi aveva proposto di vedere una mostra, attività che con lui è più bella e interessante che con chiunque conosco. Ma mi venisse un colpo se cambio idea.
    Ok, Artù, mi asciugherò le lacrime nel burqa e mi consolerò con un’altra sorsata di champagne… ecco, infilo anche la bottiglia sotto il tendone….glu..glu..glu…Grazie, potete buttarla, è finita!

    "Mi piace"

  300. Io continuo a scrivere, visto che tu, DM (che a quest’ora per me di pieno giorno di solito vai a dormire), mi hai però confidato che ormai dormi praticamente abbracciata al computer (cioè A NOI, chi più, chi meno!), che ogni tanto si sveglia e vede chi c’è, risponde e torna a dormire…beh, che cosa carina! Come si fa solo per i propri figli piccoli… Veramente, vita e blog che si fondono, scambi amicali a tempo pieno, e si impara dal blog anche per i rapporti non virtuali: come mi hai detto oggi (giorno di pranzetto da McDOnald) ” ho parlato di persona con un amico con la stessa sincerità, profondità e libertà che se parlassi sul blog”. Incredibile, eh? eppure è proprio così.
    Anche questa esperienza ci cambierà, ci darà qualcosa che prima non c’era e che non avremmo pensato.
    Grazie per averla cominciata, per saperla portare avanti con tanta grazia, gusto e varietà di argomenti e di toni, per saper tirare fuori in tanti modi i tuoi interessi e soprattutto i tuoi sentimenti, che sono una parte personale e delicata, che non tutti riuscirebbero ad offrire così agli altri.
    Beh, buonanotte per il momento alle stelline addormentate, e…non buttare dal letto quel povero innocente pc!

    "Mi piace"